Pubblicato il

Snc a Catania con la mente già a Genova

PALLANUOTO, SERIE A2. Nell’ultima di campionato civitavecchiesi di scena domani alle 17 in Sicilia contro i Muri Antichi. Le calottine rossocelesti promosse ai playoff con un turno d’anticipo giocheranno senza nessun obiettivo. Il giovane difensore Muneroni: «Sarà un allenamento più che una partita. Non abbiamo niente da perdere» 

Condividi

di MATTEO CECCACCI 

Per la Snc Enel Civitavecchia di Marco Pagliarini è arrivata la fine della regular season che vedrà le calottine rossocelesti sfidare domani alle 17 in terra siciliana i catanesi dei Muri Antichi di coach Giovanni Puliafito in un match privo di significati e di poco valore: lo avrebbe avuto se nella penultima giornata fossero usciti risultati totalmente diversi da quelli che si sono verificati, a partire dalla sconfitta dei Muri Antichi col Salerno che aveva sancito la certezza dei playoff alla Snc che poteva ambire al terzo posto approfittando della sconfitta del Latina con il Vis Nova per 7-5, ma i civitavecchiesi, purtroppo, non ne hanno tratto alcun beneficio perdendo poi la sfida notturna con l’Arvalia 15-12. 
Una serie di probabilità e ipotesi che è inutile elencare, ma di certo il team di patron D’Ottavio meritava qualcosa di più, perché dopo un girone d’andata impeccabile terminato con un secondo posto che aveva anche dato all’intera città l’illusione di un bel prosieguo e di una fantasmagorica promozione in serie A1, era giusto come minimo ottenere un terzo posto, ma forse i troppi complimenti ed elogi ricevuti al giro di boa hanno solo fatto del male alla società che nella seconda parte di campionato ha sconvolto tutti, anche se quest’anno l’obiettivo primario era la crescita personale dei giovani, un traguardo che è stato pienamente raggiunto. 
Tornando al match, al di là del risultato che uscirà dalle squadre capitanate da Davide Romiti e Aurelio Scebba, c’è da dire che i civitavecchiesi, nonostante l’ipoteca del quarto posto con 34 punti, cercheranno di chiudere in bellezza la stagione prima di disputare la post season con il Genova Quinto nelle date che stabilirà in settimana la Fin, mentre i siciliani, quinti della lista con 30 lunghezze all’attivo, dovranno stare attenti a non perdere la piazza in quanto dietro ci sono Vis Nova (-1) ospiti del Tgroup Arechi e Pescara (-2) attesi dal Waterpolo Bari. 
A commentare l’ultima gara della stagione è il forte difensore classe ‘97 Marco Muneroni: «Scenderemo in acqua concentrati perché sarà un ottimo allenamento in vista dei playoff; cercheremo di vincere e chiudere il campionato con una vittoria. Sarei ipocrita a dire che non ci crediamo all’impresa con il Genova Quinto, ormai ci siamo, sappiamo che è difficilissimo, ma rispetto a loro abbiamo molte meno responsabilità e quindi ce la giocheremo».


Condividi

ULTIME NEWS