Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria http://www.civonline.it Feed Rss di Civonline Copyright 2015 Civonline http://www.rssboard.org/rss-specification info@euromediaitalia.com IT-it Pas: nessuno firma il programma organizzativo http://www.civonline.it/articolo/pas-nessuno-firma-il-programma-organizzativoCIVITAVECCHIA - Si rimescolano le carte in tavola per il futuro della Pas, la Port Authority Security, società che si occupa di sicurezza all’interno del network. Ieri infatti il comitato di gestione e l’assemblea dei soci della Pas avrebbero dovuto approvare, seppur con notevole ritardo, il programma organizzativo annuale - Poa - relativo al 2018, per consentire così di lavorare a quello del 2019. E invece il comitato di gestione - composto dai rappresentanti di Regione, Area Metropolitana e Comune di Civitavecchia - ha rinviato il documento al presidente Di Majo che in qualità di rappresentante del socio unico della Pas - partecipata al 100% da Molo Vespucci - dovrebbe avere la responsabilità di sottoscrivere l’atto. Ha solo condiviso una lettera di intenti per mantenere la società in house, se ci saranno le condizioni.

Anche l’assemblea dei soci di Pas, inizialmente prevista per ieri alle 13, alla fine è stata rinviata a domani pomeriggio, quando però probabilmente verrà posta in approvazione una rimodulazione del Poa 2018. I sindacati attendono la seduta di domani, ma la preoccupazione sembra esserci per il futuro della Pas. «Avremmo dovuto iniziare a parlare del 2019 - ha commentato Attig dell’Ugl - e invece siamo fermi al palo. Sembra esserci una regia occulta per svendere questa società: non lo permetteremo. In caso di ulteriori problemi siamo pronti a dichiarare lo stato di agitazione, arrivando fino allo sciopero».

Nella stessa seduta di ieri, poi, il comitato di gestione non ha approvato neanche lo schema di accordo transattivo con Total Erg per chiudere la vertenza con un risparmio per l’ente. In questo caso, oltre a non essere il comitato l’organo deputato a siglare l’accordo, mancherebbe ancora il parere del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. 

]]>
15.12.2018
Tidei e Luciani mettono il cappello su Tarantinohttp://www.civonline.it/articolo/tidei-e-luciani-mettono-il-cappello-su-tarantinoCIVITAVECCHIA - Sia Pietro Tidei che Enrico Luciani mettono il cappello sulla possibile candidatura di Carlo Tarantino.
«Tarantino - dichiara Enrico Luciani, ormai in procinto di entrare nel Pd - può essere il collante, la persona in grado di aggregare attorno a lui tutte le anime del centrosinistra. Anche il mio nome era già in campo, ma sono pronto a fare un passo indietro perché significa farne cinque in avanti. Questa è l’unica soluzione per affrontare in modo compatto ed unitario la prossima tornata elettorale. Dobbiamo iniziare a ragionare insieme, magari attorno a questo nome, sotterrano tutte le asce di guerra e limando vecchie ruggini per risorgere e creare una rinascita politica ed economica della nostra città». 
Pietro Tidei non è da meno, pure avvisando della necessità di allargare il campo alle liste civiche, senza escludere quelle di area moderata: «Quella di Tarantino è una candidatura che sta in campo, segnalata peraltro da tempo anche da me, che dovrà però essere sottoposta come sempre al processo democratico, ad una consultazione ampia, che non sia costretta nel recinto dei partiti di centrosinistra ma coinvolga anche le liste civiche con le quali si sta già ragionando. Non è l’unica candidatura al momento: nei giorni scorsi abbiamo avuto una riunione di gruppo e sono usciti sei nomi, che verranno sottoposti anche questi all’attenzione dei partiti e dei civici. Certo, il mio giudizio su Tarantino è largamente positivo. Un’ottima candidatura di un campo largo al quale bisogna puntare per vincere le elezioni e non, come dice qualcuno, per perderle dignitosamente. Tra qualche giorno vedremo come evolveranno le cose, ma intanto bisogna lavorare ad un partito che sia unito».
Nel frattempo, sul fronte del centrodestra c’è chi - nella Lega - pare proprio fare il gioco del Pd. Così come accadde nel 2014, quando D’Angelo e Zappacosta furono gli artefici della rottura di Forza Italia con Ncd, Fratelli d’Italia e liste civiche, anche oggi gli stessi personaggi, con il simbolo della Lega, stanno giocando una partita a dividere la coalizione di centrodestra, altrimenti favorita per la vittoria finale con la candidatura di Massimiliano Grasso.
Troveranno terreno fertile in Forza Italia e Fratelli d’Italia? Per saperlo basterà attendere la settimana entrante, quando scade il termine dato alla Lega per formulare ufficialmente la propria candidatura al tavolo del centrodestra.

]]>
15.12.2018
Arrivano le luminarie, ma non si spegne la polemica http://www.civonline.it/articolo/arrivano-le-luminarie-ma-non-si-spegne-la-polemicaCIVITAVECCHIA - Operai in azione, in queste ore, per montare le luminarie in alcune zone del centro, nonostante il ritardo, "dovuto - ha spiegato l'assessore D'Antò - ad una serie di circostanze che possono capitare quando si seguono pedissequamente le procedure amministrative, ma rimando al mittente le accuse di chi parla di disinteresse nei confronti del commercio. Associazioni che dovrebbero proporre e promuovere adesioni sulla base delle iniziative, non fanno altro che scrivere comunicati stampa o post ironici sui social network per cavalcare gli accenni di malcontento".

Non sono piaciute all'assessore, infatti, le critiche arrivate qualche giorno fa, a partire dalla stessa Confcommercio che dopo aver bocciato l'amministrazione a Cinque Stelle sulla questione legata all'outlet a Fiumaretta, ha espresso disappunto per il Natale al buio. 

