Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria http://www.civonline.it Feed Rss di Civonline Copyright 2015 Civonline http://www.rssboard.org/rss-specification info@euromediaitalia.com IT-it Micchi, acquisiti rimborsi e fatturehttp://www.civonline.it/articolo/micchi-acquisiti-rimborsi-e-fattureCIVITAVECCHIA - Non sono ancora sopiti i fragori dell’indagine legata alla “evaporazione” dei tre milioni di euro di crediti che Micchi si è “dimenticato” di riscuotere entro il 31 dicembre 2017, che la Guardia di Finanza ha nuovamente bussato agli uffici della ex HCS.

Questa volta l’indagine riguarda i rimborsi percepiti dello stesso Micchi che furiose polemiche avevano già suscitato in passato. 

Come si ricorderà, da subito, i rimborsi del Micchi (tra indennità e rimborsi stradali, mai autorizzati, si arrivava a d un costo di circa 12/13mila euro mensili) suscitarono enormi polemiche. Addirittura il Micchi si rifiutò di consegnare i documenti relativi ai suoi compensi ai consiglieri comunali che ne avevano – attraverso specifico accesso agli atti – richiesto copia. Intervennero i Carabinieri e il Difensore Civico della Regione Lazio che ammonì Micchi e Cozzolino, confermando che la loro condotta era palesemente irregolare. Nonostante tutto, però, Micchi e Cozzolino continuarono a non fornire i documenti richiesti.

Ma seppur con i suoi tempi lentissimi la burocrazia andava avanti. 

Lo stesso Segretario Generale Cordella mise nero su bianco la questione, denunciando al Sindaco Cozzolino la grave irregolarità. Nel maggio 2016, il Segretario invitò formalmente il Sindaco a recuperare le somme percepite da Micchi in violazione di Legge. Il Sindaco avrebbe dovuto mettere in mora il Micchi, e nel caso di rifiuto di quest’ultimo a restituire le somme ingiustamente incassate, avrebbe dovuto avviare l’azione di responsabilità prevista dal Codice Civile.

Ma Sindaco ed Assessori - si sa – scontano verso Micchi e l’enorme stuolo di avvocati e commercialisti da questi incaricati, una sorta di timore reverenziale, come se fosse la Giunta al servizio di Micchi e non il contrario. Su questo punto, alcune male lingue riferirono di rapporti professionali tra familiari di un assessore ed il gruppo di professionisti legati a Micchi, che sarebbe approdato a Civitavecchia proprio in virtù di questi rapporti. 

Tornando ai fatti, secondo i bene informati è stata quindi proprio la comunicazione del Segretario generale ad allertare la Corte dei Conti.

La Procura regionale ha così avviato una indagine. I Magistrati ci vogliono vedere chiaro ed hanno così delegato la GdF ad acquisire tutte le indennità percepite da Micchi e dagli altri liquidatori negli ultimi cinque anni. 

Intanto il 22 febbraio si terrà la udienza sul concordato di HCS, che ormai è divenuto una vera e propria barzelletta. Doveva durare nove mesi, come previsto dalla Legge. Siamo arrivati al terzo anno con i creditori che ormai non si presentano nemmeno più in udienza, aspettando di poter disporre, tra pochi mesi, di un interlocutore più affidabile. 

Si attende invece la dichiarazione di fallimento per le altre tre società (Città Pulita, Argo ed Ippocrate). Per quanto i 5 stelle cerchino di rinviare in eterno, subito dopo la dichiarazione di fallimento, gli atti andranno in procura e la distruzione dei crediti e l’incremento delle spese a favore di amministratori e liquidatori, peserà come un macigno per un eventuale procedimento per bancarotta.

]]>
19.02.2018
Parisi: ''Zingaretti ha mai visitato un pronto soccorso?''http://www.civonline.it/articolo/parisi-zingaretti-ha-mai-visitato-un-pronto-soccorso«La Regione Lazio deve diventare il modello del Paese. Dobbiamo tornare a essere orgogliosi di essere parte di questo territorio, perché questa Regione non è una Regione qualsiasi, ma è la Regione che ospita la Capitale del nostro Paese». Lo ha detto ieri il candidato alla Presidenza della Regione Lazio per la coalizione di centrodestra Stefano Parisi. Il candidato alla Pisana, ieri a Civitavecchia per un comizio elettorale, ha ribadito quali sono gli obiettivi su cui puntare: sanità, occupazione giovanile e sviluppo del territorio. «Bisogna rimettere apposto la sanità» ha dichiarato Parisi che ha puntato il dito contro la mala gestio del centrosinistra e del Governo Zingaretti: «Guardate cosa sono i Pronto Soccorso e quanto ci vuole per un’operazione. Zingaretti dice di aver risanato la sanità, evidentemente non è mai stato in un pronto soccorso». Una politica, quella del governo Zingaretti «che si sottomette davanti al primo ragioniere dello Stato. La Politica – ha tuonato Parisi – deve imporre logiche diverse». Padrone di casa dell’evento che si è svolto presso il suo comitato il candidato alla Camera Alessandro Battilocchio. Presenti tutti i candidati locali alle elezioni regionali D'Ottavio, Riccetti e D'Angelo. Hanno portato un saluto anche i candidati al Parlamento Polverini, Notazio, Diaconale, Lollobrigida e Antoniozzi in rappresentanza di tutta la coalizione. 

