Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria http://www.civonline.it Feed Rss di Civonline Copyright 2015 Civonline http://www.rssboard.org/rss-specification info@euromediaitalia.com IT-it Profanato il ricordo di Marco Vanninihttp://www.civonline.it/articolo/profanato-il-ricordo-di-marco-vanninidi GIULIANA OLZAI

CERVETERI - Venerdì nel primo pomeriggio è stato profanato il ricordo di Marco Vannini, il 20enne di Cerveteri ucciso da quel maledetto colpo di pistola partito da una arma del padre della ex fidanzata, Antonio Ciontoli,  la sera del 17 maggio 2015 mentre si trovava nella loro villetta a Ladispoli. E’ in corso il processo in Corte d’Assise a Roma a carico della famiglia Ciontoli, Antonio il capofamiglia, dei suoi figli Martina e Federico e di sua moglie Maria Pezzillo, tutti accusati di omicidio volontario  e Viola Giorgini, fidanzata di Federico,  per omissione di soccorso.  
Ebbene, in via de Gasperi  nei pressi del cancello della villetta dei Ciontoli era stato messo da tempo, in ricordo di Marco, su un palo della luce, posizionato all’estremità del marciapiede, una sua foto e un mazzo di fiori. 
A dare la notizia della rimozione di fiori e foto a Marina Conte, mamma di Marco, alcuni vicini di casa Ciontoli. «Quando io e mio marito siamo andati - dice mamma Marina - abbiamo visto che la foto non c’era più ed era stata strappata e portata via e dei fiori è rimasto qualche petalo ancora a terra. È stato levato e portato via tutto. Non è la prima volta che il posto viene profanato, di preciso non so quante volte, ma sicuro almeno tre o quattro. Questa volta però potrebbe essere diverso, perché sembrerebbe da quanto mi è stato riferito che a farlo siano stati Antonio Ciontoli e la moglie. Il fatto mi ha amareggiato tanto perché Marco è un ragazzo morto comunque per mano loro e se fosse vero dimostrano ancora di essere delle persone veramente cattive. Io non so che cosa gli possa aver fatto mio figlio per meritare tanto. Ho passato una giornata che mi ha devastato. Solo a ripensarci mi ribolle il sangue. Mi sono alterata. È qualcosa più forte di me. Perché se la devono prendere con mio figlio? Che gli ha fatto quel ragazzo? Se hanno qualcosa da dire la dicano a me. Marco non ha nessuna colpa. Hanno voluto loro che Marco morisse. Se fosse stato soccorso sarebbe oggi ancora in vita. Quindi dal mio punto di vista, lo hanno ucciso loro. Che dire poi di una madre che non lo ha soccorso e che non ha chiamato sua madre, quella vera. Pare come se in quella casa non esistesse  morale. Come si può pensare di fare una cosa del genere? Farlo è indubbiamente una cosa cattiva». Marina ricomponendo ogni tanto la voce e tentando di controllare la foga, continua: «L’altarino in fondo, non stava su una proprietà privata ma su una strada pubblica, era allestito su un palo, come d’altronde da noi si usa. Va detto anche che mio figlio è morto in quella casa anche se dopo 28 mesi sta ancora tutto in alto mare. Penso che persone che hanno un briciolo di umanità non farebbero una cosa del genere. Non farebbero un atto assimilabile ad uno sfregio ad una persona morta. Lo sfregio a Marco, a mio figlio – dice Marina con la voce strozzata dal pianto – è una cosa che inorridisce, non solo me e mio marito ma anche tutta la famiglia. Certo è singolare se fosse davvero stato fatto da chi dice che quel ragazzo lo amava, che era come un figlio per loro. Non trovo parole. Sono raggelata». 
Drammatico lo sfogo di Marina quando afferma che comunque lei non mollerò mai. «Continuerò a lottare per mio figlio che prima o poi avrà giustizia. Pagherà chi dovrà pagare per la sua morte, per quello che hanno fatto a noi e per quello che continuano a fare fuori dalla moralità». 
Anche Alessandro Carlini, cugino di Marco, commenta il fatto su un post nel gruppo ‘’Giustizia e verità per Marco vannini’’: «Strappare i fiori e la foto di Marco per poi gettarli non vi basterà per cancellare quello che avete fatto, ma soprattutto non servirà a fermare la nostra determinazione! Nuova foto e nuovi fiori ancora più belli di prima. Noi non molleremo mai!»