"Il 30 agosto 2018 mandavo una nota a mezzo stampa indirizzata a tutti, associazioni di categoria comprese, con la quale chiedevo di presentare proposte progettuali per illuminare Civitavecchia nel periodo natalizio - ha ricordato D'Antò - l’intenzione era quella di integrare iniziative private e pubbliche per armonizzare il tutto. La nota fu inviata ad agosto per evitare che come ogni anno nessuno potesse dire “se lo avessi saputo prima”. La possibilità di avanzare proposte si chiudeva il 31 ottobre. Ho personalmente informato dell’iniziativa diversi rappresentanti delle diverse associazioni di categoria, indicando anche chi aveva dato la disponibilità a sponsorizzare. Purtroppo sono arrivate zero proposte. Ringrazio invece i commercianti che hanno illuminato autonomamente le proprie aree e quanti si sono uniti in rete d'impresa per collaborare insieme: quello che loro hanno fatto in piccolo nelle singole strade è esattamente quello che grazie alle associazioni di categoria - ha cocluso D'Antò - succede nelle altre città, dove si riescono ad organizzare installazioni veramente interessanti grazie alla collaborazione di tutti". 

Ma se sono arrivate "zero proposte" un motivo ci sarà, come sottolineato dal vice coordinatore di Forza Italia Giancarlo Frascarelli. "Le parole di stizza dedicate agli esercenti - ha spiegato l'azzurro - non fanno altro che aumentare la distanza dialogica tra l'amministrazione ed i commercianti stessi, i quali vorrebbero giustamente che fossero i pentastellati a proporre, per poi magari accordarsi e collaborare. D'Anto' evidentemente, dopo quattro anni e mezzo di incarico, non ha ancora metabolizzato il fine del suo ruolo politico. E quel dispiacere per l'atteggiamento degli esercenti che emerge dalle sue esternazioni rende la sua posizione ancora più chiara. Dove si trova il coraggio per rimproverare i commercianti che nel corso di questi anni hanno dovuto subire sagre e sagrette, mercati e mercatini senza un minimo coinvolgimento? Dove lo trova il coraggio per puntare il dito contro chi non ha avuto idee da presentare a fronte dell'incomprensibile "rilassatezza" con la quale la sua amministrazione ha provveduto ad illuminare la città quando già otto giorni prima l'Italia tutta, frazioni comprese, brillava a festa? Comprendiamo i ritardi burocratici, a voler essere generosi - ha concluso Frascarelli - ma le critiche ai nostri commercianti che lottano ogni giorno contro una crisi gelida proprio no. Forse sarebbe il caso che l'assessore e la giunta che rappresenta chiedesse scusa alla città per questa arroganza che non farà mai rima con buona amministrazione".

]]>
15.12.2018
Bambin Gesù, il no alla chiusura corre sul webhttp://www.civonline.it/articolo/bambin-gesu-il-no-alla-chiusura-corre-sul-webSANTA MARINELLA – Non si placano le proteste all’annuncio di una eventuale chiusura della sede locale del Bambin Gesù. Gli attacchi maggiori destinati ai politici del territorio arrivano dagli utenti dei social network che postano centinaia di messaggi in cui esprimono il loro disappunto. «Il clamore a Santa Marinella non accenna però a placarsi – spiega il blog Word in Press - alimentato anche dalla possibilità che la struttura impiegata dalla Asl nel rione Valdambrini possa essere spostata altrove, in una lontana ipotesi di riorganizzazione del servizio. In molti hanno fatto notare come sia necessario mantenere un punto di interesse pubblico all’interno della zona cittadina più popolata che non può essere servita soltanto da negozi, ma necessita anche della presenza di strutture pubbliche anche a seguito dell’abbandono, ormai da oltre due anni, della scuola elementare Vignacce. Lo spostamento della Asl impoverirebbe ancora di più un quartiere che ha bisogno di servizi e non di negozi”.

]]>
15.12.2018
Hacker nella mail aziendale, indaga la Polizia postalehttp://www.civonline.it/articolo/hacker-nella-mail-aziendale-indaga-la-polizia-postaleCIVITAVECCHIA - Nuovo caso di truffa nel web che pare abbia coinvolto anche una decina di aziende civitavecchiesi. È allarme da parte della Polizia postale perché ci si trova di fronte ad un sistema particolare messo in piedi da veri e propri professionisti dell’hacking. A quanto pare, infatti, gli autori della truffa sono riusciti a penetrare nella mail aziendale di vari soggetti effettuando un monitoraggio giornaliero della posta. L’attenzione è posta sulle mail che sollecitano un qualche tipo di pagamento ad un fornitore o ad un cliente.

Generalmente alla comunicazione viene allegato un foglio in formato word o pdf in cui viene inserito l’iban del conto corrente in cui versare la somma dovuta. A quel punto i truffatori utilizzano la stessa carta intestata del fornitore andando a modificare i dati contenuti nel foglio allegato e inserendo l’iban di un conto corrente differente. Quindi una volta che il pagamento verrà effettuato la cifra finirà su un conto corrente differente, senza che si sospetti nulla.

Sulla truffa sta indagando la Polizia postale. Pare che siano molti i soggetti coinvolti e che gli istituti di crediti abbiano fatto scattare l’allarme dopo aver visto transazioni sospette sui conti correnti. In alcuni casi non è stato possibile intervenire in tempo e alcune aziende hanno perso migliaia di euro, anche perché hanno dovuto effettuare nuovamente i pagamenti ai fornitori. L’allerta è alto e il consiglio che si può dare alle aziende che dovranno pagare un fornitore che indica il proprio codice iban tramite mail è di effettuare riscontri, magari telefonici, per evitare indesiderati ‘‘ospiti’’ nelle mail aziendali.