]]>
19.02.2018
Inquinamento, il sindaco Mencarini vieta l'uso dell'acqua del fiume Martahttp://www.civonline.it/articolo/inquinamento-il-sindaco-mencarini-vieta-luso-dellacqua-del-fiume-martaTARQUINIA - Il Sindaco di Tarquinia, Pietro Mencarini, ha firmato un’ordinanza vietando l’uso dell’acqua del fiume Marta sia a scopi umani, che per l’abbeveraggio degli animali, per l’attività agricola, pesca e balneazione.

L’ordinanza fa proprio seguito al grave inquinamento del fiume avvenuto domenica, nel territorio di Tuscania, e che ha provocato la morte di molti pesci. Si attendono i risultati delle analisi effettuate dall’Arpa per l’eventuale revoca del provvedimento sindacale.

IL VERTICE. Intanto, il prefetto di Viterbo ha convocato una riunione per martedì alle ore 16, in Prefettura, per discutere dello sversamento di liquami nel fiume.

Alla riunione interverrà anche il Comune di Tarquinia, che sarà rappresentato dal vicesindaco Manuel Catini e dal consigliere comunale incaricato all’Ambiente Silvano Olmi.

IL SINDACO MENCARINI. «Ringrazio il prefetto per aver convocato questa riunione – dichiara il sindaco di Tarquinia Pietro Mencarini - occorre affrontare seriamente e nel suo complesso il problema. Non possiamo permettere che l’inquinamento del Marta, oltre che all’ambiente, provochi danni anche alle attività turistiche del litorale».

«Appena si è insediata, la mia amministrazione comunale ha avviato una serie di incontri con i gestori degli stabilimenti balneari, - aggiunge Mencarini - le associazioni e i cittadini tarquiniesi. Tutti chiedono un intervento deciso in difesa del fiume e del mare, un’azione che coinvolga tutti i comuni che scaricano nel lago di Bolsena e nel Marta, la Regione Lazio e la Provincia di Viterbo, l’Arpa, le associazioni ambientaliste, quelle di categoria e i cittadini».

Non resta ora che attendere i risultati delle analisi sul fiume, ordinate immediatamente dopo la segnalazione del sindaco di Tuscania Bartolacci. Da tempo ormai si attende di fare chiarezza sugli sversamenti nel fiume da parte dei comuni attraversati dallo stesso corso d’acqua; spesso infatti si registra inquinamento nel mare. (Agg. 19/2 ore 21,14)

]]>
19.02.2018
Marietta Tidei: ''Solo con la conferma di Zingaretti sarà possibile portare risorse al comprensorio''http://www.civonline.it/articolo/marietta-tidei-solo-con-la-conferma-di-zingaretti-sara-possibile-portare-risorse-al-comprenS. MARINELLA – In una convention alla quale hanno partecipato la parlamentare Marietta Tidei, l’assessore regionale Vincenzi, il deputato Guido Milana, la candidata al consiglio regionale Michela Califano e il segretario cittadino del Pd Pierluigi D’Emilio, si è sottolineata la necessità di creare un unico filo conduttore tra le elezioni regionali e quelle comunali. Negli interventi, infatti, tutti hanno evidenziato la necessità di giungere ad un’unica conduzione politica tra il Lazio e il territorio della costa tirrenica, per creare importanti rapporti tra le amministrazioni comunali e la giunta del governatore Zingaretti. (segue)

IL PD LOCALE PUNTA SUI FONDI PER CREARE POSTI DI LAVORO. «Per noi è fondamentale avere un interlocutore valido per amministrare Santa Marinella – ha spiegato D’Emilio – e per farlo ci vogliono persone che sanno prendere i fondi necessari per creare posti di lavoro, dall’Europa. Il Lazio, in questi ultimi cinque anni, è diventata la terza regione in Italia che ha ottenuto più risorse dalla Commissione Europea». (Agg. 20/02 ore 13,30)