]]>
24.09.2017
La cena di Tidei e Luciani indigesta per il Pdhttp://www.civonline.it/articolo/la-cena-di-tidei-e-luciani-indigesta-il-pdCIVITAVECCHIA - Il giorno dopo la cena della riappacificazione tra TIdei e Luciani, il Pd lo dedica al silenzio e alle tessere. Se è vero che solo ieri si sono registrati quasi 300 iscritti e giovedì erano stati altri 370 (in totale si è al momento a quasi 1700 tessere sottoscritte, con una giornata ancora a disposizione, domani, prima della chiusura), al congresso che dovrebbe tenersi il 14 e 15 ottobre torneranno a poter votare in circa 2000 persone per eleggere il nuovo segretario.
Chi invece parla, è Mdp. Con un comunicato che non fa cenno alla cena svoltasi a casa di Alessio Gatti, ex assessore e consigliere Ds, ma che tra le righe finisce addirittura per dettare la linea del Pd.
«La posizione di Mdp art.1 insieme per il Lazio è una e inequivocabile. Ripartendo dall’esperienza di buon governo della Regione Lazio, siamo convinti che la sinistra avrà la forza e la capacità di governare soltanto dopo una ritrovata unità sia in città che nel Paese tutto. Per questo a quanti ad oggi hanno chiesto di incontrarci, abbiamo ribadito, che il raggiungimento di questo obbiettivo si può ottenere anche attraverso lo svolgimento di un congresso del PD locale in un clima unitario. Un clima, che favorisca un rinnovato e forte interesse al centro sinistra, tramite una Segreteria di garanzia, ed un direttivo che rispetti equamente le diverse anime interne. Questo affinché si possano sviluppare, seppur da posizioni diverse, progetti politici ed amministrativi a favore esclusivo della cittadinanza tutta. Se ciò non dovesse accadere, saremo pronti a valutare gli scenari che si apriranno e a progettare la nostra idea di Città e di società, con quanti nel centro sinistra, condivideranno un percorso nel nome della ritrovata unità di cui parlavamo».
«Abbiamo partecipato - dichiara il segretario Pier Franco Peris - ad un incontro con una delegazione non certo ‘‘carbonara’’: Enrico Luciani, il consigliere regionale Gino De Paolis ed il sottoscritto e dall’altra parte avremmo dovuto trovare Pietro Tidei, ex sindaco ed ex parlamentare, e la deputata Marietta Tidei, oltre allo stesso Gatti, che fa parte del direttivo del Pd. Quindi credo che ci fossero tutti gli interlocutori per parlare di politica, come del resto è avvenuto anche se per un impegno all’estero l’onorevole Marietta Tidei non ha potuto partecipare».
«E’ stata una iniziativa personale - spiega la stessa onorevole Tidei - di Alessio Gatti per cercare di riaprire un dialogo nel centrosinistra. Sono dovuta partire per Berlino, altrimenti non avrei avuto difficoltà a partecipare all’incontro, perché credo si debba e si possa parlare con tutti, purché in un clima di rispetto reciproco».
Ma il segretario del Pd, il gruppo consiliare e gli altri componenti della direzione erano informati dell’iniziativa? «Si fanno tanti incontri - risponde Tidei -, non è che si parli preventivamente di ogni singola riunione. Comprendo che con i cinquestelle al governo della città ci sia poco da dire e che quindi tutto faccia notizia, soprattutto ciò che fa Tidei, di cui tanti si sentono orfani, ma non credo che questo incontro possa o debba essere fonte di polemiche interne al Pd, alla vigilia di un congresso che auspico si possa svolgere serenamente».
In realtà, la linea discussa preventivamente nel Pd era quella di dialogare con tutte le varie anime del centrosinistra, tranne - al momento - che con Enrico Luciani, con il quale i rapporti fino a pochi giorni fa erano a dir poco improntati all’alta tensione, se non allo scontro aperto.
Qualcuno tra i dem pare vi abbia riletto, in una fase di difficoltà per Tidei, sotto attacco con il tesseramento da lui stesso attribuito ad una ‘‘opa’’ esterna ostile e con la campagna elettorale per le politiche alle porte per la ricandidatura di Marietta Tidei, una riapertura a Luciani per cercare di ricreare un asse in grado di reggere all’urto di attacchi da dentro e fuori il partito. Quasi che alla fine, i due nemici si possano rafforzare a vicenda disegnando una inedita e sorprendente alleanza, come a suo tempo lo stesso Tidei ha fatto con Gianni Moscherini.
Manovre difficilmente comprensibili dall’elettorato e che alla fine non è detto che facciano bene alla causa della riunificazione del centrosinistra.
Intanto, mentre a metà ottobre si potranno ‘‘pesare’’ i nuovi equilibri interni al partito, la componente che fa riferimento a Claudia Feuli ‘‘acquisisce’’ ufficialmente anche il suo consigliere comunale, visto che finora si era parlato del binomio Feuli-Mecozzi, con quest’ultimo che però non era neppure iscritto al Pd e che, a quanto pare, domani entrerà ufficialmente nel partito.

]]>
24.09.2017
Arrestato a Roma il secondo evaso di Aureliahttp://www.civonline.it/articolo/arrestato-roma-il-secondo-evaso-di-aureliaCIVITAVECCHIA - E' stato arrestato questa sera intorno alle 21 a Roma, in zona Borghesiana, Marku Osvaldi, il 22enne albanese che lo scorso 30 luglio era evaso dal carcere di Borgata AUrelia. Dopo quasi 2 mesi in cui comunque erano proseguite le ricerche interforze, stasera a fermare il fuggitivo sono stati, nella capitale, agenti della Polizia Penitenziaria.

Come si ricorderà, Osvaldi riuscì ad evadere insieme al connazionale Luca Leke, 31enne, che però saltando da 4 metri di altezza si fratturò i calcagni, rimanendo bloccato in via Refici, ad Aurelia, dove venne trovato da un poliziotto 24 ore dopo. 

Di Osvaldi, detenuto per furto aggravato e ricettazione, invece si persero le tracce. E nonostante la pista "amorosa" che da subito potrò a concentrare le ricerche a Roma, l'uomo è riuscito a non farsi rintracciare per 55 giorni, fino all'arresto di questa sera.

Osvaldi in passato era evaso anche dall'istituto di custodia minorile di Bari. Gli agenti del Nic, il Nucleo Investigativo Centrale della polizia penitenziaria lo hanno catturato dopo circa due mesi di appostamenti e attività tecniche nell'ambito dell'operazione denominata "Amorino" per il fatto che l'evaso dopo la fuga ha ripreso a frequentare una donna con cui aveva avuto una relazione in passato e che continuava a corteggiare, circostanza che lo ha tradito.

A coordinare le indagini il pm di Civitavecchia Alessandra D'Amore.

La Fns Cisl esprime grande soddisfazione per l'arresto di Marku Osvaldi. Il segretario generale aggiunto del Lazio, Massimo Costantino, nel sottolineare l'ottimo lavoro svolto dal personale del nucleo investigativo centrale dì polizia penitenziaria, sottolinea che finalmente il detenuto potrà scontare effettivamente la sua pena in carcere.