]]>
15.12.2018
Una parte del centrosinistra ricorda: "Prima confronto e programmi, poi i nomi"http://www.civonline.it/articolo/una-parte-del-centrosinistra-ricorda-prima-confronto-e-programmi-poi-i-nomiCIVITAVECCHIA - Dissequestrare il dibattito pubblico, favorire il ricambio generazionale della classe dirigente, elevare il livello culturale del confronto politico, recuperare i valori etici e ricondurre ai principi le azioni politiche. Questi i punti e le condizioni da cui dover ripartire, secondo una cinquantina di esponenti di centrosinistra, sindacalisti e rappresentanti della società civile che hanno scritto una lettera aperta, considerato il dibattito aperto dopo la propost di candidatura del dottor Carlo Tarantino.   

 "A pochi mesi dall'appuntamento elettorale - hanno sottolineato - stiamo purtroppo assistendo ai soliti vecchi riti consumati nelle segrete stanze, nei quali si bruciano uno ad uno possibili candidati sindaci, si determinano posizionamenti, si consolidano rendite di posizione. È il primato della tattica sulla buona pratica; l’affermazione dell’ora e subito sulle visioni di lungo periodo; la supremazia degli interessi sui programmi. Questo modo di fare non funziona più. La nostra unica arma è la buona politica, le buone pratiche di democrazia dentro le quali c’è l’idea del cambiamento collettivo. Le forze politiche di centrosinistra non hanno colto l’opportunità, in questi 5 anni di disastro a cinque stelle, di riorganizzare il proprio pensiero e il proprio linguaggio, di misurarsi col tema decisivo del ricambio generazionale, di aprire le proprie organizzazioni ai corpi vivi della società. Occorreva e occorre oggi, sempre di più, un patto sociale con le organizzazioni sociali, con i sindacati, con le organizzazioni del terzo settore e dell’associazionismo laico e cattolico. Con chi, insomma, si misura quotidianamente con i problemi drammatici che produce la crisi, lavorando sul campo le insostenibili difficoltà di larghi settori della società e sottraendo a demagoghi e populisti terreno fertile per alimentare odio, rancore e guerra tra poveri. Il grande assente è il dibattito pubblico, senza il quale la politica cede inevitabilmente il passo alle solite e già tristemente note logiche spartitorie".

E descrivono Civitavecchia come "una città completamente desertificata in tutti i suoi ambiti. Un declino al quale sembra non esserci rimedio", invitando il centrosinistra in primis all'esercizio della democrazione oggi quando mai indispensabile. 

"Non è polemica - hanno aggiunto - ma non abbiamo sentito nulla riguardo il futuro della città, nessuna idea di sviluppo, nessun obiettivo programmatico. La logica prevalente ci sembra resti quella solita: prima la scelta del capo oppure del candidato sindaco, poi semmai i programmi, magari fatti con il copia incolla, buoni per tutte le stagioni. Mentre dovrebbe essere l’esatto contrario: i nomi alla fine, da selezionare fra le intelligenze e le personalità ritenute più capaci a realizzare un programma largamente condiviso. Sarà fuori moda, ma anche a costo di sembrare romantici, noi la politica vogliamo provare a rifarla così: partendo dal coinvolgimento e dalla partecipazione e scegliendo la nuova classe dirigente in base a merito, valori e capacità: un netto segnale di discontinuità con le pratiche del passato, mettendo al centro il dibattito pubblico e le nuove generazioni, a cui abbiamo il dovere di restituire il futuro rubato. L’oggetto della nostra riflessione non è certo la presenza o meno alle prossime elezioni comunali, tutt’altro: è l’esigenza fortemente avvertita di contrastare le derive populiste e i nuovi fascismi, ma anche i vecchi metodi che le hanno provocate, ugualmente devastanti. Per noi è la priorità, da anteporre a qualsiasi ipotesi di schieramento o di alleanza. Per noi il futuro di un nuovo impegno - hanno aggiunto - parte da qui. È sconcertante segnalare come rispetto al disorientamento che la stragrande maggioranza degli elettori democratici e progressisti avvertono, non ci sia quantomeno il tentativo di ricostruire nodi, legami, passioni. Di provare a mobilitare, attraverso il dialogo e il confronto, militanti, simpatizzanti, semplici elettori ai quali non resta che prendere tristemente atto della mancanza di una proposta di governo, di un programma su cui riconnettere sentimentalmente tanti elettori delusi. Perché non c’è uno straccio di discussione pubblica, ad esempio, su come si gestirà l’uscita dal carbone nei prossimi anni e i relativi rapporti con Enel? Non discutere di questo significa censurare quello che avverrà in questa città per i prossimi trenta anni. Non ci sentiamo portatori di nessuna verità, siamo semplicemente donne e uomini che destinano o hanno destinato buona parte della propria vita all’impegno politico, sindacale e associativo e anche nelle istituzioni. Non esiste una coalizione progressista - hanno concluso - senza l’idea del cambiamento e senza l’investimento sulle buone pratiche e la buona politica, che non consideri la possibilità dell’autocritica e della riflessione sui propri errori. Abbiamo la netta sensazione che tutti facciano finta di niente, come avvolti in buco nero spazio temporale in cui tutto si è fermato a 20 o 30 anni fa. Andando avanti così si andrà incontro ad una sonora sconfitta".

L'intervento è firmato da: Giulio Agostini, Ismaele De Crescenzo, Valentina Di Gennaro, Diego Nunzi, Mauro Mei, Annalisa Tomassini, Sergio Serpente, Concetto Saffioti, Francesca Megna, Gennaro Maselli, Emanuela Nucerino, Sundra Carpi, Claudio Roggerone, Germano Polo, Angelo Guiducci, Enrico Paravani, Pino Antonucci, Claudia Luciani, Emilia Iacoponi, Nicola Pirozzi, Amit Pirozzi, Anna Luisa Contu, Gennaro De Crescenzo, Bruna Luce, Enrico Seri, Pino Cascianelli, Emiliano Stefanini, Novella Morellini, Luciana Ceppolino, Sergio Muratore, Marco Galice, Elisa Castellucci, Paolo Vannicola, Maria grazia Cima,  Luciano Naselli, Ivano Tassarotti, Elisa Aceto, Tiziana Giuliani, Giancarlo de Carli, Patrizio Pacifico, Alessia Pomata, Annalisa Pais, Emanuele Befani, Vasco Sacco, Renzo Meloro, Paolo Campo, Fabio Vanzetti, Lino Russi. 