CON ZINGARETTI RISORSE NEL COMPRENSORIO. Anche la Tidei ha condiviso questa analisi, dicendosi sicura che se in Regione dovesse restare Zingaretti, questo territorio ne trarrebbe grande vantaggio. «Dobbiamo continuare il progetto intrapreso cinque anni fa – ha commentato la deputata – perché solo così sarà possibile portare ancora risorse in questo comprensorio dove Cerveteri, Tarquinia e Santa Severa possono sviluppare le loro attività archeologiche e culturali. Grazie al progetto di risanamento della sanità regionale attuato da Zingaretti e che la giunta Polverini aveva portato a 12 miliardi di deficit, possiamo avanzare interventi che portino alla creazione di posti di lavoro. Il castello di Santa Severa, grazie alla Regione, è stato riaperto per tutto l’anno, è stato sottoposto ad un’opera di restauro mastodontica tanto che ospiterà un ostello per giovani, attività di ristoro e di artigianato». (Agg. 20/02 ore 16,15)

]]>
20.02.2018
Concorso Giacomo Leopardi: premio per la scuola primaria di Tolfahttp://www.civonline.it/articolo/concorso-giacomo-leopardi-premio-la-scuola-primaria-di-tolfaTOLFA - La maestra Maria Mellini e la dirigente scolastica dell’IC di Tolfa Laura Somma venerdì mattina nell’aula Pucci hanno ritirato il premio messo in palio dal Centro Incontri Culturali Civitavecchia. La scuola Primaria di via Lizzera ha trionfato grazie agli splendidi alunni della classe IV A delle bravissime docenti Maria Melloni, Sabrina Annibali, Elena Riversi che hanno partecipato al prestigioso concorso di poesia ‘’Giacomo Leopardi’’ con la bellissima poesia in ottava rima dal titolo: ‘‘L’albero’’ scritta dopo uno studio delle piante presenti nel territorio in occasione della Festa degli alberi. Purtroppo la classe non ha potuto essere presente alla premiazione perché lo scuolabus era rotto. «Eravamo tutti pronti per partire e gli alunni erano eccitati e felici - spiegano le maestre - purtroppo abbiamo saputo all’ultimo minuto che uno scuolabus era rotto e quello di Santa Severa non faceva in tempo a venire su e portarci a Civitavecchia. Comunque hanno ritirato il premio la maestra Matiace la nostra preside. Facciamo i complimenti ai nostri alunni: siamo orgogliose di loro. Grazie al Centro Incontri Culturali Civitavecchia che organizza questi importanti momenti culturali». (Rom. Mos.)

]]>
20.02.2018
Faggeto, Stefanini riconsegna la delegahttp://www.civonline.it/articolo/faggeto-stefanini-riconsegna-la-delegaALLUMIERE - Con il riconoscimento del Faggeto tra le 38 Aree naturali protette del Lazio come monumenti naturali, esulta Emiliano Stefanini, ideatore del progetto e delegato all’Università Agraria per il raggiungimento di questo obiettivo e rimette la delega al presidente Vernace.

«Sono felice per l’istituzione del Monumento dopo anni di duro lavoro politico e tecnico - scrive Stefanini - con questo bellissimo traguardo raggiunto si è concluso il mio ruolo di delegato all’istituzione del monumento stesso. Ringrazio il presidente dell’Agraria Pietro Vernace per l’opportunità che mi ha dato. Dopo anni di parole della politica locale, grazie alla perseveranza del consigliere Gino De Paolis siamo riusciti a far prevalere il merito di un patrimonio storico, archeologico e naturale dal valore inestimabile. (SEGUE)

UN PROGETTO NATO NEL 2013. La proposta nata dal gruppo di Sinistra Ecologia e libertà di Allumiere nel 2013, fatta propria dal Consigliere De Paolis, fu approvata all’unanimità del Consiglio Regionale e ha poi visto quattro anni di lavoro e diversi ostacoli, che pian piano hanno trovato soluzione. Dopo la proposta approvata di De Paolis in Regione, seguendo la buona pratica delle scelte partecipate dai territori e non calate dall’alto, la Regione ha dovuto attendere due anni per la delibera dell’Università Agraria, con l’allora presidente Pasquini, e tre anni per quella del Comune amministrato da Battilocchio, delibere entrambe per ottenere la volontà a procedere. Tra gli ostacoli che hanno ritardato questo atteso risultato ricordiamo la scelta della passata amministrazione comunale di escludere la ex Base Nato dal Monumento per ignoti motivi oltre ad una serie di errori grossolani sulla cartografia di perimetrazione proposta. A dilungare i tempi nell’ultimo anno, la scelta dell’attuale sindaco Pasquini di estrapolare dal monumento naturale l’area di «Campo della fiera» in prossimità della frazione la Bianca, che le passate amministrazioni, dopo aver investito in un rimboschimento poi fallito, hanno trasformato in area edificabile a servizi sul Piano Regolatore Generale. Un preavviso sull’area «Campo della fiera»: per ottenere il Monumento naturale del Faggeto non abbiamo fatto osservazioni e non abbiamo creato ulteriori ostacoli, ma oggi possiamo prenderci l’impegno che fin da domani metteremo in moto tutte le azioni possibili per bloccare uno sviluppo urbanistico di qualsiasi natura in quell’area, dove la natura dell’ecosistema e le limitrofe importanti aree archeologiche fermeranno «le molazze» con le quali si vorrebbe costruire in quell’area». (Agg. 20/02 ore 13,50)

