Pubblicato il

Santa Marinella, al cimitero niente più tombe

Santa Marinella, al cimitero niente più tombe

EMERGENZA LOCULI.  Il sindaco Pietro Tidei annuncia che da ieri non c’è più alcuna disponibilità Il primo cittadino ha emesso un’ordinanza di requisizione temporanea di alcuni spazi ancora utilizzabili nelle cappelle

Condividi

SANTA MARINELLA – Si è chiusa ieri la disponibilità di loculi nel cimitero comunale. A affermarlo è l’ufficio tecnico che informa che per far fronte all’emergenza, il Sindaco Tidei, ha dovuto emettere un’ordinanza di requisizione temporanea, per un massimo di sei mesi, dei loculi ancora disponibili nelle cappelle. “Una situazione incresciosa – afferma il sindaco – ereditata come tutti sanno, ma che va affrontata con assoluta priorità. Da domani, come mi conferma l’ufficio, non c’è più un loculo disponibile. Inutile dire che la notizia purtroppo veicola da tempo e che è numerosa la fila di cittadini che vengono nel mio ufficio a reclamare un loro diritto, quello di un loculo già pagato e purtroppo indisponibile”. “La requisizione – aggiunge Tidei – è purtroppo un atto dovuto, ma voglio rassicurare i cittadini che si tratterà di fatto di un prestito per un massimo di sei mesi, tempo utile alla realizzazione di nuovi loculi. A tal proposito, voglio informare la cittadinanza che sono stati consegnati oggi i lavori per un primo stralcio di un progetto, finalizzato a contrastare l’emergenza nel cimitero comunale, che vede la realizzazione, entro la prima settimana di agosto, di 40 nuovi loculi prefabbricati, completi di ogni finitura e subito pronti alla vendita. Prevediamo, nel periodo immediatamente successivo, la realizzazione di ulteriori 40 loculi. Il nostro progetto, tra l’altro, propone modifiche sostanziali e migliorie rispetto al precedente del 2017, dove sarebbero stati realizzati tumuli in sopraelevazione senza alcuna finitura e con enormi difficoltà di accesso a causa dell’assenza di un elevatore che è rotto. I loculi che andremo a realizzare, saranno altresì posizionati a piano terra, per garantire un accesso semplificato, inoltre, provvederemo alla sistemazione di alcune aree verdi oggi abbandonate ed incolte”. “Questo problema – conclude il sindaco – la mia Giunta lo vuole risolvere e per questo proseguiremo con il discorso del project financing che eliminerà di fatto lo stato di emergenza per molti anni”.


Condividi
ULTIME NEWS