]]>
24.09.2017
Terracina, cade caccia militare durante esibizione Frecce tricolorihttp://www.civonline.it/articolo/terracina-cade-caccia-militare-durante-esibizione-frecce-tricoloriCIVITAVECCHIA - Un Eurofighter è precipitato durante lo show delle Frecce Tricolori a Terracina. La manifestazione è stata annullata. Al momento non si hanno notizie delle condizioni del pilota. La notizia è rimbalzata immediatamente su Twitter, dove i testimoni dell'incidente parlano di violentissimo impatto in acqua.

Il velivolo, del reparto sperimentale dell'Aeronautica Militare, era impegnato in una esibizione quando è improvvisamente collassato in mare. L'esibizione del caccia militare avrebbe dovuto precedere quella delle Frecce Tricolori: molte le persone presenti, che hanno assistito sbigottite alla scena.
Sconosciute al momento le cause dell'incidente. La manifestazione è stata immediatamente interrotta.

RECUPERATO IL CORPO DEL PILOTA - E' morto il pilota, il suo corpo è stato ritrovato. Lo rende noto l'Aeronautica militare precisando che restano al momento "ancora sconosciute le cause dell'incidente". "Le operazioni di soccorso -si legge in una nota- sono iniziate immediatamente dopo l'impatto grazie ai mezzi di soccorso presenti sul posto". Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti ed il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano si uniscono al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli nell'esprimere "vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota".

"Solidarietà e vicinanza" alla famiglia del pilota dell'Aeronautica morto è stata espressa dal ministro della Difesa Roberta Pinotti. "Ai familiari del 36enne Capitano Gabriele Orlandi - si legge in una nota- va il sentimento di vicinanza di tutto il personale della Difesa e mio personale. Sono vicina all'Aeronautica, che vive questo tristissimo momento di lutto condiviso da tutte le Forze armate".

VIDEO

]]>
24.09.2017
Picchia, sequestra in casa e lascia senza cibo la compagnahttp://www.civonline.it/articolo/picchia-sequestra-casa-e-lascia-senza-cibo-la-compagnaROMA - Insulti, angherie e aggressioni nei confronti della compagna erano diventate un'abitudine per un 32enne che era arrivato a sequestrare in casa la donna lasciandola senza cibo, per evitare che scappasse.

Sono stati gli investigatori della polizia del commissariato San Giovanni a rintracciare e arrestare A. O., nigeriano di 32 anni, a seguito di un ordinanza di custodia cautelare. Al momento dell’arresto, l'uomo è stato trovato in possesso di varie bustine di marijuana e anche nella sua abitazione i poliziotti hanno sequestrato, nascosti in una bottiglia di whisky, 150 grammi di marijuana e materiale per il confezionamento delle dosi, nonché denaro contante, probabile provento dello spaccio. Il 32enne è stato anche denunciato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

LE BOTTE - La convivenza della coppia era iniziata nel settembre dello scorso anno. Da subito, erano iniziate le botte e le angherie, soprattutto quando l'uomo era sotto effetto dell'alcol. A dicembre, dopo l’ennesima violenza, la donna aveva chiamato la polizia e gli agenti intervenuti avevano trovato l’uomo in possesso di 17 grammi di hashish denunciandolo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

IL SEQUESTRO - In un'altra occasione, dopo averla picchiata, il 32enne le aveva sottratto il telefonino, chiudendola in casa. La ragazza, era riuscita a scappare e a farsi medicare al pronto soccorso, dove le era stato riscontrato un trauma contusivo al volto guaribile in 5 giorni.

LE VESSAZIONI - Dopo poco tempo, però, a seguito delle continue pressioni dell’uomo, la donna aveva ripreso la convivenza e di nuovo erano ricominciati maltrattamenti e vessazioni. A settembre scorso, un'altra violenta aggressione con calci e pugni le hanno provocato una frattura al volto, che ha richiesto un intervento chirurgico e un ricovero di 20 giorni. A questo punto, le continue violenze fisiche e psicologiche finalizzate alla sottomissione della donna hanno fatto scattare la misura cautelare col successivo arresto.

]]>
24.09.2017
Concordato Hcs, Cozzolino fa i capricci dopo il no: "Spero che Boeri e la struttura ci ripensino"http://www.civonline.it/articolo/concordato-hcs-cozzolino-fa-i-capricci-dopo-il-no-spero-che-boeri-e-la-struttura-ci-ripensiCIVITAVECCHIA - Continua a far discutere il rifiuto dell’Inps alla proposta di concordato del comune di Civitavecchia su Hcs. Uno dei maggiori creditori della società partecipata ha detto no al piano proposto dall’ex assessore Marco Savignani. 

Una vicenda liquidata forse con un po’ troppa fretta come "ormai avviata alla conclusione", perché nonostante le rassicurazioni dei giorni scorsi fatte da Cozzolino ai lavorati passati alla Csp, la nuova partecipata, resta il dubbio sollevato a metà settembre sul decreto Madia (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica) il quale prevede, all’articolo 14, comma 6, che "nei cinque anni successivi alla dichiarazione di fallimento di una società a controllo pubblico titolare di affidamenti diretti, le pubbliche amministrazioni controllanti non possono costituire nuove società, né acquisire o mantenere partecipazioni in società, qualora le stesse gestiscano i medesimi servizi di quella dichiarata fallita".