Stefanini, poi, sottolinea: «Spiace leggere il comunicato del sindaco che per logiche elettorali attribuisce il merito dell’istituzione anche al Consigliere Leodori che, nonostante l’amicizia e la stima, di fatto non ha avuto nessun ruolo in questo provvedimento. È invece doveroso ringraziare i veri attori di questo importante traguardo a partire dal presidente Nicola Zingaretti, l’assessore all’ambiente Mauro Buschi e, in modo particolare, il direttore della Direzione Ambiente e Sistemi Naturali Vito Consoli e il suo staff, il delegato all’Ambiente del Comune di Allumiere Carlo Cammilletti e, più in generale, le amministrazioni dell’Agraria e del Comune di Allumiere. D’obbligo inoltre ringraziare in modo particolare Antonella Bonamoneta della segreteria del presidente Zingaretti per il suo prezioso lavoro di coordinamento tra il Consiglio e la Giunta: senza il suo impegno il Faggeto oggi non sarebbe Monumento Naturale».

SI CERCANO I FINANZIAMENTI. Ora inizia la fase di programmazione e ricerca di finanziamenti per la tutela e lo sviluppo sostenibile di questa preziosa area.  "Sono fiducioso - dice Stefanini - che le istituzioni locali faranno del loro meglio. La presenza di un consigliere del territorio come Gino De Paolis ha fatto la differenza, poiché insieme alla consigliera Marta Bonafoni, ha fatto sì che il Monumento Naturale diventasse una realtà. Oggi Gino e Marta sono candidati al Consiglio Regionale del Lazio, nella lista civica «Zingaretti Presidente», votiamoli esprimendo per loro la preferenza, così il proseguo dell’impegno per il bene dei Monti della Tolfa è assicurato''. (Agg.  20/02 ore 16,00)

Rom. Mos.

]]>
20.02.2018
Tarquinia, al setaccio le pinete dell’Agraria per la rimozione dei rifiutihttp://www.civonline.it/articolo/tarquinia-al-setaccio-le-pinete-dell-agraria-la-rimozione-dei-rifiuti-0TARQUINIA - Una delegazione di Assolidi è stata ricevuta sabato presso la sede della Università Agraria di Tarquinia dal presidente del consiglio Alessandro Guiducci e dal consigliere delegato al controllo del territorio e antincendio Alessandro Sacripanti.

L’incontro si è svolto all’insegna della piena cordialità ed ha avuto come tema principale le segnalazioni fatte da Assolidi circa lo stato di abbandono delle pinete costiere di proprietà dell’Ente dove l’accumulo di rifiuti e di ramaglie secche costituisce rischio d’incendio specialmente durante la stagione calda.

Sacripanti ha informato la delegazione di Assolidi che ha già provveduto ad effettuare dei sopralluoghi nelle pinete e che sono in corso le procedure per la soluzione dello stato di possibile rischio. (segue) 

LE PINETE PIU' FRUIBILI. Assolidi ritiene che le pinete costiere di S.Agostino, S. Giorgio e Spinicci debbano essere rese fruibili alla cittadinanza in termini di estrema sicurezza con accessi controllati e con la costante vigilanza delle autorità di pubblica sicurezza e della la Protezione civile al fine di scoraggiare azioni incoscienti da parte di, possibili, sconsiderati ignoti vandali.

