Pubblicato il

Gli studenti scoprono nell'arte il valore della comunicazione

Inaugurata ieri mattina la mostra delle scuole organizzata dalla Fondazione Cariciv, Comune, Enel e In Arte. I lavori saranno esposti fino al 30 maggio al museo della Rocca

Condividi

di ROMINA MOSCONI



Verità  emozionali'', questo il titolo della mostra che è stata inaugurata ieri mattina nella splendida cornice della Rocca del porto cittadino promossa dall'Ufficio Pubblica Istruzione di Civitavecchia in collaborazione con Fondazione Cariciv, Enel e In Arte.

Gli organizzatori hanno allestito una serie manufatti realizzati dagli alunni del Secondo Circolo Didattico della città , da quelli della Scuola Secondaria di Primo Grado e, infine, da quelli dello Scientifico e dell'Istituto d'Arte. Le opere dei ragazzi sono state realizzate nell'ambito del progetto educativo didattico curato da Concetta De Falco. L'inaugurazione di questa mattina si è svolta in due momenti separati: il primo si è svolto nella sala stampa dell'Autorità  Portuale dove è stato presentato il progetto dal Dirigente dell'Area Pubblica Istruzione di Civitavecchia, Attilio Pecoraro; dalla curatrice, Concetta De Falco; dal presidente della Cariciv, Vincenzo Cacciaglia e dagli insegnanti coinvolti. Il secondo momento invece si è svolto nella Rocca, dove è stato effettuato il taglio del nastro davanti alle autorità  cittadine.

Verità  emozionale è il percorso educativo con il quale si sono condotti gli alunni alla scoperta del valore comunicativo e del suo ruolo di espressione dell'animo e del proprio io che è proprio della pittura spiega la De Falco i ragazzi hanno imparato a conoscere le opere d'arte moderne e contemporanee avvicinandosi in modo gioioso e giocoso ad espressioni artistiche che hanno segnato la nostra verità  storica, il nostro pensiero contemporaneo. Il progetto è stato realizzato in due sotto progetti: uno per le elementari incentrato Il colore delle emozioni'', con il quale sono andati alla scoperta delle emozioni e delle reazioni connesse. I più grandi invece si sono concentrati su Le verità  del mio tempo'' per conoscere ed interpretare quella dei nostri giorni. I due progetti sono stati integrati con i Laboratori del conoscere'' attraverso i quali hanno imparato a conoscere e classificare le opere; mentre con quelli del Fare'' a mettersi in contatto con l'arte divenendo loro stessi artisti. La mostra resterà  aperta fino al prossimo 30 maggio.


Condividi
ULTIME NEWS