Pubblicato il

''L’assessore Attig resta al suo posto''

Il sindaco Moscherini difende la titolare dell’Ambiente e ribadisce la compattezza della maggioranza, dopo la riunione plenaria di ieri sera. «Si tratta di beghe interne, che non fermeranno il lavoro dell’amministrazione»

Condividi

«Fabiana Attig resta alla guida dell’Assessorato all’Ambiente, e la coalizione anche su questa decisione resta compatta». Il sindaco Gianni Moscherini rompe il silenzio di questi giorni e interviene sulla vicenda Riformisti, difendendo l’assessore e stigmatizzando quello che definisce «uno scandalismo ingiustificato. Al di là delle vicende giudiziarie – afferma il primo cittadino – che restano una questione personale legata a reciproche denunce, il dato politico è che un consigliere e una parte dei Riformisti ha scelto di staccarsi dal gruppo originale. Una decisione tutta interna al partito, che non avrà alcuna conseguenza per la maggioranza, dal momento che proprio ieri il consigliere Iacomelli ha confermato pubblicamente, nel corso della riunione di domenica, la propria fiducia al sindaco e la propria collocazione nella coalizione di governo». Una divisione, dunque, che, non avendo conseguenze sulla tenuta della maggioranza, «è da considerarsi un arricchimento della coalizione. D’altro canto non vedo nemmeno la necessità alla luce di queste vicende di dimissioni da parte dell’assessore Attig, che anzi sta lavorando in maniera egregia e che quindi merita di rimanere nella squadra. A preoccuparmi è piuttosto chi ricama su queste vicende, cheFABIANA sembra amare più l’arte del ricamo, appunto, che quella del cucito. A me piacerebbe che privilegiassero piuttosto il lavoro concreto, evitando di vivere la politica come una continua opera di sciacallaggio sulle difficoltà degli altri». Dunque nessuna intromissione nelle questioni interne ai partiti, ma solo grande attenzione per il futuro. «Non ci faremo bloccare – ha aggiunto – da chi vuole impedire che il lavoro vada avanti. Al prossimo Consiglio, oltre alla formazione delle commissioni verrà presentata la nostra idea di riforma della pianta organica e già entro fine mese, dunque a soli due mesi dal nostro insediamento, sarà completata la sistemazione della macchina politica e di quella tecnico-amministrativa». Il primo cittadino ha poi anche elencato le grandi emergenze alle quali l’amministrazione sta mettendo mano, tra le quali ci sono acqua, rifiuti, depuratore, emergenza abitativa ed emergenza sanitaria, tutte situazioni per le quali si attendono decisioni operative già ad agosto, più alcune novità, che Moscherini non ha voluto anticipare, ma che, ha assicurato «saranno svelate subito dopo l’approvazione delle linee di indirizzo per le partecipate. In ogni caso – ha concluso – il “primum vivere”, con tutti i servizi principali, dovrà ritrovare efficienza entro e non oltre il mese di dicembre».


Condividi
ULTIME NEWS