]]>
15.12.2018
Presepi, inaugurata la mostra alla Roccahttp://www.civonline.it/articolo/presepi-inaugurata-la-mostra-alla-roccaCIVITAVECCHIA - Anche quest’anno, con l’avvento delle festività natalizie, si rinnova in città l’antica tradizione del Presepio con oltre 50 opere in mostra. Con il patrocinio del comune di Civitavecchia, dell’Adsp, e con il contributo finanziario della Fondazione Cariciv di Civitavecchia e i Lions Club di Civitavecchia - Porto di Traiano-, la mostra è stata aperta al pubblico ieri all’antica rocca del porto e rimarrà aperta tutti giorni fino al 6 gennaio. Dalle 15,30 alle 19,30  per i feriali e dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 per i festivi. I soci dell’associazione ‘‘Il Presepio’’ hanno lavorato mesi per realizzare le loro opere che  sorprenderanno il visitatore per la loro bellezza e originalità.    

]]>
15.12.2018
Entra nel vivo il ''Natale a Tarquinia''http://www.civonline.it/articolo/entra-nel-vivo-il-natale-tarquiniaTARQUINIA - La città di Tarquinia si anima, a partire da  questo fine settimana, di eventi: degustazioni, mercatini, incontri letterari, musica,  concerti, spettacoli di danza, esposizioni d’arte, visite guidate e … tanta solidarietà. Entra nel clou il calendario del  ‘‘Natale a Tarquinia’’ promosso dal Comune, in collaborazione con molte associazioni della città.

Tante interessanti iniziative: il 15 dicembre: i forni che aderiscono offrono degustazione di tozzetti, biscotti e dolcetti di Natale accompagnandoli con un assaggio di vino locale; alle ore 17,00 a Palazzo dei Priori, Sala Sacchetti in via dell'Archetto, 4, lo scrittore Quirino Galli presenta il volume ‘’Miti e leggende intorno al lago di Bolsena’’, interviene Marcello Arduini dell’Università degli studi della Tuscia; alle ore 18,30 e alle  21,00 “A Christmas Karol” che vedrà impegnati i coristi dell’Ensemble InCantus e gli attori della compagnia Avanzi di Scena nella rappresentazione della celeberrima opera di Charles Dickens. L’evento, già in fase di prenotazione, ha avuto un successo al di sopra delle aspettative e i posti previsti sono stati pressoché esauriti a poche ore dal lancio della campagna pubblicitaria dello spettacolo. Per questo motivo la produzione ha deciso di mettere in scena due repliche nella stessa giornata, aggiungendo alla recita delle 21 una seconda rappresentazione delle 18:30; al Top 16 alle ore 21,00 si svolge lo spettacolo di solidarietà 'Con il cuore e con la danza'; da un’idea di Maria Rita Jacopucci, alla sua Seconda Edizione, lo spettacolo coinvolge le Scuole di Danza della Città di Tarquinia. L’evento ha la finalità di raccogliere fondi per l’associazione FamiglieSma che sostiene le famiglie nella cura di bambini affetti da atrofia muscolare spinale (Sma). Alla kermesse saranno presenti ospiti di rilievo come Cristina Trevisol, ballerina conosciuta a livello internazionale e che ritorna a ballare nella sua città di origine. La serata vedrà l’esibizione di tanti appassionati di danza di ogni età, per dare un supporto alla ricerca, impegnata nel trovare una cura risolutiva per  sconfiggere la Sma.

Il 18 dicembre alle ore 17: gli studenti dell’Istituto San Benedetto si esibiranno nel consueto appuntamento de Il Concerto di Natale dell'istituto Paritario San Benedetto,  presso la Chiesa di San Giovanni. La Preside dell’Istituto Paritario, Prof.ssa Maria Maria Grazia Catone, invita a rinnovare il tradizionale appuntamento natalizio di saluti alle famiglie degli studenti della Scuola e lo estende a tutta la cittadinanza.

Il 20 dicembre alle ore 17,00 si svolge, presso la Chiesa di San Giovanni, il Concerto di Natale dell'Istituto C. Sacconi. Alle ore 17,30 a Palazzo dei Priori Sala Sacchetti,  lo spettacolo, organizzato dall’Associazione  La Lestra: Sawa Sawa ...io non sono nessuno...tu chi sei? Spettacolo e riflessioni con la fotografia di Miria Catalani e la musica d'autore, interpretata da Alessandra Cappellacci, Luca Cinquantini, Giacinto Mazzola e Massimo Pierozzi. Voce narrante: Piero Rosati - Ingresso libero. Giovedì 20 dicembre, Gianni Rivera a Tarquinia: alle 17,00 il campione farà visita allo stadio “Cardoni”, per salutare i ragazzi del settore giovanile del Tarquinia Calcio, alle 18,00, presso la Sala del Comune di Tarquinia, incontrerà tifosi, appassionati e curiosi per presentare il suo libro “Gianni Rivera – Autobiografia di un campione”, che ripercorre i successi, le emozioni ed episodi di una carriera straordinaria. L’evento è organizzato in collaborazione con Tarquinia Calcio e Comune di Tarquinia, nell’occasione verrà anche consegnato il premio Angelo Jacopucci allo sportivo dell’anno con la consegna dei premi agli atleti tarquiniesi più meritevoli.