Nonostante il testo parli chiaro il Sindaco ha invitato i lavoratori a non preoccuparsi perché ormai passati alla nuova società. Il dubbio resta, soprattutto visto il precedente rifiuto della Mad (circa 40% dei crediti). Ma il Comune a Cinque stelle chiama in campo il nazionale con un’interrogazione della deputata Laura Castelli  a cui il ministro Pier Carlo Padoan ha risposto "picche" citando l’articolo 182 ter della legge fallimentare, secondo cui all’istituto di previdenza non può essere offerta una somma inferiore a quella che riuscirebbe ad ottenere il suo credito, privilegiato, in caso di liquidazione della società.

Il Ministro ha lasciato aperto però uno spiraglio spiegando che il concordato preventivo può superare l’ostacolo dei contributi previdenziali anche se non garantisce all’Inps il 100% del credito. Ma Cozzolino non è soddisfatto dall’andamento delle cose e dichiara: "Noi abbiamo presentato i piani di concordato per cercare di pagare gli enormi debiti che abbiamo trovato nelle partecipate - spiega Cozzolino - senza contare le partite inter company 40 milioni di euro, il Comune ha fatto le cose seriamente, ci ha messo dieci milioni di euro senza andarli a prendere dalle tasche dei cittadini. L’Inps doveva votare per ricevere una soddisfazione che nella media era attorno al 26%, attaccandosi a delle circolari interne che ormai sono datate e non rispecchiano neanche più l’attuale stato economico del paese hanno rifiutato. Quindi - incalza il primo cittadino - a fronte di un debito di 6 milioni di euro avrebbero potuto prendere ricevere una ristorazione di 1,4 a questo punto oltre a perdere i 6 milioni di euro si dovranno impegnare a garantire il tfr ai lavoratori per circa 1,8 questi sono soldi di tutti, pubblici io suppongo e spero - conclude - che il presidente Boeri e la struttura ci ripensino e tornino a più miti consigli".

]]>
24.09.2017
Sisma Amatrice, il sindaco Pirozzi: "Sms da 2 euro finiti altrove"http://www.civonline.it/articolo/sisma-amatrice-il-sindaco-pirozzi-sms-da-2-euro-finiti-altroveROMA - La Giunta Municipale di Amatrice ha deliberato il trasferimento al Commissario straordinario di oltre un milione e 600mila euro per la ricostruzione di alcune strutture fondamentali per la città. "Si tratta di 308.028,38 euro destinati alla ricostruzione dell'Ospedale 'Francesco Grifoni', di 48.165,92 euro destinati alla ricostruzione dell'Istituto Alberghiero, insieme agli 850.000 euro, sempre devoluti per l'Alberghiero, donati dalla catena di ristorazione giapponese Saizeriya. A questi fondi si aggiungono i 456.812,23 euro già trasferiti al Commissario nei giorni scorsi per la costruzione della scuola'' fa sapere in una nota il comune di Amatrice, colpito dal sisma ad agosto di un anno fa.

SMS DUE EURO - "Tutto questo - dice il sindaco Sergio Pirozzi - è legato all'iniziativa del Comune di Amatrice denominata 'Adotta un'opera' ed è stato possibile solo grazie alla straordinaria solidarietà degli italiani che in questi 12 lunghi mesi che ci separano dal 24 agosto 2016 hanno voluto effettuare donazioni per Amatrice, affinché la nostra città tornasse a vivere al più presto. Insomma - sottolinea - non siamo di fronte a sms da due euro che poi vanno a finire altrove, frustrando così la generosità di tante persone, ma a un vero e proprio trasferimento di somme dal Comune di Amatrice al Commissario straordinario per la ricostruzione''.

SINDACO PIROZZI - ''Queste somme - conclude Pirozzi - giunte ad Amatrice per volontà di tante brave persone che ci sono state vicine, consentiranno di liberare fondi statali che saranno così impiegabili per altre città del cratere, per altre popolazioni colpite come noi dalla tragedia del terremoto. Voglio esprimere un sincero e profondo ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito e continuano a contribuire per far sì che il futuro di Amatrice sia garantito".

]]>
24.09.2017
Addio studi di settore, arrivano le pagelle fiscalihttp://www.civonline.it/articolo/addio-studi-di-settore-arrivano-le-pagelle-fiscaliROMA - L’Agenzia delle Entrate ha individuato i primi indici sintetici di affidabilità, Isa, destinati a sostituire gli studi di settore di 1,4 milioni di contribuenti già nel 2018. E' quanto si legge in una nota. Con il provvedimento firmato oggi dal direttore Ernesto Maria Ruffini, infatti, si individuano i primi 70 Indici che dovranno essere elaborati quest’anno e che potranno essere già applicati, a seguito di approvazione con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, a decorrere dal periodo d’imposta 2017.

Gli altri Isa, prosegue la nota, saranno individuati entro gennaio 2018 e successivamente elaborati nel corso dell’anno, per coinvolgere, a regime, circa 4 milioni di operatori economici, che rappresentano l’intera platea dei soggetti interessati dagli studi di settore. Dal 2018 imprese e professionisti potranno, così, avere un riscontro trasparente della correttezza dei propri comportamenti fiscali attraverso una nuova metodologia statistico-economica che stabilirà il grado (scala da 1 a 10) di affidabilità/compliance. Il provvedimento di oggi, si legge ancora nella nota, riporta anche le attività economiche, suddivise per settore, per le quali saranno elaborati gli Indici.

- LA PLATEA DEGLI INTERESSATI DAI NUOVI INDICI, OLTRE UN MILIONE - I nuovi 70 Indici riguarderanno circa 1,4 milioni di contribuenti. In particolare, 29 Indici sintetici di affidabilità saranno elaborati per il settore del commercio; tra le attività interessate vi sono quelle del commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici, articoli sportivi, giochi e commercio all’ingrosso di mobili.