Durante l’incontro è stata confermata la prossima attivazione a Tarquinia di un distaccamento operativo del Corpo dei Vigili del fuoco che costituirà un elemento di grande tutela contro i rischi incendio e per la gestione delle emergenze, competenze così efficacemente e valorosamente svolte dai Vigili su tutto il territorio nazionale. (Agg. 20/02  ore 15,49)

 

 

]]>
20.02.2018
Università Agraria di Tolfa a tinte grillinehttp://www.civonline.it/articolo/universita-agraria-di-tolfa-tinte-grillineTOLFA - L’attuale presidente dell’Università agraria di Tolfa Marco Santurbano sarebbe in procinto di passare al Movimento Cinque Stelle. A testimoniarlo la presenza, resa pubblica da foto e incitamenti, durante l’evento elettorale creato dai grillini ad Allumiere per le elezioni politiche e regionali nei giorni scorsi. L’attuale presidente, attualmente eletto da una maggioranza creata da una lista di moderati principalmente di centrodestra, dovrà candidarsi a breve per un nuovo mandato e la sua scesa in campo potrebbe far discutere.

L’avvicinamento del presidente al Movimento Cinque Stelle ha infatti fatto storcere il naso a diversi esponenti grillini tolfetani che da anni fanno opposizione al presidente. A pochi mesi dalle elezioni che porteranno al rinnovo delle cariche dell’ente tolfetano, e a poche settimane da quelle politiche e regionali, nasce infatti una polemica tutta interna al Movimento Cinque Stelle che potrebbe portare a delle defezioni importanti in termini di voti e non solo.
Se la maggioranza, per adesso, non ha espresso dichiarazioni sulla scesa in politica del presidente Santurbano, l’opposizione inizia a rumoreggiare.

]]>
20.02.2018
Emessa l'ordinanza contro il gioco d’azzardohttp://www.civonline.it/articolo/emessa-lordinanza-contro-il-gioco-d-azzardodi TONI MORETTI

CERVETERI - “Se non ci pensa lo Stato - avrà pensato il sindaco Alessio Pascucci – a contrastare un fenomeno che negli ultimi anni  ha ridotto sul lastrico  famiglie, imprenditori, che speranzosi di fare il colpo della vita e di sistemare con le vincite grandi o piccoli problemi, si sono ritrovati a dover pagare debiti di migliaia di euro a causa del gioco d’azzardo, ci penso io”. Con una ordinanza, sollecitata anche da una mozione presentata dai Verdi nell’ultimo consiglio comunale, con i poteri a sua disposizione vieta l’apertura di sale da gioco, sia tradizionali che videolottery, e di spazi per il gioco che siano ubicati in un raggio di 500 metri, misurati secondo il percorso pedonale più breve, da istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, centri di aggregazione sociale, centri giovanili o altre strutture culturali, ricreative e sportive frequentate principalmente dai giovani, o da strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale. 
Il testo norma anche gli orari di apertura, che potranno estendersi dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 20 di tutti i giorni, compresi i festivi. 
Gli apparecchi, nelle ore di sospensione del funzionamento, devono essere spenti tramite l’apposito interruttore elettrico di ogni singolo apparecchio e essere mantenuti non accessibili.  La mancata osservanza dell’Ordinanza che entrerà in vigore giovedì 1 marzo, comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa da 200 a 500 euro.
Che sia imbarazzante la presenza di macchinette “ruba-soldi” non solo nelle sale apposite definite “Slot” ma ormai quasi in ogni esercizio pubblico dove uno stato “biscazziere” attraverso sue aziende che si occupano di lotto e lotterie, attrae l’attenzione dei frequentatori con spot trasmessi su video in bella vista a tentare la fortuna con estrazioni di numeri che fanno vincere ogni quarto d’ora, basta un euro, è qualcosa che la persona di buon senso palpa nell’aria. 
Si è mai pensato che qualcuno possa incastrare il cervello in quel meccanismo e spendere un euro ogni quindici minuti per una o due ore o addirittura per due o tre o quattro, o cinque o sei e dimenticarsi del pranzo se non ha niente da fare perché pensionato, o solo, o peggio ancora se disoccupato e vede in quella probabile vincita la possibilità di risolvere i suoi problemi economici? Quanto dà in quel lasso di tempo a quelle palline virtuali che si trasformano in numeri che solo saltuariamente sono uguali a quelli che ha giocato accrescendo speranza, stress, accanimento e voglia di rivincita e tenta per l’altra estrazione. Quella del quarto d’ora successivo. Un altro euro, o due per aumentare la possibilità o il volume della vincita. Questo è il rischio, reale, diffusissimo, aggravato dallo stato di crisi che rende le persone più fragili e che compromette la salute mentale dei cittadini adulti e dei giovani. 
«Questa ordinanza non è che il punto di partenza – assicura il sindaco Pascucci – Poiché, pur non avendo risolto il problema, si comincia a  fissare dei limiti. Puntiamo infatti a voler ridurre l’offerta e la possibilità di gioco e, soprattutto, miriamo ad aiutare quelle persone affette da ludopatia ad uscire da quel meccanismo di continuità che viene ricreato ciclicamente dalle macchinette: le costringe a staccare e a riprendere contatto con la realtà, con la società che c’è fuori da quelle quattro mura e con i propri affetti».
Si spera che con queste limitazioni si possa riconquistare il gusto di prendere un caffè molto spesso deturpato da facce nervose e pensierose con gli occhi puntati alle macchinette in attesa di responsi che quasi sempre non corrispondono alle aspettative.