Il 21 dicembre ore 21,00: concerto di Natale 'Suoni per il mondo a cura di Semi di Pace presso la sala del Consiglio Palazzo Comunale, un evento musicale per festeggiare i venti anni di amicizia e solidarietà tra Semi di Pace e Cuba “. A esibirsi saranno tre importanti cori del territori: La filarmonica di Civitavecchia e l’ensemble InCantus, diretti dal maestro Riccardo Schioppa. Le insolite note, dirette dalle maestre Maria Laura Santi ed Eleonora Bernabei. “Li ringraziamo per aver accettato con entusiasmo il nostro invito. – prosegue Semi di Pace – Trascorreremo una serata, in una splendida cornice, come quella della sala consiliare. Estendiamo l’invito a tutti i cittadini tarquiniesi a partecipare, per assistere a un bellissimo concerto”. . (Ingresso Libero).

Il 22 dicembre alle ore 10,00 l’evento 'Leggere per crescere... aspettando il Natale' - letture ad alta voce per bambini. Biblioteca V. Cardarelli, un’iniziativa che si ripete, dopo questa estate, visto il successo e la partecipazione di tanti piccoli appassionati di letture; alle ore 17,00  presso la Sala del Consiglio del Palazzo Comunale si svolge il Concerto della Banda Setaccioli che chiude i festeggiamenti dei suoi 200 anni e ricorda i 150 anni dalla nascita del M° G. Setaccioli, a cui è insignita la Banda della nostra Città.

Il 26, il 30 dicembre  2018  e il 6 gennaio 2019, la città attende con trepidazione il "Presepe Vivente - Città di Tarquinia", che accoglie tanti visitatori, lo spettacolo coinvolge oltre 300 figuranti in uno scenario d’altri tempi e in una cornice inedita, nel cuore del Convento di San Francesco. L’anno si chiude in bellezza con  il "Capodanno in Piazza", il 31 dicembre Elot Band in un viaggio nella musica Italiana ed Internazionale, una band formata da musicisti polistrumentalisti che vi coinvolgerà con il sound fortemente ritmico, rileggendo le più belle canzoni  e melodie della musica live, ascolteremo brani di musica dance e Revival anni ‘70 e ’80.

"Vi aspettiamo a Tarquinia, - affermano dall'amministrazione comunale - con tanto altro: per scoprire i tanti aspetti della cultura, dell’arte e della tradizione. Buone Feste a tutti".


 

]]>
15.12.2018
A Montalto arriva l’Ice parkhttp://www.civonline.it/articolo/montalto-arriva-l-ice-parkMONTALTO DI CASTRO – “Chi ha sempre sognato di pattinare sul ghiaccio sulle note delle più belle canzoni natalizie? Quest’anno a Montalto di Castro sarà possibile, poiché le associazioni “Alfredo Bini e “Giocolandia”, con la collaborazione dell’amministrazione comunale, hanno installato a piazzale Gravisca un impianto per dare spazio a grandi e piccoli di divertirsi durante il periodo natalizio.
 Dunque, piedi sui pattini se non prima di passare al mercatino di Natale all’entrata dell’Ice Park e partecipare ai giochi per i bambini. In programma, venerdì pomeriggio c’era  la favola animata “Superpigiamini”; mentre ieri e oggi alle 16 da non perdere “trucca bimbi” e i giochi con i palloncini. Venerdì 21 dicembre, alle ore 16, a incantare i più piccoli sarà invece la storia di Biancaneve. Durante le letture animate ad animare il Natale la mascotte di Frozen per scattare una foto ricordo, con la fiaba sabato 22 dicembre, alle ore 16:00, a piazzale Gravisca. A seguire, alle ore 18:00, “Christmas Beer” con una degustazione di fritti e la musica dal vivo del gruppo “The Glam”. Durante i weekend delle festività natalizie, nel pomeriggio l’area giochi darà spazio all’animazione, trucca bimbi e le forme con i palloncini. Il Baby Parking è inoltre sempre aperto per i più piccoli.

]]>
15.12.2018
Interventi pubblici, Ferri: ''Immorale usare i soldi dei cittadini a ridosso delle comunali''http://www.civonline.it/articolo/interventi-pubblici-ferri-immorale-usare-i-soldi-dei-cittadini-ridosso-delle-comunaliCIVITAVECCHIA - “Voglio quindi ricordare all'amministrazione comunale che è alquanto immorale e discutibile utilizzare i soldi dei cittadini per interventi pubblici, effettuati volutamente a ridosso delle prossime comunali, dopo che si è lasciata una città in malora per anni”.

Parola del segretario del Partito democratico di Civitavecchia Germano Ferri che interviene dopo l’annuncio dell’assessore ai Lavori pubblici Alessandro Ceccarelli in merito all’avvio di alcuni progetti come la sistemazione delle strade.

“Stando a quanto indicato dall'articolo 208 del codice della strada – spiega Ferri - il 50 % dei soldi delle nostre multe devono essere utilizzati per interventi di messa in sicurezza delle strade, mediante la gestione ed il potenziamento della segnaletica stradale e, soprattutto, per la manutenzione e riparazione delle strade stesse. Vista la situazione in cui versano le nostre vie però e considerati i numerosi interventi di monitoraggio del traffico effettuati ciclicamente dal Comune con sistemi coatti come il "targa system", i quali hanno fatto fioccare multe foraggiando le casse comunali, aggiungendo poi che nella nostra città è presente una delle tassazioni più alte in Italia, sono a chiedere all'amministrazione comunale come vengono gestiti i proventi delle nostre tasse e multe. Sui giornali locali era presente infatti la notizia che l'assessore Ceccarelli – sottolinea il dem - annunciava ancora una volta futuri interventi di asfaltatura delle strade, promesse fatte palesemente in vista delle prossime elezioni comunali come ormai da tempo a questa parte l'amministrazione è in uso fare, senza però trovare di volta in volta riscontro. Civitavecchia è in condizioni pietose, le strade sono ridotte ad un campo minato ma i Civitavecchiesi – conclude - continuano ancora a pagare per promesse che l'amministrazione non vuole mantenere fino a che queste non saranno utili a racimolare qualche voto. 

