Pubblicato il

Smoking free beach, le telecamere Sky in città

Smoking free beach, le telecamere Sky in città

L'ordinanza anti fumo del sindaco Grando finisce alla ribalta nazionale. Il primo cittadino ringrazia le associazioni di volontariato Nogra e Fareambiente per le attività di controllo sugli arenili

Condividi

LADISPOLI – Dopo lo stabilimento Plastic Free, Ladispoli torna ancora una volta sotto i riflettori dei media nazionali. Questa volta a “invadere” la città le telecamere di Sky Tg24. Oggetto: l’ordinanza anti fumo firmata dal primo cittadino Alessandro Grando. A quanto pare, infatti, la città di Ladispoli sarebbe una delle pochissime città nel Lazio ad aver adottato un provvedimento simile per tutelare la salute dei bagnanti e l’ambiente marino.
Dal 4 giugno scorso, da disposizioni del numero uno di palazzo Falcone, è infatti vietato fumare lungo la battigia e all’interno dello spazio acqueo finoa 200 metri di distanza dalla riva. È inoltre vietato gettare sulla sabbia cenere e cicche. Pena: multe salate a opera dei volontari delle guardie ambientali Nogra e Fareambiente che già all’indomani della firma dell’ordinanza hanno iniziato a pattugliare gli arenili liberi per verificare il rispetto delle regole da parte dei bagnanti. E proprio a loro il primo cittadino ha volto un ringraziamento pubblico ai microfoni di Sky.
L’ordinanza, inoltre, ha fatto discutere molto in città, nel bene e nel male. Da chi ha contestato il provvedimento che va a ridurre sensibilmente la libertà dei singoli individui (i fumatori) a chi invece avrebbe preferito un divieto esteso a tutta la spiaggia e non alla sola battigia (cosa che avverrà, come già annunciato dal vicesindaco Pierpaolo Perretta già dal prossimo anno, con i fumatori che potranno contare su aree appositamente individuate per loro).

 

 


Condividi
ULTIME NEWS