Sono invece, spiega sempre la nota dell'Agenzia delle Entrate, 17 gli Indici individuati per il comparto dei servizi, tra cui carrozzieri e meccanici, parrucchieri e barbieri, riparazione autoveicoli, motocicli e ciclomotori, ma anche intermediari immobiliari, ristorazione e villaggi turistici. Per le manifatture gli Indici individuati sono 15 e riguardano, tra gli altri, la fabbricazione di articoli da viaggio, borse, la fabbricazione, lavorazione e trasformazione del vetro, calzature, prodotti in gomma. Per i professionisti i nuovi Isa riguardano 9 diverse attività di lavoro autonomo, tra le quali quelle dei disegnatori grafici, dei geometri e degli studi legali.

- LE PLATEE PIÙ NUMEROSE PER MACRO-CATEGORIE - Andando a scorrere le attività, dei circa 1,4 milioni di contribuenti interessati dagli Isa per il periodo d’imposta 2017, e che potranno quindi accedere ai benefici premiali previsti, circa 168mila sono intermediari del commercio (12% della platea), quasi 145mila avvocati (10%), oltre 129mila installatori di impianti (9%). Tra le macro categorie più numerose interessate dagli Isa ci sono anche i ristoranti, circa 95mila (7%) e i parrucchieri, circa 74mila (5%).

- I VANTAGGI PER I CONTRIBUENTI - I contribuenti che risulteranno “affidabili” agli Isa avranno accesso a significativi benefici premiali su più livelli: in particolare vengono esclusi gli accertamenti di tipo analitico - presuntivo; limitata l’applicazione degli accertamenti basati sulla determinazione sintetica del reddito. E’ anche prevista la riduzione dei termini per l’accertamento e l’esonero, entro i limiti previsti, dall’apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti d’imposta.

Infine, è previsto l’esonero dall’apposizione del visto di conformità ovvero dalla prestazione della garanzia per i rimborsi Iva per un importo non superiore a 50mila euro.

]]>
24.09.2017
Meteo. Preparate gli ombrelli, sta per cambiare tuttohttp://www.civonline.it/articolo/meteo-preparate-gli-ombrelli-sta-cambiare-tuttoROMA - Due giorni, due meteo. Tra ieri e oggi, infatti, si passerà da 24 ore di tempo piuttosto soleggiato a 24 di pioggia sull'Italia, a tratti anche molto forte.

A causa di un centro depressionario attivo sui settori centro-orientali europei, infatti, i settori orientali del Paese torneranno ad essere influenzati dal maltempo e, "nel contempo, un intenso corpo nuvoloso attraverserà alcune regioni meridionali", fanno sapere gli esperti del sito 'ilMeteo.it'.

DOMENICA - "Subito temporali su Trapanese, Agrigentino occidentale e Palermitano, in spostamento verso Calabria e Puglia", con forti precipitazioni sul Salento. "Peggiora gradualmente su Triveneto, Emilia Romagna, Lombardia centro-orientale, Toscana, Marche, Abruzzo e Umbria: su queste zone - fanno sapere gli esperti - sono attese precipitazioni sparse, localmente temporalesche, più moderate o forti su Emilia Romagna orientale e Marche. Più asciutto sul resto dei settori".

]]>
24.09.2017
'Da Trieste in giĆ¹': ecco la classifica dei tartassatihttp://www.civonline.it/articolo/da-trieste-giu-ecco-la-classifica-dei-tartassatiROMA - Sono i lombardi i contribuenti più 'generosi' d’Italia con il fisco, con una quota pro capite (anziani e neonati inclusi) che sfiora i 12mila euro, più del doppio di quanto versato da calabresi e siciliani.

E' quanto emerge da un'elaborazione dell’Ufficio studi della Cgia che ha messo a confronto il gettito di imposte, tasse e tributi versati allo Stato, alle Regioni e agli Enti locali dai lavoratori dipendenti, dagli autonomi, dai pensionati e dalle imprese residenti nel nostro Paese.

La regione che svetta in questa graduatoria è, come detto, la Lombardia: nel 2015 ogni residente di questo territorio ha mediamente corrisposto al fisco 11.898 euro. Subito dopo si collocano gli abitanti del Trentino Alto Adige, con un gettito medio di 11.029 euro e gli emiliano-romagnoli, con 10.810 euro. Appena fuori dal podio, invece, si posiziona il Lazio (con un versamento medio di 10.452 euro) e i liguri (con 10.121 euro).

Le Regioni, invece, dove il fisco è decisamente meno 'invasivo' sono quelle meridionali: nel 2015 in Campania il gettito pro-capite medio è stato pari a 5.703 euro, in Sicilia a 5.610 euro e in Calabria a 5.436 euro. Nel Sud e nelle Isole, di fatto, il peso complessivo del fisco è pari a quasi la metà di quello 'gravante' sui residenti del Nordovest.

 

Da questa analisi, emerge anche il forte divario esistente in materia di prelievo fiscale tra i vari livelli di governo. A fronte di un dato medio nazionale di 8.800 euro pro capite di tasse nazionali e locali versate nel 2015, l’84% è stato 'assorbito' dallo Stato centrale (7.390 euro pro-capite), un altro 9,3 dalle Regioni (825 euro pro-capite) e infine il rimanente 6,7% dagli Enti locali come Comuni, Province e Comunità montane (585 euro pro-capite).

IL SUD ITALIA - Quanto al peso ridotto del fisco sui contribuenti delle regioni del Sud il Segretario della Cgia, Renato Mason, precisa che "negli ultimi tempi la pressione tributaria sui contribuenti del Mezzogiorno ha subito degli aumenti decisamente superiori al resto d’Italia. A seguito del disavanzo sanitario che ha contraddistinto in questi ultimi anni i bilanci di quasi tutte le Regioni meridionali, i Governatori di queste realtà sono stati costretti ad innalzare fino alla soglia massima sia l’aliquota dell’Irap sia quella dell’addizionale regionale Irpef con l’obbiettivo di riequilibrare il quadro finanziario”.

