Pubblicato il

"Operazione Oro Rosso": esiti dell'attività della Polizia Ferroviaria di Udine

Condividi

UDINE – La Polizia Ferroviaria della provincia di Udine nella giornata del 15 ottobre 2018 è stata impegnata nei controlli straordinari denominati “Operazione Oro Rosso”, consistenti in mirati servizi di prevenzione e repressione del fenomeno dei furti di rame in ambito FS, con particolare riguardo ai depositi per il riciclo dei metalli ferrosi ed il controllo di obiettivi sensibili lungo le linee ferroviarie. 

 

RISCONTRATO UN DRASTICO CALO DEI FURTI DI RAME

Grazie a tali costanti controlli messi in campo dalla Polfer, come da indicazioni impartite dal Servizio di Polizia Ferroviaria di Roma, finalizzati a contrastare il fenomeno su scala nazionale dei furti di rame in abito ferroviario, si è riscontrato un drastico calo dei furti di rame in ambito ferroviario. Si mira così a mantenere un elevato standard di sicurezza cercando di contrastare il fenomeno dei furti di rame che interessano le strutture delle Ferrovie dello Stato, creando disservizi e ritardi per chi utilizza il vettore ferroviario.  (Agg.22/10 ore 21,15)

DIVERSI REPARTI IMPEGNATI NELL’OPERAZIONE

Nelle operazioni sono stati impiegati gli Uffici della  Sezione Polizia Ferroviaria di Udine e dei Posti Polfer di Cervignano e di Gemona del Fr.li, il cui personale ha controllato complessivamente 10 obiettivi tra depositi di metalli, attività commerciali autorizzate alla raccolta e trattamento dei rifiuti, nonché alcuni siti sensibili lungo le linee ferroviarie, identificando complessivamente 11 persone. (Agg.22/10 ore 21,20)
 


Condividi

ULTIME NEWS