 

]]>
20.02.2018
Disposta la distruzione di 117 kg di alimenti privi di tracciabilitàhttp://www.civonline.it/articolo/disposta-la-distruzione-di-117-kg-di-alimenti-privi-di-tracciabilitaCERVETERI - Con un’ordinanza sindacale disposto il dissequestro e la distruzione degli alimenti posti sotto sequestro dal personale appartenente al Comando Carabinieri per la Tutela della Salute - NAS di Roma a fine gennaio presso un esercizio pubblico di somministrazione di pasti e bevande sito in via Fontana Morella denominato La Brace. I militari  a seguito di una ispezione igienico-sanitaria avevano redatto il verbale di sequestro, in quanto venivano rinvenuti in un pozzetto congelatore kg 117 circa di prodotti carnei, verdure e preparati a base di verdure privi di tracciabilità.  Visto che il titolare dell’esercizio aveva richiesto la distruzione di quanto sequestrato e, preso atto che il competente Sian della Asl di Bracciano non ha manifestato l’esigenza di procedere a prelievi di campioni, si è proceduto con l’ordinanza considerato che appare oltremodo dannoso che gli alimenti posti sotto sequestro restino depositati presso l’esercizio per un periodo non determinato né determinabile. Si ordina pertanto che la distruzione avvenga a cura e spese del titolare dell’attività mediante affidamento degli alimenti ad una ditta autorizzata allo smaltimento.

]]>
20.02.2018
Crisi porto e Privilege, Ugl: ‘’Inoltrata richiesta di incontro al presidente di Majo’’http://www.civonline.it/articolo/crisi-porto-e-privilege-ugl-inoltrata-richiesta-di-incontro-al-presidente-di-majoCIVITAVECCHIA -  ‘’L’Ugl di Civitavecchia unitamente al Segretario Nazionale dei Metalmeccanici Antonio Spera, ha inoltrato già da tempo, una richiesta di incontro urgente al presidente di Majo per rappresentare i lavoratori della Privilege iscritti a questo sindacato’’. Lo dichiara il sindacato, parlando della crisi che sta vivendo il porto di Civitavecchia.  Chiesta l’istituzione di un tavolo di lavoro presso la commissione del partenariato affinché ‘’si possano affrontare in maniera complessiva i diversi casi di crisi aziendali, anche in funzione del prossimo sviluppo dell’autorità di sistema centro settentrionale’’.

UGL: "FORTE PREOCCUPAZIONE" - ‘’L’Ugl è fortemente preoccupata per la crisi che sta investendo il porto di Civitavecchia’’. È quanto dichiara in una nota il sindacato, convinto che ‘’Le criticità dei punti forza dello scalo cittadino come i container, collegamenti stradali, rinfuse, agroalimentare, crociere e auto, sono diventati un vero tallone di Achille. Tanto da far registrare ogni giorno la caduta libera di imprese storiche locali’’. (Agg. 19/2 ore 18.50)

"INIMMAGINABILE SIMILE DERIVA" -  ‘’Mai e poi mai avremmo immaginato una deriva del genere. La ricaduta sul tessuto locale è disastrosa, si perdono ogni giorno decine di posti di lavoro che si vanno ad assommare a quelli ormai diventati cronici, come quanto avvenuto per i lavoratori della Privilege. Lavoratori che hanno deciso in blocco di aderire alla Ugl di Civitavecchia». È quanto dichiara in una nota L’Ugl, intervenendo sul porto, che invita tutti ad unire le sinergie per far fronte a quanto sta avvenendo e soprattutto vigilare affinché vecchi e nuovi accordi sulla ricaduta occupazionale vengano rispettati. (Agg. 19/2 ore 19.22)

]]>
19.02.2018
La Vecchia resta nel buio del tunnelhttp://www.civonline.it/articolo/la-vecchia-resta-nel-buio-del-tunneldi GIAMMARCO MORGI

