Pubblicato il

Due siti per due distributori

Due siti per due distributori

Il delegato all’Urbanistica Sante Superchi e il sindaco Antonio Pasquini illustrano l’iter per la realizzazione dei due impianti
«Le eventuali proposte arriveranno sul tavolo del consiglio comunale che deciderà quale zona scegliere e se realizzare il progetto di cui necessita la cittadinanza»
 


Condividi

ALLUIERE – Allumiere avrà il suo distributore di carburanti e di elettrico, individuati due siti. Ad annunciarlo il consigliere delegato all’Urbanistica e decoro urbano Sante Superchi e il sindaco Antonio Pasquini che hanno anche sottolineato che”Inizia la rinascita per la comunità di Allumiere”. Dopo l’inizio di alcuni importanti lavori e l’avvio delle varie gare d’appalto per i lavori già finanziati che ammontano a circa 1,5 milioni di euro è di questi giorni la notizia, infatti, che i tecnici, incaricati dall’amministrazione comunale, hanno depositato i progetti per lo studio del territorio ed hanno individuato due siti per la realizzazione di un nuovo distributore che hanno le caratteristiche tecniche per essere autorizzati: il primo in viale Garibaldi loc.Fontanile e l’altro sulla strada provinciale che porta alla frazione di La Bianca in località Croce di Bura. Purtroppo dopo la chiusura del distributore in piazza da parte della Tamoil, il paese è rimasto sprovvisto di un distributore di carburanti e la conformazione geografica e morfologica del territorio comunale ne ha escluso altre soluzioni tra le quali prma del bivio di La Bianca a causa della presenza di zona rossa Pai che quindi non può essere utilizzata. La scelta dell’amministrazione quindi è quella di pubblicare due separate manifestazioni d’interesse al fine di reperire la volontà di soggetti qualificati per la possibile realizzazione del distributore in uno dei due siti. Detta procedura di massima trasparenza porterà le eventuali proposte sul tavolo del consiglio comunale, il quale deciderà quale zona scegliere e se realizzarlo. Infatti tale passaggio sarà fondamentale per la variante al Prg in quanto lo stesso piano, approvato alcuni anni fa, prevede la localizzazione in località Vaccareccia (circa10 Km dal paese) e per dare al paese una scelta il più possibile condivisa. “La necessità – proseguono Pasquini e Superchi – di realizzare tale struttura di piccole dimensioni è dettata dall’esigenza dei residenti che ad oggi, devono fare il pendolarismo per Tolfa o Civitavecchia quando oltre alla macchina o motociclo, il decespugliatore, la motosega o qualsiasi altro bene rimane senza carburante e ciò è assurdo”. Oltre alle due colonnine per i carburanti, l’impianto prevede quella per la ricarica elettrica. “Inoltre – precisano il sindaco e il delegato all’Urbanistica e al Decoro urbano – considerato lo studio tecnico effettuato per il sito del bivio La Bianca, abbiamo colto l’occasione per dotarci anche di un progetto per la riqualificazione dell’intera area dove oltre al recupero decoroso del sito, si è progettato uno snodo con ampi parcheggi conformi alle normative vigenti e nel rispetto delle normative dettate dal vincolo Pai”. Mercoledì, quindi, il presidente della commissione Uso e Assetto del territorio, SanteSuperchi ha illustrato questi progetti e la linea amministrativa che sarà seguita.


Condividi
ULTIME NEWS