]]>
15.12.2018
Pascucci eletto vicepresidente nazionale di Legautonomiehttp://www.civonline.it/articolo/pascucci-eletto-vicepresidente-nazionale-di-legautonomiedi TONI MORETTI

CERVETERI - Che Alessio Pascucci, abbia dato l’impressione di aver scoperto l’acqua calda quando piano piano cominciava a scoprire le carte entrando nei contenuti e negli scopi che si prefiggeva il suo movimento politico “Italia In Comune”, non era cosa errata. In effetti bisognava arrivare soltanto alle finalità politiche che si volevano realizzare, visto che lo spirito e la voglia delle autonomie locali, di intervenire nelle dinamiche amministrative del governo centrale, di essere protagonisti e ispiratori di riforme per migliorare, e dove possibile alleggerire una burocrazia  a volte tanto pesante da diventare astrusa e che di fatto era di impedimento allo svolgimento celere delle azioni amministrative. 
Infatti, già dal 1916, si è costituita “ La Lega delle Autonomie Locali”,  un’associazione di comuni, province, regioni e comunità montane, che è da allora impegnata per la crescita democratica e civile del Paese attraverso un processo di rinnovamento istituzionale fondato sulla valorizzazione delle amministrazioni locali e regionali. 
Il disegno politico di Pascucci e Pizzarotti, non prevede quindi altro che, rispetto alla lega per le autonomie, invece di trasferire esperienze, ricerche e studi, conservando eventualmente militanze ed attività politiche all’interno dei propri partiti di appartenenza ci si esponga con la fondazione di un nuovo partito con la speranza di poter rappresentare nelle istituzioni  in proprio certe esigenze. 
Certo che molti lo avrebbero fatto, ma non tutti, un politico attento come Pascucci, che ormai al suo secondo mandato come sindaco nel suo comune, con la testa già in un’altra dimensione, non poteva ignorare il grande serbatoio che offre la lega delle autonomie, tra l’altro con una grande similitudine di intenti. Ed ecco  che  Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, è il vicepresidente della Lega delle Autonomie Locali. L’elezione, all’unanimità, è avvenuta giovedì scorso al Centro Congressi Cavour in Roma, luogo del Primo Consiglio Nazionale dopo il XVII congresso tenutosi a Viareggio nel novembre scorso.

]]>
15.12.2018
Una Vecchia nuova di zecca attende l’Unipomeziahttp://www.civonline.it/articolo/una-vecchia-nuova-di-zecca-attende-l-unipomeziadi MATTEO CECCACCI

È giunto il momento, d’ora in poi non ci saranno più alibi e scusanti per il ‘‘nuovo’’ Civitavecchia Calcio 1920 del presidente Ivano Iacomelli. La mini rivoluzione annunciata dai vertici societari addirittura un mese prima dall’inizio dell’apertura del mercato di dicembre, conclusosi venerdì , ora dovrà dare  obbligatoriamente i suoi frutti anche se non sarà affatto facile per molti motivi: uno di questi sicuramente è il nome blasonato della compagine che alle 14.30 scenderà sul sintetico della Cavaccia, ovvero l’Unipomezia dell’ex Claudio Solimina, quel Solimina che nella città pometina di successi e traguardi ne ha raggiunti parecchi insieme al patron Valter Valle che in due anni mezzo hanno conquistato due volte la Coppa Italia e un campionato. Attualmente, però, la società rossoblu con Enrico Baiocco in panchina staziona nella settima casella della classifica con 16 punti all’attivo insieme al Cynthia ed è reduce dalla battuta d’arresto subita tra le mura amiche per 2-0 dalla Valle del Tevere.
Riguardo i nerazzurri del neo tecnico Marco Scorsini, pronto e carico per l’esordio, servirà a tutti i costi vincere per tornare a far esultare tutti quei tifosi che aspettano ormai da più di tre mesi gli agognati tre punti. Con molta certezza mister Scorsini non cambierà modulo, ma schiererà il consueto 4-3-3 usato anche dall’ex Rocchetti, anche perché sconvolgere un modulo tattico ora come ora sarebbe pura follia. Tanta attesa da parte del popolo civitavecchiese per vedere i quattro acquisti della società, in particolar modo gli ultimi due innesti, ovvero il centrocampista Chirieletti e l’attaccante Moronti che con il ‘00 Filoia e bomber Manuel Vittorini potrebbero far sognare l’intera Cavaccia; unico assente il difensore Fatarella.
«Sarà una partita complicata - esordisce il tecnico Scorsini - ma sono fiducioso, perché in questa settimana i ragazzi si sono allenati benissimo, anche sul piano mentale».

]]>
15.12.2018
Snc, crisi scongiuratahttp://www.civonline.it/articolo/snc-crisi-scongiuratadi MARCO GRANDE