Rispetto al 2016, osserva la Cgia, quest’anno il carico fiscale medio nazionale è previsto in calo di 0,4 punti percentuali, grazie soprattutto alla ripresa del Pil e alla riduzione dell’aliquota Ires (Imposta sui redditi delle società) che dal 27,5 scende al 24 per cento. Quest’ultima misura farà risparmiare alle società di capitali quasi 4 miliardi di euro. Pertanto, nel 2017 la pressione fiscale in Italia dovrebbe attestarsi al 42,5%.

PRESSIONE FISCALE - Trend che prosegue ormai da qualche anno, anche se in misura che la Cgia giudica "ancora del tutto insufficiente". Dopo aver toccato il record storico nel biennio 2012-2013 (43,6%), successivamente ha cominciato a diminuire, sebbene continui a permanere un forte gap tra la pressione fiscale ufficiale (42,5%) e quella reale (48,8), ovvero quella effettivamente 'subìta' dai contribuenti fedeli al fisco.

A livello europeo, comunque, continuiamo a far parte del novero dei Paesi più tartassati. Nel 2016 l’Italia si è collocata al 7° posto con una pressione fiscale del 42,9 per cento: 2,8 punti in più della media europea e 1,6 punti superiori al dato medio dell’area euro.

IN EUROPA - Tra i principali Paesi dell’Ue, solo la Francia registra un dato superiore al nostro (47,5 per cento): tutti gli altri, invece, presentano livelli nettamente inferiori. La Germania, ad esempio, manifesta una pressione fiscale del 40,3%, i Paesi Bassi del 38,9 con il Regno Unito al 35,4 e la Spagna del 34,4%.

]]>
24.09.2017
Tarquinia, consegnate le borse di studio agli studenti dell'IIS diplomatisi con 100http://www.civonline.it/articolo/tarquinia-consegnate-le-borse-di-studio-agli-studenti-delliis-diplomatisi-con-100TARQUINIA – Si sono diplomati con 100/100 agli esami di maturità e sono stati premiati nella sala del consiglio comunale. Gli studenti  più meritevoli  dell’IIS Cardarelli di Tarquinia Hanno ricevuto premi in borse di studio consegnate a nome dell’amministrazione comunale dalla delegata alla Pubblica istruzione Federica Guiducci, dal vicesindaco Manuel Catini e dall’assessora alla Cultura Martina Tosoni.

La cerimonia si è svolta secondo una formula nuova rispetto agli anni precedenti: sono stati gli stessi professori dei ragazzi a presentare i loro alunni, elogiandone le qualità. Alla consegna ha preso parte anche il cittadino di Tarquinia Roberto Gazzillo presidente della classe del ’52 che ha premiato gli studenti che hanno dimostrato coraggio nelle avversità della vita.

 “È con immenso piacere che partecipiamo all’iniziativa, voluta dall’amministrazione comunale di Tarquinia, di premiare i ragazzi tarquiniesi che hanno raggiunto il massimo risultato nella loro esperienza scolastica.  – ha detto la dirigente dell'istituto Laura Piroli - La nostra scuola ha avuto 10 alunni che hanno raggiunto la votazione di 100 e tra loro abbiamo avuto un’alunna che ha meritato anche la lode". La manifestazione che si è svolta il  22 settembre è stata dedicata ai soli alunni di Tarquinia che sono Alessio Bernini, Francesca Conti, Francesca Fanucci, Clarissa Navarra, Chiara Quattrini e Federica Vallecoccia.  

"A tutti i nostri alunni che si sono distinti per preparazione scrupolosa portata avanti negli anni - ha aggiunto la dirigente scolastica - , per umanità, correttezza e dedizione al lavoro va l’augurio di tutta la scuola e la soddisfazione di tutti i docenti che hanno contribuito alla loro formazione.  Il loro cammino in vista di un lavoro qualificato e qualificante, è ancora lungo, ma l’impostazione nel metodo di studio che hanno acquisito sui banchi della nostra scuola costituirà un bagaglio culturale che li aiuterà a realizzare i loro progetti. Oltre la gioia per il riconoscimento avuto dai nostri alunni residenti nel comune di Tarquinia, aggiungo la grande soddisfazione di vedere coinvolto l’Istituto Vincenzo Cardarelli  in un’iniziativa della classe ’52, che ha desiderato istituire ben due borse di studio per gli alunni che si sono distinti con altre qualità necessarie nell’affrontare un corso di studi: la forza di volontà e l’impegno nel raggiungere l’obiettivo nonostante le difficoltà che la vita spesso riserva. A tutti un augurio di buon proseguimento e la speranza di ritrovarci, magari nell’“Associazione Amici del Cardarelli” per collaborare dall’esterno a rendere la nostra scuola sempre più al passo con i tempi”.

Il vicesindaco Manuel Catini ha consegnato i premi alle eccellenze della maturità e si è complimentato con studenti, docenti e famiglie. “Ringrazio tutti i partecipanti a questa premiazione, che testimonia, questa volta in via istituzionale, la vicinanza di questa amministrazione alla scuola – ha riferito Catini – mi complimento con questi ragazzi e consegniamo a nome dell’amministrazione questi assegni di studio. Borse di studio deliberate anni fa dal consiglio dei Giovani, di cui ero presidente, su proposta di Marco Gentili”.