Resta bloccato nel tunnel delle sconfitte il Civitavecchia Calcio 1920 che, nel match valevole per la 24^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, cede con il risultato di 3-1 sul rettangolo dei rivali dell’Astrea; formazione che ora viaggia sulla terza casella della graduatoria a quota 47 punti. La gara inizia in salita per i nerazzurri che già al 17’ del primo tempo si trovano in svantaggio dopo la rete di Mollo che porta in vantaggio l’Astrea. Chiusa la prima frazione con i padroni di casa avanti nel punteggio, i civitavecchiesi diretti da mister Ugo Fronti riescono a trovare il pari al 76’ con Di Fiandra; ma all’81’ l’Astrea trova il pari su rigore con Giuntoli e potrà vantare la superiorità numerica fino alla fine della gara vista l’espulsione rimediata da Iacomelli; autore del fallo che ha causato il penalty. Nel finale il nervosismo condiziona i nerazzurri che subiscono anche la terza rete all’88’ messa a segno da Petitta.
«Mi dispiace - commenta l’autore del momentaneo pareggio del Civitavecchia Calcio 1920 Ciro Di Fiandra - che la mia rete non sia servita a far centrare un punto alla squadra, visto che dopo il gol pensavo che saremmo riusciti a centrare almeno il pareggio. Sono convinto che la squadra abbia messo in scena un’ottima prestazione e che, se l’arbitro non avesse assegnato il rigore e non ci avesse costretti a giocare in inferiorità, saremmo riusciti a centrare un risultato positivo. Ora pensiamo alla prossima partita che sarà fondamentale per la corsa alla salvezza».
Il Civitavecchia Calcio 1920 resta quindi decimo in classifica a quota 27 lunghezze, ma ora le distanze dalle inseguitrici si sono ridotte a soli tre punti.

]]>
19.02.2018
Mondiale della Pace, tutto prontohttp://www.civonline.it/articolo/mondiale-della-pace-tutto-prontoLa Opi 82 di Salvatore Cherchi è pronta a mettere in scena la seconda conferenza stampa e la cerimonia del peso del Campionato Mondiale per la Pace WBC che avrà luogo venerdì al PalaTiziano di Roma, evento che vedrà Emiliano Marsili sfidare il messicano Victor Betancourt sulla distanza delle 12 riprese nella categoria pesi leggeri.
Nel co-main event Alessandro Goddi sfiderà il polacco Kamil Szeremeta per il vacante titolo europeo dei pesi medi. 
I fondi raccolti attraverso la campagna sociale dedicata e durante la serata saranno devoluti al progetto ‘‘Fighting for the Peace’’ creato dalla Scholas Foundation e dal programma BoxVal del World Boxing Council.  
La conferenza stampa si svolgerà domani alle 12.30 presso l’Hotel Ibis Styles Roma Eur in Viale Egeo 133. 
Oltre ad Emiliano Marsili, parteciperanno i campioni che non hanno potuto essere presenti alla prima conferenza stampa: Alessandro Goddi, Victor Betancourt e Kamil Szeremeta. La cerimonia del peso avrà luogo giovedì alle 13 nello stesso albergo.

]]>
19.02.2018
La Cestistica sale un altro gradinohttp://www.civonline.it/articolo/la-cestistica-sale-un-altro-gradinodi ALESSIO ALESSI

Neanche Frassati riesce a fermare una Ste. Mar. 90 lanciata a tutta velocità verso un posto d’onore nella griglia playoff. A Ciampino la formazione di Civitavecchia mostra i muscoli ai padroni di casa, costretti ad arrendersi 53-56. Un successo che permette ai rossoneri di volare in seconda posizione a quota 30, a 6 punti dalla capolista Viterbo, ospite mercoledì 28 (la gara, inizialmente in programma domani, è stata spostata di una settimana) al PalaRiccucci per la sesta giornata di ritorno del campionato di serie C Gold maschile.
«Abbiamo disputato una partita eccellente - ha spiegato coach Lorenzo Cecchini - per 35’, concedendo a Frassati appena 36 punti, poi a 5’ dalla fine, sul +15, abbiamo avuto un blackout che c’è quasi costato la vittoria. A parte questo, però, i ragazzi sono stati tatticamente molto bravi. Importante aver vinto gli ultimi tre scontri diretti, soprattutto dal punto di vista emotivo: è la conferma che possiamo battere chiunque». Parziali: 16-20, 11-7, 7-15, 19-14.
Frassati Basket: Di Bello 2, Pichini n.e, Ciaralli 5, Zambonelli n.e., Iori n.e, Gabrieli 11, Moscianese 13, Mariani 3, Cecchetti 5, Spizzichini , Cammillucci 14, De Marzi n.e. Coach: Casadio.
Cestistica Civitavecchia: Campogiani 5, Bezzi 3, Bencini 0, Bottone 0, Gianvincenzi 5, Profumo D. n.e, Morrison 20, Profumo N. n.e, Dieye 1, Pebole 16, Spada 0, Cattaneo 6. Coach: Cecchini.

