Pubblicato il

Una caserma dismessa controllata dalla Questura di Udine

Condividi

UDINE – Nella mattinata odierna, verso le ore 7.00, gli equipaggi delle Volanti della Questura di Udine hanno controllato due palazzine in costruzione nei pressi dello stadio cittadino e l’annesso cantiere, dove era stata segnalata la presenza di stranieri. Nei vani delle cantine dei due edifici gli agenti hanno effettivamente sorpreso 11 uomini, 9 cittadini pakistani, un afghano ed un indiano, dormire in quelli che, a rischio della loro stessa incolumità, avevano trasformato in veri e propri dormitori.

 

QUATTORDICI STRANIERI DENUNCIATI PER INVASIONE DI EDIFICI

Accompagnati in Questura per una compiuta identificazione, gli 11 uomini sono stati tutti deferiti all’Autorità Giudiziaria per invasione di terreni ed edifici di cui all’art. 633 del Codice Penale: uno dei cittadini pakistani e il cittadino indiano sono stati anche denunciati per inosservanza del divieto di ritorno nel comune udinese e per inottemperanza al precedente Ordine del Questore di abbandonare il territorio nazionale; un altro pakistano anche per la sola inosservanza del divieto di ritorno. (Agg.31/7 ore 17,31)

NEI GUAI ANCHE ALTRI STRANIERI

Nel corso della mattinata altri tre cittadini pakistani sono stati poi sorpresi dagli agenti ad occupare alcuni locali di una caserma dismessa del centro cittadino: anche per loro si è proceduto d’ufficio, stante la proprietà pubblica dell’edificio, per l’invasione. (Agg.31/7 ore 17,36)


Condividi

ULTIME NEWS