Pubblicato il

Assenteismo a Csp: Attig critica De Leva

Condividi

CIVITAVECCHIA – Il passaggio da Hcs e le sue partecipate alla newco Civitavecchia Servizi Pubblici non convince il responsabile zonale dell’Ugl Fabiana Attig, critica nei confronti soprattutto dell’amministratore unico della società, Francesco de Leva. Amministratore che, in questi giorni, ha parlato di un controlli e verifiche contro l’assenteismo. Ma secondo Attig sono sbagliati sia i presupposti da cui parte De Leva che le percentuali calcolate.

«Un banale errore di calcolo – ha spiegato Attig – ha svelato l’altissima competenza dell’amministratore.  De Leva nel tentativo di giustificare i suoi limiti manageriali e i suoi sperperi come gli straordinari, l’aumento di livelli, i superminimi, le nuove assunzioni dei due membri del Cda e l’aumento del suo compenso ha pensato bene di fare la vittima, costruendo a danno dei lavoratori la favola sull’assenteismo e i “furbetti del cartellino”. Nulla di più falso. Qualcuno avrebbe dovuto spiegare a De Leva che le percentuali di assenza dei diversi settori non si possono sommare tra loro. Il dato snocciolato del 33% di assenteismo non esiste». Secondo Attig «da mesi si sta tentando in tutti i modi di far ricadere il disastro sui lavoratori quali capri espiatori di una situazione che è sul punto di esplodere. Dichiarare inoltre che attraverso le schede di valutazione stabilirà chi tra i più meritevoli avrà la decurtazione di un’ora di solidarietà o un aumento delle ore di lavoro, significa stare fuori ogni contesto logico e professionale, contravvenendo all’accordo sindacale ed innescando altre vertenze a danno economico dell’azienda. La CSP è totalmente politicizzata. Lo abbiamo visto con le azioni discriminatorie tra i lavoratori. Assenti poi organizzazione, trasparenza e servizi. Con questa ricetta Il risultato sarà solo uno: l’azienda salterà in aria più rapidamente della Hcs».


Condividi

ULTIME NEWS