Pubblicato il

Margutta a due soli set dalla B2

Margutta a due soli set dalla B2

PALLAVOLO, SERIE C. Le aspine passano 3-1 sul campo del Minturno e tengono la testa della classifica. Coach Pignatelli: «Contentissimo per il risultato, ma è stata davvero dura; siamo stati bravi a crederci fino alla fine. Adesso si torna in palestra per preparare l’ultima partita»

Condividi

Una vittoria che vale tantissimo, ma che è stata tra le più sudate dell’intera stagione. La Margutta Asp festeggia per il successo per 3-1 ottenuto sabato scorso in casa del Minturno e arrivato al termine di una gara equilibrata e decisamente combattuta. In vantaggio per 1-0, Iengo e compagne sono state raggiunte sull’1-1 dalle padrone di casa nonostante un più che rassicurante vantaggio iniziale, sciupato nel corso del parziale. Ancora una volta tutto semplice nel terzo set, che sembrava definitivamente aver indirizzato l’incontro in favore delle civitavecchiesi. Ed invece il quarto parziale è diventato una vera battaglia, giocata punto a punto fino al 23-23. 
Poi un errore in battuta di Minturno, in seguito al time out chiamato da coach Alessio Pignatelli, ed un ace di Brighenti hanno messo fine al set e alla partita. 
Tre punti d’oro, dicevamo, perché ora la Margutta Asp è a due set dalla promozione in serie B2. 
Grazie al successo di sabato, le rossoblu hanno conservato il primato in classifica con tre punti di vantaggio sull’inseguitrice Volley Friend Roma e quindi hanno la possibilità di conquistare anche un solo punto nell’ultimo turno casalingo di sabato prossimo contro il Duemila12. 
«Sono contentissimo del risultato – afferma Alessio Pignatelli – ma è stata davvero dura. Noi ci abbiamo messo del nostro per complicarci un po’ la vita da sole, ma va detto che Minturno ha giocato una signora partita. Siamo state brave a crederci fino alla fine, soprattutto nel quarto e decisivo set nel corso del quale non abbiamo mai mollato. Abbiamo trovato diverse difficoltà con le schiacciatrici, ma abbiamo avuto dalla nostra una super Monachesi, che ha salvato l’impossibile. Bene anche i centrali Monti e Brighenti. Adesso si torna in palestra per preparare l’ultima».


Condividi

ULTIME NEWS