Nell’ultima partita dell’anno solare 2018, la Snc guidata da mister Marco Pagliarini torna a vincere a distanza di quasi un mese dall’ultima volta, sfoderando una solida e compatta prestazione contro il Sori.
Al PalaEnelMarcoGalli la compagine di capitan Romiti riesce ad imporsi per 9 a 6 al cospetto dei liguri, che sono arrivati a Civitavecchia senza fiducia nelle proprie potenzialità e temendo già dall’inizio la compagine di Patron D’Ottavio.
Eppure, sin dal principio della gara, sembra prevalere un equilibrio totale tra le due formazioni, che rinunciano spesso ad attaccare in favore di una fase iniziale di studio, come testimoniato dal parziale di 1 a 1 del primo quarto, nel quale alla marcatura iniziale degli ospiti di Elphik risponde prontamente Muneroni.
Nei secondi otto minuti di gara la Snc riesce a trovare varchi giusti per impensierire più frequentemente la difesa ospite, realizzando i due successivi goal sempre con Muneroni prima e dopo con l’inesauribile Simeoni, che, alla soglia dei 40 anni, dimostra di non sentire affatto il peso dell’età che avanza. Nel mezzo, dall’altra parte, il goal di Percoco del Sori contribuisce al momentaneo 3 a 2 per i padroni di casa, alimentando le apparentemente concrete speranze di rimonta del team ligure.
È nel corso della terza frazione di gioco, però, che inziano a saltare gli schemi in favore dello spettacolo, presente sia  dal punto di vista delle occasioni che sul piano realizzativo: i laziali capiscono che i loro rivali iniziano a sentire la pressione che fino a quel momento avevano gestito egregiamente e colpiscono addirittura per cinque volte, grazie alle realizzazioni del classe 1997 Checchini (2 goal per lui), Romiti, Simeoni e Muneroni.
È forse nell’ultimo parziale che la società di Viale Lazio accusa la stanchezza di una partita giocata ad altissimi livelli, subendo addirittura tre reti, intervallate però dal centro del capitano dei civitavecchiesi.
Proprio l’elemento più carismatico in acqua degli uomini di Marco Pagliarini ha parlato del match dominato a lunghi tratti da parte dei suoi compagni: «Abbiamo giocato in modo ordinato - esordisce il 35enne -  e di conseguenza siamo riusciti ad imporci ma se devo essere sincero avremmo potuto farlo con un punteggio nettamente più alto».
Romiti specifica che, dopo aver regalato agli avversari due partite, era importantissimo vincere sul campo e smentire quasiasi tipo di voce; poi parla dei propositi per il 2019, anno in cui spera che il gruppo continui a giocare con la stessa determinazione mostrata proprio in occasione della sfida contro il Sori.
Infine desidera spendere due parole per il portiere classe 2000 Pinci, senza ombra di dubbio uno dei migliori in campo e che ha contribuito, grazie alle sue parate, a tenere ben saldo il gruppo in quei rari momenti in cui sembrava sbandare: «Devo dire che anche il nostro numero uno personalmente mi è piaicuto  - conclude il capitano - e ha disputato un’ottima partita, arricchita da interventi provvidenziali; ha giocato inoltre con un alto livello di concentrazione. Lui come estremo difensore e noi come resto della squadra abbiamo mostrato personalità».
Dalle affermazioni di Davide Romiti emerge la gioia per un successo che sa di riscatto ma al tempo stesso non manca il carisma e la leadership di un giocatore che, giunto ormai nella piena fase di maturazione professionale, predica calma al suo team, consapevole del fatto che il futuro del proprio collettivo è ancora da scrivere.

]]>
15.12.2018
Crc a guardia altahttp://www.civonline.it/articolo/crc-guardia-altaDopo aver battuto una big serve un altro passo decisivo contro un’aspirante “grande”. Il Crc torna in campo nel campionato di serie B per la nona giornata. I biancorossi guidati in panchina dai tecnici Giampiero Granatelli e Mauro Tronca affrontano in trasferta l’Amatori Parma Rugby, compagine che occupa il quinto posto in classifica. I civitavecchiesi arrivano a questa delicata sfida in un ottimo momento, dopo aver sconfitto la seconda forza del girone 2 Florentia, una vittoria che ha rafforzato così la terza piazza in graduatoria. 
Ora però è necessario continuare a correre: «Ci attende una gara difficile, è una squadra che ha dichiarato ad inizio stagione di voler fare il salto di categoria - spiega coach Granatelli -. Ci aspettiamo una realtà con un organico messo bene, che ci può dare filo da torcere. D’altronde tutti puntano a metterci in difficoltà, visto che siamo una delle 4 squadre in tutta Italia al momento imbattute, appunto Casale, noi, Romagna e Lumezzane, distribuite nei vari gironi. Mi aspetto un avversario che in casa darà il massimo. Noi non possiamo “mandare a bagno” una stagione intera, dunque partiamo con l’intento di fare una buona gara e portare a casa il risultato. In settimana abbiamo lavorato bene, c’è grande concentrazione, insomma siamo pronti per andare a giocare un’altra bella gara». 
Fischio d’inizio alle 14.30; arbitra Gianluca Gnecchi di Brescia.
 