]]>
19.02.2018
Crc-Amatori Parma: la decide capitan Gentilehttp://www.civonline.it/articolo/crc-amatori-parma-la-decide-capitan-gentileIl cuore del Civitavecchia Rugby Centumcellae pulsa una volta più dell’Amatori Parma, incamerando un successo importantissimo. 
Al Moretti Della Marta la gara è finita 16-14, decisa da un piazzato allo scadere di capitan Gabriele Gentile che, sebbene fosse in posizione sì centrale ma distante una quarantina di metri e controvento, ha mandato l’ovale in mezzo ai pali, operando il sorpasso sugli ospiti.
Nel primo tempo della seconda giornata di ritorno della serie B girone 2 sono i biancorossi a fare la voce grossa, sfruttando una mischia performante e il rientro efficace di Gianmarco Orchi con la maglia numero 2. 
Tutto questo, nonostante numerose assenze che costringono i tecnici Pippo Esposito e Alessandro Mameli a inventarsi una linea arretrata competitiva. 
Da una ripartenza continuata arriva la marcatura pesante quasi a fine primo tempo, con Gentile che trasforma dopo aver ottenuto tre punti da un altro calcio di punizione. 
Il 10-0 con cui inizia la ripresa viene ribaltato dai parmensi che, ripresisi con i primo otto uomini, lavorano con efficacia con la linea dei tre quarti. 
A inizio ripresa e a cinque minuti segnano Maghenzani (le mete) e Carra con le trasformazioni cambiano il punteggio fissandolo sul 13-14, inframezzato da un piazzato di Gentile che poi siglerà quello decisivo per il 16-14 finale.
In classifica i civitavecchiesi agganciano la Rugby Parma 1931 in ottava piazza a quota 25 punti, due lunghezze sotto al Rieti avversario da affrontare, sempre al Casaletto Rosso, domenica 3 marzo, alla ripresa del campionato che si ferma nuovamente per il 6 Nazioni.
Civitavecchia: Peris; Carabella, Gentili, Di Gennaro, Mellini; Gentile (cap), Crinò; Onofri, Kurtaj, Simeone; Natalucci, Manuelli; Giordano, Orchi (42’ Solfanelli), Rossi (48’ Orabona). Non entrati: Spada, Nocchi, Raponi, Nastasi, Pitocchi. Allenatori: Esposito e Mameli.
Arca Gualerzi Amatori Parma: Maghenzani; Spagnoli (41’ Guidi), Carra, Bianconi, Cantoni; Orsenigo, Gherri; Ciasco (36’ Belli), Scarica, Pedretti (44’ Corradi); Rossi, Andreozzi (cap.); Amin Fawzi, Tolaini (56’ Gatti), Bertozzi (44’ Calì). Non entrati: Gaibazzi, Ciccarelli. Allenatore: Viappiani.
Marcatori: 1t. 2’cp Gentile, 36’meta Manuelli tr Gentile; 2t. 9’m Cantoni tr Carra, 16’cp Gentile, 35’m Maghenzani tr Carra, 37’cp Gentile.

]]>
19.02.2018
Colpaccio Marguttahttp://www.civonline.it/articolo/colpaccio-marguttaStraordinaria vittoria in trasferta e vera e propria prova di forza per la Margutta Asp nel campionato di serie C femminile. 
Sabato pomeriggio il sestetto rossoblu allenato da coach Mauro Taranta ha espugnato il campo della capolista Roma7 con il risultato di 3-2. 
Un epilogo a sorpresa, anche perché, pronti via, Iengo e compagne si sono trovate sotto per 2-0, nonostante una lotta quasi alla pari con le capitoline fino alle battute finale dei set. 
Ormai certe del successo, le padrone di casa della Roma7 hanno però subìto la rimonta delle civitavecchiesi, un veemente ritorno che s’è concluso con la vittoria per 15-4 al tie-break da parte della Margutta. 
«Le ragazze hanno dimostrato il loro valore - afferma il dirigente dell’Asp Civitavecchia Tonino Spirito - in una gara bellissima, vinta con una stupenda rimonta.  Addirittura si potevano ottenere anche il successo pieno, visto che nei primi due set siamo andati vicini alla vittoria. Nel momento di difficoltà che stava attraversando la squadra, era quello che ci voleva».
Con questa vittoria ottenuta al tie-break, la Margutta Asp guadagna un punto sulla capolista Roma7 ma scivola al terzo posto alle spalle anche dell’Omia, che ha un punto in più della truppa di Taranta.

]]>
19.02.2018