Pubblicato il

Digitalizzazione delle imprese: la Cna presenta il bando della Regione

Condividi

TARQUINIA – Secondo incontro per la presentazione del bando “Digital Impresa Lazio”. La Cna di Viterbo e Civitavecchia dà appuntamento per oggi alle ore 15, a Tarquinia, a quanti, imprenditori e liberi professionisti, vogliono sapere quali progetti per la trasformazione digitale possono beneficiare dei contributi a fondo perduto della Regione e come fare per richiederli. L’iniziativa, che si terrà nella sala riunioni della nuova sede della Cna (in via Vincenzo Ferri – zona artigiana), è organizzata in collaborazione con la Rete di Imprese VisiTarquinia e con le Associazioni Viva Tarquinia e Divini Commercianti. Il piano della Regione sarà illustrato da Luigia Melaragni e Armando Mangeri, rispettivamente segretaria e responsabile dell’Area Credito dell’Associazione territoriale, affiancati da Gino Stella, presidente di VisiTarquinia. Interverrà il vicesindaco, Luigi Serafini, che è anche assessore all’Economia del Territorio, allo Sportello Europa e alle Opere Pubbliche.  “Con il vicesindaco  – osserva Melaragni – si è aperto, subito dopo l’insediamento della nuova giunta, un confronto sulle politiche per le micro e piccole imprese. L’evento di oggi costituirà un’ulteriore occasione per approfondire la conoscenza delle esigenze degli imprenditori riguardo un tema, la digitalizzazione, che è strettamente connesso a quello della competitività del tessuto produttivo, dunque offrirà elementi utili alla messa a fuoco delle azioni da programmare”.  
L’avviso della Regione Lazio, che ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, ha destato grande interesse, considerato che i contributi a fondo perduto coprono fino al 70 per cento delle spese di investimento ammissibili per progetti di importo tra i 7.000 e i 25.000 euro e che è previsto il sostegno a un ampio ventaglio di interventi orientati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico.  Proprio a partire da oggi le domande potranno essere inserite nella piattaforma regionale online. Ci sarà poi tempo fino al 2 ottobre 2019. L’incontro è gratuito e aperto a tutti.


Condividi
ULTIME NEWS