Pubblicato il

Addio Vigilantes Gls

Addio Vigilantes Gls

Erano addetti alla visione dell'impianto di telecamere. A giorno la scadenza del contratto di assistenza territoriale. L'assessore Mollica Graziano: "Non lasceremo scoperto il servizio"

Condividi

LADISPOLI – Tempo scaduto per i vigilantes. Dai prossimi giorni scadrà il loro contratto a Ladispoli. Le guardie giurate Gis che visionano le telecamere erano state già dimezzate qualche mese fa. Tanto che il personale addetto da gennaio è in servizio solo dalle 22 alle 6. Nelle restanti 14 ore niente pattuglie esterne e niente guardie giurate davanti ai monitor della sala operativa del Comune per visionare le oltre 100 telecamere sparpagliate sul territorio. Anche la Polizia locale di Ladispoli può comunque osservare i monitor collegati alla videosorveglianza e quindi è in grado di intervenire per un eventuale allarme ma non dalle 20 alle 22. In queste due ore si crea un buco perché gli agenti della municipale staccano alle 20, e le guardie giurate attaccano alle 22. (agg. 26/05 ore 8.13) segue

“PRESTO UN NUOVO BANDO”. Il nuovo bando non è ancora in dirittura d’arrivo ma l’amministrazione comunale ha già avuto modo di rassicurare. “La burocrazia ha rallentato l’iter – sostiene l’assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale di Ladispoli, Amelia Mollica Graziano – poiché la nuova gara dovrà passare tramite la Centrale unica di committenza assieme ad altri comuni e quindi prima di un mese non riusciremo a procedere con il nuovo piano che prevede più pattuglie esterne, soprattutto nelle periferie come Monteroni dove sono aumentati i furti, oppure nei quartieri residenziali come Cerreto e Miami. (agg. 26/05 ore 8.30)

SICUREZZA, AL VIA L’IMPLEMENTAZIONE DEL SERVIZIO DI VIDEOSORVEGLIANZA. Altra novità: la copertura sarà di 24 ore. Una cosa è certa da giugno il servizio verrà ugualmente garantito, perciò la vigilanza non rimarrà scoperta. In quale formula lo decideremo in questi giorni”. Nel frattempo le telecamere aumenteranno ancora. In settimana – come confermato anche dal comandante della Polizia locale di Ladispoli, Sergio Blasi – saranno installati altri impianti nelle zone agricole verso Cerveteri. Nel corso degli anni le telecamere, costate centinaia e centinaia di migliaia di euro, sono state utili per risolvere anche casi molto importanti da carabinieri e polizia locale. Dall’aver individuato i responsabili di un omicidio ad aver scoperto chi aveva commesso furti o rapine. Oltre ad implementare il circuito sul territorio il Comune dovrà anche riparare gli impianti attualmente fuori uso in viale Mediterraneo di fronte al centro giovanile assalito dai vandali recentemente. In questa zone le telecamere sono ko da un anno per colpa di un fulmine. (agg. 26/05 ore 9)


Condividi
ULTIME NEWS