Pubblicato il

Decoro urbano, Francesco Settanni (M5S): ''La futura amministrazione dovrà garantire adeguati livelli estetici e qualitativi''

Decoro urbano, Francesco Settanni (M5S): ''La futura amministrazione dovrà garantire adeguati livelli estetici e qualitativi''

Condividi

S.  MARINELLA – «Il decoro urbano definisce la bellezza e la dignità dello spazio urbano, soprattutto nelle sue parti di uso collettivo. Più ampiamente il decoro urbano esprime un concetto estetico e morale che concerne la qualità sociale della città in quanto corrisponde alla responsabilità civile del cittadino nei confronti della collettività». A dirlo è il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle Francesco Settanni che evidenzia che l’habitat cittadino è un bene primario della comunità locale. (agg. 30/03 ore 12.28) segue

“VALORIZZARE IL BENE PUBBLICO”. «La futura amministrazione – continua Settanni – dovrà assicurare adeguati livelli qualitativi ed estetici, dovrà garantire la piena fruibilità del bene pubblico da parte dei cittadini con particolare riferimento ai beni di interesse storico, artistico, ambientale, monumentale ed architettonico. Questo significa che il cittadino ha diritto a vivere in un ambiente valorizzato, esteticamente gradevole e curato in ogni aspetto, il bene pubblico non è proprietà dell’amministrazione di turno, ma di tutti i cittadini e come tale va gestito, non con logiche proprietarie, ma con un progetto condiviso e partecipativo, in cui il cittadino può e deve segnalare disservizi e problemi, e l’amministrazione interviene nel più breve tempo possibile, tenendo conto che la segnalazione del cittadino è importantissima e permette di tener sotto controllo il territorio ed il decoro urbano. Quando parliamo di decoro urbano, non parliamo solo di un marciapiede rotto, decoro urbano significa anche rifiuti, vandalismo ed incuria, dissesto stradale, verde pubblico, segnaletica, affissioni abusive. Insomma parliamo del posto in cui viviamo a 360 gradi, che vogliamo gestire, su mandato dei cittadini, secondo l’interesse dei cittadini, lasciando fuori altre logiche non coerenti con la natura stessa del bene pubblico”. (Agg. 30/03 ore 13)

L’AUSPICIO. “Vorremmo che Santa Marinella – conclude il candidato sindaco – diventasse un mosaico di conoscenza, informazione, comunicazione ed ordine. Non uno strumento politico ma un’allegra e composta sinfonia, che renda possibile l’integrazione di un progetto turistico ampio e complesso, nel rispetto del cittadino. Noi abbiamo un sogno ed intendiamo realizzarlo, se i cittadini saranno con noi, tutti insieme daremo vita a questo progetto di cambiamento della nostra città”. (Agg. 30/03 ore 13.30)


Condividi
ULTIME NEWS