Pubblicato il

la proposta di salvini Capitini e Bertolini: «Dopo oltre 20 anni di professionismo riaprire le caserme non è fattibile » Elezioni 2022 e servizio militare: generali “bocciano” la naja

Condividi

Ripristinare il servizio militare in Italia? No. La proposta di Matteo Salvini, in vista delle elezioni politiche 2022 del 25 settembre, viene stoppata dagli esperti interpellati dall’Adnkronos.

“L’esercito non è una specie di riformatorio o ente morale che raddrizza le persone, i giovani: con una proposta del genere sembra che all’esercito venga delegato il compito di educare, di formare cittadini e renderli consapevoli. Prima di arrivare all’esercito però ci sono i genitori, la scuola, gli amici, la società, università e poi forse anche l’esercito”, dice il generale
Paolo Capitini
, docente di Storia militare alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito di Viterbo. “E allora perché non li mandiamo tutti nelle forze dell’ordine? Così imparano benissimo cosa è la legge e a rispettarla, -aggiunge provocatoriamente Capitini – e se vogliamo spaventarli mandiamoli nella polizia penitenziaria così capiscono cosa significa”.

“E’ una di quelle battute che non sta né in cielo né in terra e poi dopo 20 -25 anni di professionismo solo l’idea di riaprire le caserme, far ripartire i contratti per vestirli ed equipaggiarli, armarli e soprattutto per dar loro un compito non è proprio fattibile. – cobtinbua Capitini – E poi che fanno? La guerra, la pace, combattono le frane…? Sembra come quando i genitori arrabbiati dicono ai figli ‘guarda che ti mando in collegio!’, siamo seri. Perché invece non si pensa a potenziare settori che sono in difficoltà come i vigili del fuoco? E poi non è neanche il momento di dire cose del genere con una guerra in corso”.

“Perché invece non pensiamo a rinnovare il nostro esercito? La Polonia ha avviato un programma da svariati miliardi di euro e che vede l’acquisto di 700 cannoni e più di mille carri armati, noi non arriviamo a 100 carri armati e non sappiamo se camminano. – ha concluso Capitini – Se si vuole fare veramente qualcosa si faccia qualcosa per rinforzare la difesa”.

Per il generale
Marco Bertolini
, ex capo del Coi, “un anno di servizio militare? Un’ottima idea se fosse percorribile. Sarebbe un momento di formazione per i ragazzi molto importante, verrebbero educati all’idea che devono qualcosa alla comunità, non devono soltanto pretendere, hanno dei doveri prima di avere dei diritti e il fatto di dovere alla comunità e al paese un anno della propria vita è stato importante per tutte le generazioni passate”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS