Pubblicato il

Coronavirus e Brexit, Boris Johnson infettato da Bernier? Ma Giampaolo Scacchi sospetta: è il principe Carlo?

Coronavirus e Brexit, Boris Johnson infettato da Bernier? Ma Giampaolo Scacchi sospetta: è il principe Carlo?
Giampaolo Scacchi

Condividi

Coronavrus proietta la sua ombra sinistra anche su Brexit. Il “paziente zero” di Downing Street” che ha contagiato Boris Johnson, potrebbe essere Michel Barnier, il negoziatore dell’UE per la Brexit e, riferisce Giampaolo Scacchi, a darne notizia è il Daily Mail.

I sospetti su Barnier sono nati dopo che il 5 marzo ha avuto una riunione a Bruxelles con David Frost a capo della missione britannica nelle trattative per l’accordo commerciale.Dopo 14 giorni, periodo massimo di incubazione del coronavirus, il 19 marzo Barnier ha annunciato di essere  positivo e tweettato:”Sto seguendo tutte le indicazioni necessarie, così com’è per il mio team”.

Il giorno successivo, Downing Street aveva rivelato che Frost era in autoisolamento dopo aver mostrato “sintomi lievi”, diventando così il primo della cerchia ristretta del Primo Ministro che si riteneva fosse stata infettata.Poco dopo, altri alti funzionari avevano iniziato a lavorare da casa, tra cui Helen MacNamara.

Due giorni dopo i primi sintomi, e il giorno successivo alla conferma che era positivo, il Primo Ministro si è messo in quarantena e governa il paese dall’appartamento in Downing Street.Attualmente, assistenti e consulenti si riuniscono nella sala del Gabinetto per una serie di videoconferenze con Johnson, tra cui il “comitato di guerra Covid-19” mattutino, in cui sono condivisi gli ultimi dati del SSN e i raffronti internazionali.

Continua a leggere l’articolo di Giampaolo Scacchi


Condividi