Pubblicato il

Guerra aperta sul Bilancio comunale

Guerra aperta sul Bilancio comunale

Fiumicino. Fabiola Velli (M5S): ''Siamo sull’orlo del dissesto finanziario''. Replica Giuseppe Pavinato (Pd): ''Mente sapendo di mentire. I nostri conti sono a posto''

Condividi

FIUMICINO – “Oggi si è squarciato finalmente il velo che nascondeva le bugie sul bilancio di Fiumicino. Leggo con preoccupazione il bilancio di rendiconto e i dati di fatto esaminati nella relazione dei revisori. Anche se nei comizi elettorali parlano di riduzione del debito, in realtà si è accumulato un debito da 50 milioni di euro per il quale si stanno pagando le rate, e ci mancherebbe che così non fosse, ma tra le maglie dei conti è apparso un ulteriore mutuo per 230.000 euro“. Lo afferma una nota di Fabiola Velli, consigliera e candidata sindaco del Movimento 5Stelle. (Agg. 30/05 ore 8.06) segue

“I CONTI NON TORNANO”. “Abbiamo visto tutti in ogni località di Fiumicino i cartelli elettorali con i quali il sindaco si vanta del recupero dell’evasione fiscale, in realtà nel bilancio è scritto a chiare lettere che il recupero dell’evasione e dell’arretrato degli anni precedenti non avviene, e che il lieve aumento delle entrate è dovuto piuttosto a un aumento della popolazione. Come se non bastasse i debiti fuori bilancio sono fuori controllo e l’avvocatura perde sistematicamente le cause con grave danno per l’amministrazione”.
“La nostra ragioneria ci dice che i conti con l’istituto cassiere non tornano, e mancano all’appello circa 800.000 euro. Il rendiconto conferma chiaramente che il comune ha in cassa 0 e dico 0 euro, tanto che gli stipendi dei dipendenti sono pagati in anticipazione di cassa, ovvero in rosso maturando ulteriori interessi. A conti fatti, il comune per dare il giusto compenso ai dipendenti e far mangiare le loro famiglie ha collezionato un debito di oltre 1 milione di euro. In definitiva la Fiumicino tributi non funziona, la ragioneria è in difficoltà ed è meglio evitare giudizi sull’avvocatura”, spiega la Velli.
“In tutto ciò nel bilancio di previsione del 2018 si prevedono opere per 24 milioni la cui copertura è prevista con ulteriori mutui. La situazione è chiara, il Comune è sull’orlo del dissesto e si promettono ai cittadini opere da realizzare a debito, ulteriori debiti sulle spalle dei cittadini. Questa non è “la diligenza del buon padre di famiglia” che si deve avere per fare l’interesse della popolazione”.
“Completiamo l’opera signor sindaco? – conclude la Velli -. Meglio di no, grazie, ha già fatto abbastanza danni”.
Replica piccata del Partito Democratico. “Mi permetto di suggerire alla candidata Sindaco Velli che la mistificazione dei dati e le grida al disastro finanziario non sono un buon viatico per la vittoria né tanto meno prova di capacità di governo”. Così il presidente della Commissione Bilancio e candidato nella Lista Civica Montino, Giuseppe Pavinato, risponde alle dichiarazioni di Fabiola Velli in tema di bilancio.
“Esiste una sola definizione a proposito delle dichiarazioni di Velli – incalza il consigliere -: mente sapendo di mentire, ai soli fini elettorali“. (Agg. 30/05 ore 8.40)

LA SITUAZIONE. Pavinato illustra poi come stanno davvero le cose. “Ricordo alla consigliera Velli di leggere tutta la relazione dei Revisori dei Conti che sono nominati dalla Prefettura e quindi indipendenti. Nella relazione si afferma, infatti, che il Comune di Fiumicino ha i conti in ordine”.
“Velli dimentica che nel 2013 l’Amministrazione Montino ha ereditato un debito molto complesso di circa 52 milioni di euro – ricorda ancora Pavinato -. Se si fosse informata avrebbe scoperto la competente e trasparente azione di pianificazione con i debitori con un esborso di circa 1.5 milioni di euro verso i creditori. 
Debito compensato con una reale, fattiva e concreta azione finanziaria di rientro possibile grazie ad una politica positiva delle entrate. È evidente che, in assenza di quel dissennato debito, oggi sarebbero state realizzate opere a beneficio di tutti per ben 52 milioni di euro”.
Lo stesso vale per le anticipazioni di cassa, spiega ancora il presidente della Commissione Bilancio: “Informo la consigliera Velli che nel 2013 l’andamento del sistema di anticipazioni di cassa si aggirava intorno a una media costante di 30 milioni di euro. Oggi si sta consolidando un andamento di parità finanziaria.
Questo vale anche per le Società partecipate come la Fiumicino Tributi s.p.a. che chiude comunque in positivo, e per le Farmacie comunali. Non si ricordano eguali risultati nelle precedenti Amministrazioni”.
“Per quanto riguarda l’Avvocatura del Comune – spiega ancora Pavinato -, non corrisponde al vero che “l’amministrazione perde sistematicamente tutte le cause”. È vero, invece, che il rapporto tra il numero di contenziosi e le percentuale delle sentenze che condannano il Comune è a vantaggio dell’Amministrazione. Essendo la presidente della Commissione Trasparenza, la invitiamo a leggere gli atti a sua disposizione”.
“Quindi si può affermare che il lavoro di questi ultimi cinque anni consegna alla città di Fiumicino una finanza onesta, programmata, in ordine. 
Le opposizioni – conclude Pavinato – stanno cercando di basare la propria campagna elettorale su palesi bugie”. (Agg. 30/05 ore 9.12)


Condividi

ULTIME NEWS