Pubblicato il

Porto, parte mercoledì la linea Messina-Civitavecchia

Il collegamento trisettimanale sarà garantito dalla compagnia Caronte & Tourist. Il Comitato Portuale ha espresso parere favorevole al rilascio dell'articolo 16 per l'impresa Interminal di Gaeta

Condividi

CIVITAVECCHIA – Nuova linea per le autostrade del mare. Da domani, infatti, partirà il collegamento trisettimanale Civitavecchia-Messina, con l’esordio – nel porto di Civitavecchia – della compagnia siciliana Caronte & Tourist, nota soprattutto per svolgere, da oltre 40 anni, il servizio di traghettamento di auto e passeggeri sullo stretto di Messina. Da qualche tempo, l’armatore è attivo anche nel ro-ro con la Messina-Salerno. La cerimonia e la conferenza stampa di presentazione della Civitavecchia-Messina avranno luogo a bordo della nave venerdì prossimo alle ore 15. Oggi, intanto, il Comitato Portuale ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione ex articolo 16 della legge 84 anche per il porto di Civitavecchia all’impresa portuale Interminal di Gaeta, guidata dall’imprenditore Nicola Di Sarno, che eseguirà le operazioni portuali relative al nuovo collegamento. Durante la discussione in Comitato sono prima state sollevate alcune perplessità sul rilascio dell’autorizzazione, che però è apparsa pienamente legittima sia alla luce del fatto che – già sulla carta – le imprese autorizzate in un uno scalo del network, qualora abbiano contratti anche in uno degli altri due porti di competenza di Molo Vespucci, di fatto hanno già superato positivamente una istruttoria dell’Authority e, avendo una idonea dotazione di uomini e mezzi, non dovrebbero incontrare difficoltà. D’altra parte, al momento Civitavecchia può autorizzare senza problemi fino a 18 imprese portuali, mentre solo 12 aziende sono in possesso del titolo necessario. Il parere è stato così espresso all’unanimità. La seduta, presieduta dal presidente Fabio Ciani, ha poi affrontato altri argomenti delicati, fra cui quello relativo alla posizione della Spedimar, circa lo scarico di merci polverose, che potrà riprendere non appena l’azienda disporrà della tramoggia depolverante necessaria.


Condividi
ULTIME NEWS