Pubblicato il

Banane: attracco alla banchina 25 Sud

Banane: attracco alla banchina 25 Sud

Questa la decisione temporanea assunta dal presidente. Di Majo per mantenere il traffico Chiquita a Civitavecchia. Riunione fiume ieri al Mit tra Authority, Cfft e Rtc. I sindacati oggi decideranno se sospendere lo sciopero

Condividi

CIVITAVECCHIA – Partita da Livorno ieri, la nave della Maersk con il suo carico di merce Chiquita attraccherà nella giornata di oggi alla banchina 25 sud. 
È questa la decisione presa ieri dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale che, a quanto pare, avrebbe inviato una nota al comandante della Capitaneria di porto – responsabile degli accosti in materia di sicurezza – comunicando come, temporaneamente, le navi Maersk che scaricheranno al terminal agroalimentare le banane Chiquita attraccheranno alla banchina 25 sud. (agg. 20/11 ore 5.46) segue

DUE CARICHI DIROTTATI A LIVORNO. E questo nonostante, di fatto, sia in vigore l’ordinanza firmata dallo stesso presidente Di Majo e oggetto di ricorso al Tar del Lazio, con la quale viene disposto lo scarico dei container solo alla 25 (nord), e quindi al Terminal di Rtc. Tanto che il piano accosti della scorsa settimana indicava proprio quell’attracco per la Maersk. Motivo per il quale Civitavecchia, ed il Cfft in particolare, ha già perso due importanti carichi, dirottati su Livorno. Una soluzione temporanea, quella adottata dal numero uno di Molo Vespucci, che confida sempre nella risoluzione della vertenza attraverso un accordo tra le parti: Cfft e Rtc. 
Ed il livello si è alzato, tanto che la questione ieri è finita al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dove si è svolta una riunione fiume proprio tra i responsabili del dicastero, i vertici dell’Adsp del Mar Tirreno centro settentrionale e le due società che da agosto ormai sono in trattativa per trovare un accordo che, giovedì scorso, sembrava vicino dall’essere sottoscritto. E invece, alla fine, non si è fatto più nulla. (agg. 20/11 ore 6.20)

RIUNIONE FIUME ALLA RICERCA DELLA SOLUZIONE. Una riunione fiume, quella di ieri, iniziata nel primo pomeriggio ed andata avanti fino a sera, con l’obiettivo di tentare di trovare una soluzione ad un problema che rischia di mettere in crisi e compromettere seriamente il sistema portuale di uno scalo strategico come quello di Civitavecchia. 
E dall’esito dell’incontro al Ministero di ieri dipenderà anche la decisione dei sindacati, Filt Cgil e Uiltrasporti, di sospendere o meno lo sciopero indetto per giovedì. Sindacati che, nei giorni scorsi, avevano chiesto conferma ufficiale al presidente dell’Adsp del mantenimento del traffico Chiquita, strategico per lo scalo con le sue 140mila tonnellate annue movimentate: ma non è arrivata risposta, quindi lo sciopero, al momento, rimane confermato.  (agg. 20/11 ore 7)


Condividi
ULTIME NEWS