Pubblicato il

"Un film per Civitavecchia", largo alle idee

CIVITAVECCHIA - Il primo progetto approvato con il bando 2007 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia fa parte del settore Istruzione e...

Condividi

FONDAZIONECIVITAVECCHIA – Il primo progetto approvato con il bando 2007 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia fa parte del settore Istruzione e coinvolge anche l’ambito della cultura. Due settori particolarmente cari all’Ente bancario, da sempre vicino e sensibile a simili iniziative. Come “Un film per Civitavecchia”, l’interessante progetto messo in campo dal Comune e dalla stessa Fondazione Cariciv per festeggiare i 1900 anni della nascita della città, raccontando storie e conoscendo così meglio la realtà locale. Si tratta di un concorso aperto ai residenti di Civitavecchia e del comprensorio (Santa Marinella, Allumiere, Tolfa, Tarquinia, Montalto di Castro, Cerveteri, Ladispoli e Manziana) che potranno inviare, entro il prossimo 7 gennaio, una storia, racconto, soggetto cinematografico di lunghezza massima di cinque pagine con liberi ma consistenti riferimenti a Civitavecchia, finalizzato e strutturato per la realizzazione di un lungometraggio. “Vogliamo tener viva la cultura cinematografica, nonostante le tante difficoltà – ha spiegato il delegato alla Cultura Pino Quartullo – senza dimenticare, allo stesso tempo, l’orgoglio di essere civitavecchiesi: dobbiamo essere consapevoli del fatto che Civitavecchia ha molte potenzialità ed è privilegiata rispetto ad altre città”. Entro il 7 gennaio dovranno essere spediti gli elaborati (cartacei e in formato elettronico Word su Cd) a: Scuola della Arti – Settore Cultura e Spettacolo presso Ufficio Protocollo Comune Civitavecchia, piazzale Guglielmotti, 00053 Civitavecchia (Roma). Sulla busta, nello spazio riservato alle generalità del mittente, andrà indicato soltanto il titolo dell’elaborato. La busta dovrà contenere, oltre all’elaborato, una seconda busta chiusa, sigillata, contenente il nome, le generalità dell’autore ed una copia valida di un documento di identità che attesti la residenza. Tra l’8 ed il 28 gennaio si svolgerà una prima selezione degli elaborati, per giungere ai primi 12 finalisti. “Questi racconti saranno letti nella serata speciale del 29 gennaio al Teatro Traiano – ha aggiunto Quartullo – e la giuria, composta tra l’altro da Enrico Job, Ettore Scola, Lina Wertmuller, decreterà i tre vincitori. Per loro, come proemio, un’auto Ford Ka offerta da Lidauto, un viaggio per due persone a Madrid offerto dall’agenzia Traiano viaggi e vacanze ed un telefono cellulare Nokia N73 offerto dal Centro Benedetti di Tarquinia”. Mentre i dodici finalisti parteciperanno a titolo gratuito ai corsi di scrittura cinematografica della Scuola delle Arti a partire da febbraio, i soggetti più interessanti saranno sviluppati in sceneggiatura e potranno diventare lungometraggi. Soddisfatto il rpesdiente della Fondazione Cariciv, Vincenzo Cacciaglia, che insieme al consigliere Adriano Sansonetti hanno presentato questa mattina il progetto presso la sede dell’Ente, sottolineando il sostegno sia per il concorso in sé che per le lezioni aperte e gratuite di sceneggiatura. “E’ un progetto di grande valenza sociale e culturale – ha spiegato l’avvocato Cacciaglia – importante anche per il fatto che i giovani possono così scrivere della loro città, conoscerla e riscoprirla. Non potevano non accogliere con favore questo progetto”.


Condividi
ULTIME NEWS