Pubblicato il

Tidei: “Più convenzioni e protocolli d’intesa’’

Tidei: “Più convenzioni e protocolli d’intesa’’

Il candidato del centrosinistra progetta soluzioni per la copertura del deficit che affligge le casse comunali Massima attenzione anche sull’idrico

Condividi

SANTA MARINELLA – Tra le priorità che il candidato sindaco della coalizione di centri sinistra Pietro Tidei ha messo nel suo programma, c’è quella della copertura dell’enorme deficit che grava sulle casse comunali. Per l’ex deputato, diventa una impresa cercare di coprire il vistoso buco di bilancio, ma con un’opera di mediazione tra il governo e la Regione, ritiene di poter portare a compimento un progetto che avrebbe del miracoloso. “Asse portante della nostra politica e della nostra amministrazione – afferma Tidei – deve essere l’offerta di convenzioni e di protocolli d’intesa con la Regione Lazio, così come con il governo nazionale e con i suoi vari ministeri, soprattutto sfruttando le risorse dell’Europa e dei suoi fondi strutturali. Una parte della copertura del deficit della finanza comunale, attraverso i fondi pre dissesto e dissesto, mentre dovremo cercare di ridurre al minimo le spese superflue per poter accantonare quei fondi che ci servono per la normale amministrazione”. (Agg. 25/05 ore 10.46) segue

LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO. Un altro tema molto sentito è quello della gestione del servizio idrico. L’Acea deve riprendere a rilasciare autorizzazioni per allacci idrici e fognari – spiega il candidato sindaco – superando l’attuale blocco delle autorizzazioni e soprattutto metterla nellecondizioni di farlo attraverso quelle opere che garantiscano il mare pulito, vera risorsa del nostro litorale. Serve un accordo di programma con Acea Atodue e un intervento strutturale che consenta, tra l’altro, l’allaccio delle zone della Perazzeta e delle parti alte di Santa Marinella non ancora servite anche attraverso l’ampliamento dei depuratori. Ma bisogna anche prendere atto delle mutate condizioni climatiche e della crisi del bacino di Bracciano per cercare nuove soluzioni. Occorre attivare subito la ricerca di fonti alternative e di riserva. L’attenzione della nuova amministrazione è puntata, da subito, sui pozzi di Furbara, per usi irrigui, fonte storica di approvvigionamento idrico con nuove stazioni di sollevamento”. (Agg. 25/05 ore 11.30)

LA VARIANTE AURELIA. Ma un altro progetto che Tidei intende rispolverare è quello della variante Aurelia, una strada alternativa alla Statale che consenta un più rapido attraversamento della città nelle due direzioni. “La particolare conformazione di Santa Marinella – prosegue l’ex sindaco di Civitavecchia – distesa su 25 chilometri di costa, rende indispensabile la realizzazione anche per stralci dell’express way, il collegamento diretto tra via IV Novembre e via Ulpiano, e la copertura della trinceaferroviaria attraverso fondi Europa, Regione, Enel e Ferrovie dello Stato. Inoltre non è più tollerabile la presenza dell’ecomostro del cementificio di cui la nuovaamministrazione prevede un rapido abbattimento previa eliminazione o correzione dei vincoli esistenti, attraverso un accordo con la proprietà ed il Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, al fine di riqualificare compressivamente tutta l’area. L’operazione fa parte del recupero della risorsa suolo che rappresenta una decisa inversione di tendenza rispetto al consumo che ha portato attraverso gli anni allo sviluppo delle aree cementificate”. “E in questo capitolo il nostro programma riserva particolare attenzione a due esigenze ritenute vitali per qualsiasi modello di sviluppo – conclude Tidei – la messa a regime dei fossi e la loro manutenzione e il recupero delle aree abbandonate o degradate”. (Agg. 25/05 ore 12)


Condividi

ULTIME NEWS