Pubblicato il

Insinna porta al Traiano un po’ di swing

Dopo le esperienze di ‘‘Don Matteo’’ e ‘‘Affari Tuoi’’ l’attore e autore romano fa registrare il tutto esaurito al botteghinoTrama del musical la gloriosa e misera storia di una banda di caserma dove si incontrano vizi e virtù della quotidianità Dopo il successo lo scorso mese di ‘‘Hair’’ torna in città uno spettacolo diretto dal regista teatrale e televisivo Giampiero Solari

Condividi

FLAVIOdi LUCA GUERINI
CIVITAVECCHIA – Nuovo appuntamento per gli appassionati di musical: al teatro Traiano domani alle 21 e domenica alle ore 17 30 andrà in scena lo spettacolo “Senza Swing”. Protagonista l’attore Flavio Insinna che, dopo aver cavalcato l’onda grazie al successo televisivo di “Affari tuoi” torma al proprio punto di partenza, ovvero il teatro. Alla base della narrazione ci sono i momenti significativi ma anche paradossali di una banda di caserma in cui i personaggi riescono (loro malgrado) ad affermarsi nel mondo militare. Importante sarà l’orchestrazione del regista Giampiero Solari che ha già presentato nella nostra città numerosi suoi lavori tra cui, recentemente, il musical Hair con le musiche della cantante Elisa. La banda, protagonista dello spettacolo, diventa un microcosmo nel quale convivono involontariamente esistenze umane piccole e meschine. Queste esistenze nel loro insieme rappresentano tanti piccoli vizi sociali che riconosciamo come molto familiari nella nostra quotidianità. “Senza Swing” diventa quindi un intreccio di piccole storie alle quali si fonde la bravura di Flavio Insinna ed una band di nove elementi, a metà strada tra la classica banda da caserma e la big band da locale.La musica diventa un continuo riverber del racconto, rende concreti diversi episodi che riguardano la banda della caserma e contribuisce energicamente a dare un ritmo serrato allo spettacolo. Questo spettacolo diventa una nuova sfida che si pone come obbiettivo “il gioco” con modi diversi di raccontare una storia in teatro. «Lo spettacolo “Senza Swing” porta in maniera ironica un contenuto di rifiuto e di necessità di reagire alla mediocrità. – racconta nelle note il regista Giampiero Solari – Le vite “furbette” e mediocri sono senza swing. Ma lo spettacolo lascia anche una sensazione positiva nello spettatore dal momento che ti fa sentire che se uno reagisce alla mediocrità e crede che i propri sogni si possano realizzare si raggiungeranno sempre risultati inaspettati. Credendoci e lottando per realizzare le proprie passioni, si rischia di vivere pieni di swing». Lo spettacolo promosso dalla Ballandi Entertainment verrà proposto nei prossimi mesi al teatro Sistina di Roma e nella nostra città ha già registrato il tutto esaurito. Il pubblico locale ha infatti dimostrato di apprezzare le doti dell’interprete principale e curiosa di poterlo conoscere ed apprezzare dal vivo. Lo stesso protagonista è autore dei testi insieme a Pier Paolo Palladino, Manfredo Rutelli e Andrea Lolli.
La band è invece composta da Daniele Bitossi (contrabbasso), Mario Cirillo (Sassofono), Leonardo Galigani (Tromba), Emanuele Maglioni (Tromba), Federico Pacini (Pianoforte), Enzo panichi (Batteria), Jodi Scalise (Chitarra), Emiliano Tozzi (Sassofono), Folco Tredici (Trombone).


Condividi
ULTIME NEWS