La delegata alla Pubblica istruzione Federica Guiducci ha posto l'accento sui risultati frutto di un costante impegno: "Il risultato di 100 - ha detto la Guiducci - è frutto di impegno costante e ricerca. Vi premiamo perché avete dimostrato che con fatica e impegno la meta è raggiungibile. Lo avete fatto per voi, per le vostre famiglie. Possiate essere da sprone per gli altri. Ringraziamo anche la dirigente scolastica Piroli e tutti i docenti che hanno formato i ragazzi”. L’assessora alla Cultura Martina Tosoni ha consegnato i premi complimentandosi con tutti. I professori Iacobini, Perroni, Caramella, Elisei, Vinci e Federici hanno presentato le qualità dei loro studenti, la loro passione verso lo studio e la conoscenza, nonché le doti umane con momenti emozionanti tra le lacrime di gioia e commozione di docenti e studenti. La classe del 1952 ha inoltre consegnato un premio alla dirigente Piroli oltre che un premio per il coraggio e la determinazione davanti alle avversità dimostrato da due studenti, che nonostante tutto sono andati avanti, senza tralasciare lo studio. Un premio davvero grande: l’IIS Cardarelli ringrazia tutta la classe del 1952 e il suo ideatore e presidente Roberto Gazzillo.

]]>
24.09.2017
Vecchia: impatto senza retihttp://www.civonline.it/articolo/vecchia-impatto-senza-retidi GIAMMARCO MORGI

Il primo e storico derby tra Ladispoli e Civitavecchia Calcio 1920 sul rettangolo del nuovissimo Angelo Sale, nel match valevole per la 4^ giornata del campionato di Eccellenza laziale girone A, si chiude a reti inviolate sul risultato di 0-0; nonostante entrambe le formazioni hanno creato diverse occasioni da rete. Una partita con gli equilibri sempre in bilico, ma senza che nessuna delle due formazioni riesca a sbloccare la gara. I nerazzurri sfiorano la rete in più circostanze, specialmente in due occasioni con Gimmelli, oltre alla chance clamorosa capitata a Tabarini che però spara addosso al portiere rivale. Anche i padroni di casa hanno avuto più volte la possibilità di trafiggere la retroguardia dei cugini, soprattutto con bomber Rocchi; eppure Nencione è bravo a non farsi superare e in diverse occasioni salva il risultato. Ladispoli e Civitavecchia, dunque, si dividono la posta in palio; eppure è un punto che ha un valore diverso per le due formazioni: i rossoblu erano lanciati verso le zone alte della classifica e con questo pareggio perdono qualche posizione rispetto alle squadre di vertice, mentre i nerazzurri con la lunghezza acquisita risalgono la china e si portano proprio alle spalle dei cugini rossoblu. La classifica ad ora resta comunque molto corta, con le prime dieci squadre separate da appena tre punti, quindi anche se tanto il Ladispoli che il Civitavecchia dovranno smaltire un pizzico d’amaro in bocca per la consapevolezza che con un po’ di cinismo in più avrebbero potuto portare a casa l’intera posta in palio; resta la certezza che il campionato è ancora lungo e che la distanza dalle squadre che guidano la graduatoria non è affatto insormontabile.

]]>
24.09.2017
Cpc a caccia di conferme contro l'Atletico Ladispolihttp://www.civonline.it/articolo/cpc-caccia-di-conferme-contro-latletico-ladispolidi GIAMPIERO BALDI

Con la vittoria esterna ottenuta domenica scorsa all’Astolfi di Santa Severa, la Compagnia Portuale ha dato un taglio netto alle brutte prestazioni offerte nei due precedenti incontri. Un successo, quello con il Santa Marinella/Santa Severa che ha ridato entusiasmo giocatori e tifosi. Ora, però, Gravina e compagni dovranno dimostrare che i tre punti conquistati contro un’ottima formazione come quella di Michele Zeoli non sono il frutto di una prestazione estemporanea, ma la classica “prima pietra” di un percorso che sarà duro, ma che dovrà portare all’obiettivo che la Cpc si era data in fase precampionato e cioè arrivare nella categoria superiore. Domani mattina alle 11 la compagine di mister Blasi sarà impegnata al “Comunale” contro l’Atletico Ladispoli. Una gara, almeno sulla carta, alla portata dei portuali che si troveranno di fronte una formazione che, insieme al Bomarzo, occupa l’ultima posizione in classifica a quota zero. «Dopo l’ottima prova di domenica - sottolinea il presidente Sergio Presutti - ora dobbiamo dare continuità ai risultati. Lo scossone che ha subito la squadra con le dimissioni di Castagnari, ha dato i suoi frutti. Purtroppo, per questa gara, dovremmo fare a meno di Di Gennaro e Poggi che sono squalificati e di Nunziata, Loiseaux e Brunetti infortunati. Insomma, una squadra in piena emergenza. Noi comunque non ci abbattiamo, dobbiamo continuare sulla strada intrapresa domenica scorsa, ma per farlo bisogna giocare con umiltà». Dopo la brutta “botta” presa domenica scorsa, proprio con i cugini portuali, il Santa Marinella/Santa Severa si appresta ad affrontare la trasferta di Ronciglione, con uno spirito diverso rispetto a quello mostrato con la squadra di Blasi. In settimana, il tecnico, si è soffermato ad analizzare con i giocatori la sconfitta subita, nonostante gli avversari fossero in doppia inferiorità numerica. Al termine della “lezione”, Zeoli ha chiesto ai suoi di affrontare le sedute settimanali con molto impegno. Per la sfida con i viterbesi (in programma domani alle 11), il tecnico potrà contare su tutti gli effettivi a disposizione, ad eccezione del giovane Silla. «Per la prima volta in questa stagione - dice Zeoli - ho avuto alle mie dipendenze tutti i giocatori in organico. Oggi, mi aspetto una prova di carattere, in quanto giocheremo contro una squadra solida che sicuramente metterà la gara sul piano agonistico. Li ho visionati mercoledì in Coppa Italia, e devo dire che hanno un’ottima impostazione e una difesa molto forte. Nella riunione di martedì, ho fatto capire ai giocatori che siamo poco attenti, soprattutto in difesa. Domenica scorsa, nel tratto di gara in cui siamo stati in doppia superiorità numerica, abbiamo cercato con troppa fretta di riequilibrare il risultato, però abbiamo commesso troppi errori collettivi. La squadra è cambiata molto, quindi abbisogna di rodaggio». La capolista Cerveteri si recherà domani sul campo dell’Ottavia, squadra che ad oggi, non ha mai perso. Dopo la gara rinviate della settimana precedente, i romani hanno ottenuto una vittoria e un pareggio. Gli etruschi, sulle ali dell’entusiasmo per gli ottimi risultati conquistati nelle tre gare giocate, puntano decisamente al quarto successo stagionale, ma sanno di dover mettere in campo tutto il loro valore per uscire indenni da questo confronto.