]]>
15.12.2018
Il Corneto vuole difendere la vetta, la Cpc prova ad inseguirlahttp://www.civonline.it/articolo/il-corneto-vuole-difendere-la-vetta-la-cpc-prova-ad-inseguirlaPer la 15^ giornata del girone di andata del campionato di Promozione, la Cpc2005 viaggia stamani alla volta della Capitale per affrontare l’Urbetevere, squadra inserita in piena zona play out e da alcune domeniche a secco di risultati. Dopo l’assordante vittoria contro il Santa Marinella, la compagine diretta da Paolo Caputo, si appresta a vivere la terzultima giornata di campionato nella speranza di riagganciare in classifica la capolista Corneto Tarquinia. Di fronte, avrà una formazione che viene da due soli punti conquistati nelle ultime cinque giornate, grazie ai pareggi conseguiti col Tolfa e il Pian due Torri, e che staziona in sest’ultima posizione a due lunghezze dalla salvezza diretta. La compagine portuale, ne ha vinte invece quattro su cinque, con il pareggio in rimonta a Cerveteri di quindici giorni fa a rovinare l’en plein. Ci si gioca indubbiamente tanto nel riaggancio alla prima posizione distante solo due lunghezze, visto che Corneto e Pmc avranno sulla carta un compito agevole. Oggi pomeriggio alle 14,30 invece il Santa Marinella ospiterà l’Acquapendente, quarta in graduatoria, a sei punti dalla capolista Corneto. I viterbesi, nell’ultimo giorno di mercato hanno effettuato gli acquisti di Perri dal Lanciano Zagarella svincolatosi dal Civitavecchia. In attacco invece ha firmato Simone Di Giacomo, attaccante classe ‘98 proveniente dall’Eccellenza della Basilicata. ll Santa Marinella invece nel giro di pochi giorni, ha letteralmente stravolto la squadra di mister Fabrizio Morelli. Agli acquisti recenti del centrocampisti Angel, Federico D’Ottavi, Mattia Mechelli classe 2001 e Nicholas Puca, degli attaccanti Doumbia e Luca Di Meglio, nella tarda giornata di ieri, dopo interminabili trattative, ha fatto registrate nuove entrate in organico, dall’Aranova arrivano l’ex capitano Mirko Commentucci (difensore centrale) e l’attaccante Andrea Chierico, dal Monte San Biagio squadra militante nel girone D di Promozione il centrocampista Alessandro D’Amico ex del Flaminia in serie D, dall’Atletico Ladispoli, dopo vari anni, torna un calciatore cresciuto nel vivaio tirrenico e cioè Michael Rago centrocampista classe 1998, infine dall’Astrea arriva il giovane difensore centrale classe 1999 Benito Di Pietro Benito. Nei prossimi giorni dalla sede confermano che sono previsti ulteriori arrivi. Un calciomercato pirotecnico quello rossoblù fortemente voluto da patron Patrizio Gramegna, dalla dirigenza e dallo staff tecnico, per riuscire ad ottenere una salvezza diretta senza l’obbligo di passare tramite i play out. Parecchi di questi calciatori già da oggi potrebbero trovare spazio nel difficile match interno contro la Vigor Acquapendente. La Csl Soccer del tecnico Daniele Fracassa vuole tornare a vincere cercando di ottenere i tre punti contro i viterbesi del Montefiascone che, attualmente, stazionano a metà classifica. I rossoblù, infatti, sono reduci dalla brutta sconfitta subita tra le mura amiche dalla Corneto Tarquinia per 3 a 0 e negli ultimi tre match hanno ottenuto solamente due punti. Una buona occasione per tornare al successo grazie anche agli innesti realizzati durante il mercato di riparazione che faranno questa mattina il proprio esordio in campo, vale a dire il difensore senegalese Diakhoumpa e l’attaccante De Souza. Assenti della sfida gli infortunati Riccardo Peveri e Tiziano Campari oltre ai lungodegenti Siani e Cherubini. Nel Città di Cerveteri che stamani ospita al Galli il Bomarzo, si registra la presenza di Narducci, il nuovo direttore sportivo. Ancora cambiamenti in casa verdeazzurra visto che appena tre settimane fa avevano annunciato l’ingresso di Pasquale De Gennaro. Nardocci è un personaggio conosciuto nell’ambiente tirrenico soprattutto nelle società ladispolane. La buona notizia è anche quella della permanenza di Danilo Bacchi che ha declinato l’offerta del Pitigliano. Nel frattempo è arrivato il centrocampista ex Civitavecchia Fabio Filangeri, in forza al Palocco. Chiuso praticamente il mercato con quest’ultima operazione, dopo quella di Attardo la scorsa settimana, il Città di Cerveteri deve concentrarsi sul campionato ed allontanarsi il prima possibile dalla zona play out. Visto il disastroso rendimento esterno, sei sconfitte consecutive. La Corneto Tarquinia capolista del girone stamani avrà vita facile contro il fanalino di coda Academy Roma, mentre l’Atletico Ladispoli viaggia in direzione Canale Monterano. Infine il Tolfa sarà impegnata nell’ostica trasferta di Maccarese contro Pian due Torri, formazione che in casa ha un ruolino di marcia assolutamente positivo. I pupilli di patron Giorgio Franchi saranno privi di tre elementi fondamentali, il capitano Cascianelli febbricitante, il vice capitano Mecucci e il centrocampista Scudi, entrambi fuori causa per motivi di lavoro. Mister Sperduti dovrà cercare di trovare la quadra giusta per proseguire la striscia positiva che dura dalla lontana sconfitta in terra cerveterana e per continuare a stazionare sul una posizione di classifica di tutto rispetto.
«Cercheremo di vendere cara la pelle su un campo tra i più ostici del girone - spiega mister Sperduti - le assenze sono pesanti ma abbiamo una rosa valida che mi consente di   affrontare la gara con la competitività necessaria».

]]>
15.12.2018
Addio al grande maestro Luigi  ''Lampo'' Saccohttp://www.civonline.it/articolo/addio-al-grande-maestro-luigi-lampo-saccoSe n’è andato all’età di 85 anni Luigi Sacco detto ‘‘Lampo’’. Si, così era conosciuto dalla sua tanto amata Civitavecchia, perché da giovane quando difendeva le porte delle varie squadre di calcio era quasi impossibile fargli gol, d’altronde i suoi guantoni sono rimasti indimenticabili a tanti. Chi l’ha conosciuto dice che fosse un maestro con la m maiuscola, sia di vita che di sport, perché Lampo era il primo ad aiutare i ragazzi in difficoltà e dare consigli ai suoi amici. La sua carriera sui campi di calcio è stata lunga e altrettanto bella, come ricorda l’amico di una vita, nonché presidente dell’Associazione Civitavecchia C’è Roberto Melchiorri: «Perdo un grande amico con cui ho trascorso moltissimi anni, ricordi indimenticabili  che porterò sempre nel mio cuore. Lampo addirittura è stato il mio allenatore: io giocavo e lui mi dava le direttive che oggi sono rimaste impresse a tutti, perché lui le attuali terminologie come ‘‘verticalizzazioni’’ e ‘‘pressing’’ le chiamava in un altro modo che era impossibile non seguirle. Nel 2004 gli conferimmo il premio ‘‘Civitavecchiese Doc’’ perché fu obbligatorio riconoscergli la dedizione, la passione e l’inventiva che mise durante i suoi anni d’oro. Un maestro che seguì i bambini negli oratori, inserendoli poi in squadre locali per farli crescere. Tanti i successi ottenuti al contrario di oggi, basti ricordare la Nuova Mancini del ‘58 in serie D. Un uomo straordinario che Civitavecchia piange. Ciao Lampo».

]]>
15.12.2018