Pubblicato il

Polemica sulla nuova piazza comunale

Polemica sulla nuova piazza comunale

Condividi

SANTA MARINELLA – Sulle polemiche tra la maggioranza e le opposizioni sulla questione relativa al progetto della nuova piazza comunale, interviene l’ex consigliere comunale della lista Un’Altra Città è Possibile, che spiega come sono andate le cose tra gli esponenti della giunta Bacheca e i rappresentanti della Piazza Partecipata, sulle modalità di modifica di alcuni punti riguardanti la revisione del progetto.

“Provo a fare un minimo di storia su questo progetto – dice Paola Rocchi – lo scorso anno, l’opposizione, si accorse che la maggioranza stava procedendo con il progetto preliminare della nuova piazza ed ha pubblicato un bando puntuale per avere progetti esecutivi. Da parte nostra, quel progetto, venne analizzato in modo molto puntuale al punto da indurre la Giunta a cambiare idea a su alcune cose. Si tennero almeno due riunioni di commissione consiliare per discutere il progetto, cosa che non sarebbe avvenuta senza l’opposizione della Piazza Partecipata. Poi la maggioranza invitò i rappresentanti della Piazza a due sedute di commissione aperta, che è una cosa abbastanza eccezionale, prende nota di quello che dicono, promette ulteriori coinvolgimento ma poi tutto finisce li. Quando, in due occasioni, abbiamo chiesto i progetti, ci è stato detto che la società “Via ingegneria” ancora non li aveva presentati. Con la delibera numero 20, invece, vengono approvati i progetti definitivi. Però le caratteristiche del progetto definitivo, non sono state condivise con nessuno dei cittadini fuori del Consiglio Comunale e nemmeno con l’opposizione dentro allo stesso Consiglio, ma le abbiamo lette solo sulla stampa. Ovviamente le polemiche ci stanno tutte, soprattutto dopo che l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Bronzolino ha affermato che sono state accolte le istanze della Piazza Partecipata. Quando ci mostreranno il progetto per giudicare pubblicamente la qualità di quell’intervento? E inoltre, se sono state accolte le istanze, perché il costo dell’opera è lievitato considerando che ciò che si contestava era proprio il costo esorbitante del parcheggio? “Per tutto questo – conclude la Rocchi – serve un confronto, perché un’opera così importante, va seguita passo dopo passo da tutti. E dove sta questo confronto?
Gi.Ba


Condividi

ULTIME NEWS