Pubblicato il

CIVITA CASTELLANA L’assessore Coletta risponde all’associazione Ops dopo il post su Facebook «Il Comune non ha escluso nessuno»

«Il Comune non ha escluso nessuno»

«L’amministrazione non intende in alcun modo ostacolare le loro iniziative»

Condividi

CIVITA CASTELLANA – Non si sono ancora spente le polemiche sul palio di Sant’Anselmo, a Bomarzo, che ecco accendersene altre.

Questa volta nella città delle ceramiche, dove sono in corso i festeggiamenti in onore dei SS Giovanni e Marciano. «Con grande rammarico, l’associazione Ops deve annunciare di non essere quest’anno nell’organizzazione delle feste patronali. Il nostro volontariato nasce e fonda il suo obiettivo proprio per la raccolta fondi e per a messa in piedi degli eventi che ogni anno rendono omaggio ai santi patroni Giovanni e Marciano, e non far parte di essere rende il nostro servizio alla comunità senza uno scopo ben preciso e disorientante. Con la speranza che un domani si possano risolvere i problemi di incomprensione sul ruolo della nostra associazione, tutta l’Ops augura un buon lavoro ai comitati organizzativi e un bellissimo SS Giovanni e Marciano 2022 a tutti». Questo è il post pubblicato dall’associazione civitonica (anche nella foto a fianco), cui ha fatto seguito la risposta dell’assessore allo Spettacolo, Simonetta Coletta. «In merito alla polemica scoppiata sui social per una presunta fantomatica esclusione dell’associazione Ops dall’organizzazione delle feste patronali da parte del Comune di Civita Castellana, tengo a precisare che l’associazione Ops con nota prot. n. 11675 del 04.04.2022 ha richiesto il patrocinio per due eventi nelle date del 9 e 10 settembre presso l’Orto di Miretto e che il Comune ha concesso il patrocinio richiesto con occupazione gratuita del suolo pubblico». Carte alla mano, l’assessore aggiunge: «Con nota prot. N. 21553 del 21.07.2022 l’associazione Ops ha poi richiesto il patrocinio per un evento in data 17 settembre 2022, sempre presso l’Orto di Miretto, e ho personalmente spiegato al presidente dell’associazione che probabilmente non sarebbe stato possibile organizzarlo in quella data perché il 17 settembre erano previste altre iniziative, salvo poi dare in seguito disponibilità per la data richiesta. A quel punto però l’Associazione OPS ha comunque scelto sua sponte di annullare l’evento che aveva proposto al Comune». E, ancora: «A seguito di richiesta da parte dell’associazione Ops prot. n. 21948 del 27.07.2022, il Comune si è reso disponibile ad affidare la gestione della Tombola di San Marciano alla predetta associazione. Con successiva nota prot. n. 22998 del 08.08.2022 la medesima Associazione ha comunicato l’impossibilità di gestire la Tombola di San Marciano». Coletta spiega «che non risultano agli atti del Comune altre richieste da parte dell’associazione Ops in merito all’organizzazione di ulteriori iniziative per il programma delle feste in onore dei SS Martiri Giovanni e Marciano. Ricordo che nessuna associazione ha contratti e/o convenzioni con il Comune per la gestione e l’organizzazione di tali feste patronali». «L’associazione Ops – conclude l’assessore – è un valore aggiunto nel territorio comunale, non è e non sarà mai mia intenzione ostacolare in alcun modo ogni loro iniziativa, così come quella di altre associazioni presenti sul territorio.
Tuttavia ho ritenuto doveroso un chiarimento per smorzare polemiche che non giovano a nessuno. Credo che nel rispetto reciproco dei ruoli e della normativa vigente si potrà continuare una proficua collaborazione.

Buone feste patronali a tutti”.


Condividi

ULTIME NEWS