Pubblicato il

''Tirrenica, la montagna ha partorito un topolino''

''Tirrenica, la montagna ha partorito un topolino''

Tarquinia. Il consigliere comunale Maurizio Leoncelli critica il sindaco Mauro Mazzola. «I cittadini costretti a stipulare un contratto telepass oneroso dopo il primo anno e solo per autovetture di classe A»

Condividi

TARQUINIA- «La montagna ha partorito un topolino». Usa questa massima il consigliere comunale Maurizio Leoncelli nel rispondere al sindaco Mauro Mazzola in merito alle dichiarazioni rilasciate circa l’accordo con la Sat per l’esenzione al pagamento del pedaggio autostradale riservato ai residenti. «Come si fa a cantare vittoria e ad usare toni trionfalistici – tuona il consigliere Leoncelli – Ci vuole coraggio a dichiarare testualmente un ‘‘grande risultato ottenuto nell’accordo sui pedaggi con la Società Autostrada Tirrenica’’ e ancora un ‘‘successo per la nostra amministrazione’’. Per fortuna i cittadini sanno da che pulpito viene la predica». Maurizio Leoncelli entra nel merito dell’accordo firmato, sottolineandone le criticità. «In zona Cesarini il sindaco ha firmato un protocollo d’intesa con Sat, che non è altro che la copia del documento firmato un anno fa dalla Regione e che prevede dei ‘‘contentini’’ per i cittadini, che per risparmiare saranno costretti a stipulare un contratto Telepass, oneroso dopo il primo anno, che comunque sarà possibile solo per autovetture di classe A, quindi chi si muove per lavoro con furgoni, ecc. avrà il suo bell’aumento delle spese, inoltre il tutto varrà solo per i prossimi cinque anni». L’articolo 4 dell’accordo, infatti, cita: ‘‘Il beneficio dell’esenzione del pedaggio si applica agli utenti residenti nel Comune riportato al precedente art. 3 e riguarderà i titolari di contratto Telepass Family e Telepass con Viacard che utilizzino esclusivamente veicoli di classe A dotati di apparato telepass. A costoro sarà riservata la gratuità del canone previsto per il contratto Telepass prescelto per un’annualità, il cui onere economico sarà invece sostenuto da Sat. L’anno di gratuità avrà decorrenza dalla data di consegna della richiesta di esenzione da parte dei soggetti interessati e comunque non prima dell’entrata in vigore del pedaggio, tale richiesta potrà essere presentata successivamente all’’entrata in vigore del pedaggio’’. «Che gran risultato – conclude Leoncelli – Che dire, per usare parole tanto care a un noto assessore locale, un’altra grande opera utile». Il tratto di recente realizzazione ed appena aperto della A12 tra Civitavecchia e Tarquinia diventerà a pagamento a partire dal primo di aprile. Per i non esenti il pedaggio sarà 70 centesimi. (F. F.)


Condividi

ULTIME NEWS