Pubblicato il

Il ministro Costa incontra i 5 Stelle

Il ministro Costa incontra i 5 Stelle

All'ordine del giorno impianti di depurazione e i problemi legati all'urbanistica. I grillini: «La sua presenza in città un forte segnale per il nostro territorio che ha bisogno dell'impegno di tutti per essere conservato dalla devastazione»

Condividi

LADISPOLI – Il Movimento 5 Stelle di Ladispoli incontra il ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa. Durante l’incontro i grillini hanno illustrato al ministro una serie di problematiche presenti sul territorio. Riflettori puntati sugli impianti di depurazione, non solo della città balneare ma del territorio in generale. Troppo spesso, infatti, in estate, i bagnanti hanno segnalato la presenza di liquami a mare. Una problematica, nella maggior parte dei casi legata non al mancato funzionamento degli impianti ladispolani, ma dalla presenza di scarichi abusivi a monte o addirittura provenienti da altri corsi d’acqua, come dal Tevere che sfocia a Fiumicino. Una problematica che purtroppo potrebbe essere risolta solo con un monitoraggio ad ampio raggio di un territorio vastissimo. A cominciare proprio dall’entroterra, da dove spesso, i liquami che sfociano a mare, provengono. I grillini ladispolani hanno inoltre colto l’occasione per discutere col Ministro dei problemi legati all’urbanistica. «Sul nostro territorio – ha spiegato il consigliere comunale dei 5 Stelle Antonio Pizzuti Piccoli – insistono diverse aree protette, come ad esempio il Bosco di Palo e la Palude di Torre Flavia». Due aree che dovrebbero essere “separate” dal resto della città da una sorta di “zona cuscinetto”. Area che invece, nel caso di Ladispoli, non esiste, con le due aree che entrano praticamente a far parte del tessuto urbano. «Il nostro obiettivo – ha detto Pizzuti Piccoli – è quello di porre un freno a quello che definisco lo “stupro del territorio”». I grillini vogliono vederci chiaro sull’iter di progetti ancora in sospeso come quello di Punta di Palo e su quelli in corso d’opera e quasi ultimati, come Piazza Grande. «Vogliamo andare a verificare se esistono delle responsabilità», ha chiarito Pizzuti Piccoli. Dal canto suo il Ministro ha dato al Movimento 5 Stelle «massima disponibilità anche tramite gli strumenti tecnici – ha spiegato ancora il consigliere di minoranza – per verificare eventuali speculazioni».
«Il ministro Costa – hanno concluso dal movimento di Beppe Grillo – in questi mesi di governo sta portando avanti importanti battaglie in difesa dell’ambiente e del territorio. La sua presenza a Ladispoli in supporto del Movimento 5 Stelle – hanno concluso – è un forte segnale per il nostro territorio che ha bisogno oggi più che mai dell’impegno di tutti per essere conservato dalla devastazione e dalla poca lungimiranza degli amministratori locali».

So.Be.


Condividi
ULTIME NEWS