VIDEO

]]>
23.09.2017
Impegno duro per il Tolfahttp://www.civonline.it/articolo/impegno-duro-il-tolfadi ROMINA MOSCONI

Impegno casalingo difficile per il Tolfa di mister Paolo Caputo. 
In questa quarta giornata del girone A del campionato d’Eccellenza laziale è attesa allo Scoponi di Tolfa la corazzata Eretum Monterotondo, squadra costruita per vincere che domenica scorsa si è imposta sulla favorita Vis Artena. 
Per questa sfida mister Caputo ha convocato tutta la rosa, così come abitudine per le partite casalinghe. 
Assenze pesanti fra le fila del team collinare.
Sono ancora indisponibili Compagnucci (attaccante) e Superchi (portiere) per infortunio; mentre per motivi di lavoro non saranno disponibili la saracinesca Danilo Boriello, il fantasista Cascianelli (centrocampista) e Carlini (difensore).
Il tecnico in settimana ha lavorato molto sul possesso palla e sulla gestione dei momenti topici delle partite, dove la giovane squadra tolfetana deve ancora crescere, soprattutto per avere una tenuta migliore verso il finale. 
Fischio d’inizio previsto per le 15.30 allo Scoponi di Tolfa; dai biancorossi ci si aspetta la solita partita gagliarda e battagliera. 
I collinari chiamano a raccolta tutti i sostenitori e fan: il calore del pubblico sarà importante per i giovani calciatori cari a patron Franchi e servirà loro come spinta per dare qualcosa in più.

]]>
23.09.2017
Dlf ancora campione d'Italiahttp://www.civonline.it/articolo/dlf-ancora-campione-ditalia-0Splendida affermazione dei portacolori del Tennis Club Dlf, che a Cervia hanno confermato il titolo di campioni d’Italia a squadre Aics categoria amatori sbaragliando il nutrito lotto di partecipanti formato da 15 squadre provenienti da tutta Italia. Condotti dal capitano non giocatore Corrao Paolo, si sono confermati campioni d’Italia Vucetich Giuseppe, Zeoli Alessandro, Russi Fabio, Mentonelli Graziana, Anniballi Elisa.
Intanto fervono i preparativi per l’appuntamento del Master 2017 di tennis in carrozzina che si svolgerà presso il circolo del Tc Dlf Civitavecchia dal 12 al 15 ottobre. La manifestazione, alla quale parteciperanno le migliori 16 racchette nazionali, sarà l’ennesimo fiore all’occhiello dello sport civitavecchiese. Il torneo avrà come protagonisti gli otto migliori atleti rappresentanti del tennis italiano che occupano i primi otto posti della graduatoria nazionale, le quattro migliori atlete della classifica italiana e i migliori quattro atleti della categoria quad, che si contenderanno il montepremi di 2000 euro. Saranno ripristinati i varchi elettronici, l’organizzazione metterà a disposizione le vetture per la trasportation degli atleti che saranno ospitati presso l’hotel Brizi Country Chic. Oltre al patrocinio del comune di Civitavecchia, il circolo Tc Dlf ha definito una collaborazione con il liceo scientifico e sportivo G. Marconi, che coadiuverà l’organizzazione gestendo il corretto funzionamento dei tabelloni elettronici che sanzieranno il punteggio dei vari incontri. Inoltre il torneo avrà come grande partner Telethon con il progetto “Insieme per #andarelontano’’.

]]>
23.09.2017
Pubblicato l'avviso regionale ''Sport di cittadinanza ed inclusione sociale''http://www.civonline.it/articolo/pubblicato-lavviso-regionale-sport-di-cittadinanza-ed-inclusione-socialeIl comune ha reso nota la pubblicazione dell’avviso pubblico regionale ‘‘Sport di cittadinanza ed inclusione sociale’’ al link http://www.regione.lazio.it/rl_sport/?vw=newsDettaglio&id=289. «Con il presente avviso pubblico - spiegano dall’amministrazione - la Regione intende sostenere progetti rivolti a migliorare, attraverso l’attività motoria e sportiva, le condizioni di pari opportunità delle persone con disabilità, utilizzando lo sport come strumento di inclusione sociale e, nel contempo, utile all’accrescimento personale, alla valorizzazione delle capacità e al rafforzamento dell’autostima; sostenere progetti sportivi che, garantendo il diritto fondamentale per tutti i cittadini per l’accesso all’attività motoria e sportiva, favoriscano la partecipazione, l’inclusione sociale, il diritto alla salute e la solidarietà. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 29 settembre 2017».

]]>
23.09.2017