Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria http://www.civonline.it Feed Rss di Civonline Copyright 2015 Civonline http://www.rssboard.org/rss-specification info@euromediaitalia.com IT-it Rifiuti: Ecologia Viterbo aumenta i costi per i comuni del 55%http://www.civonline.it/articolo/rifiuti-ecologia-viterbo-aumenta-i-costi-i-comuni-del-55CIVITAVECCHIA - È datata 13 luglio scorso la lettera con la quale la società Ecologia Viterbo srl, rivolgendosi ai Sindaci della provincia di Viterbo, ha comunicato l'aumento della tariffa relativa ai servizi di trattamento rifiuti, determinato dall'attivazione della stazione di trasferenza in temporanea sostituzione del Tmb incendiato lo scorso 3 giugno, chiedendo ai Comuni stessi di appostare in bilancio le risorse necessarie al pagamento.

E così ieri sera sindaci e amministratori locali hanno partecipato ad un incontro, organizzato dal consigliere regionale di Cuoritaliani Daniele Sabatini, per esaminare e approfondire la richiesta giunta con una missiva che, peraltro, a qualcuno dei presenti ha anche ricordato tempi che si riteneva fossero superati. I Sindaci, durante la riunione, hanno rimarcato la gravità e la irritualità della richiesta di aumento, di circa il 55%, dei costi di trasferimento in discarica, da 110 a 171 euro a tonnellata, per problematiche conseguenti l'incendio della notte dello scorso 3 giugno, ed  hanno espresso forte contrarietà nei confronti della metodologia usata dall’azienda. Hanno chiesto con fermezza un intervento della Regione Lazio affinché l'emergenza, in cui versa oggi la provincia di Viterbo, originata da atti che la Regione stessa ha emanato autorizzando il conferimento dei comuni della provincia di Roma, non debba ricadere, ancora una volta, sulla testa dei cittadini viterbesi. 

E tra i comuni interessati c’è anche quello di Civitavecchia che trasporta i suoi rifiuti a Viterbo per il trattamento già da un paio d’anni; e se l’aumento dovesse interessare anche il Pincio i civitavecchiesi andrebbero a pagare una bolletta davvero troppo elevata, soprattutto se si considera la qualità del servizio attualmente ricevuto. 

"Nel frattempo, l’azienda ha richiesto l’autorizzazione per la nuova tariffa alla Regione Lazio, autorizzazione che però ancora non c’è. Ma intanto presenta il conto ai Comuni - ha commentato il capogruppo regionale di Cuoritaliani - i sindaci sono preoccupati e ci hanno sollecitato ad intervenire, perché appostare quelle risorse significa inevitabilmente far ricadere maggiori oneri, non previsti, anche sulla collettività. Con un’interrogazione urgente, chiederò all’assessore regionale competente di chiarire se la prassi seguita dall’azienda si conforme alla normativa vigente in materia. Non si può trasformare un rischio d’impresa in un costo aggiuntivo per le amministrazioni pubbliche e, di conseguenza, anche per i cittadini”. 

Gli amministratori hanno rilevato, inoltre, come, problematiche aziendali, peraltro in questo caso dovute ad un incendio, non possano ricadere sempre sulla collettività, dal momento che, alla stessa stregua, il guadagno di impresa non viene mai ripartito con i Comuni. Per tutte queste ragioni, al termine dell’incontro i Sindaci si sono dichiarati pronti, qualora il problema non venisse risolto senza gravare sulle tasche dei cittadini, a intraprendere ogni iniziativa, in tutte le sedi competenti, atta a tutelare i propri territori.

]]>
22.07.2017
Incendio a Montalto Marina: un arresto e tre denuncehttp://www.civonline.it/articolo/incendio-montalto-marina-un-arresto-e-tre-denunceMONTALTO DI CASTRO – In quattro per mandare a fuoco una pineta. Tre minorenni e un 22enne, tutti di Roma, sono stati sorpresi dai carabinieri di Montalto mentre stavano appiccando un incendio nella pineta adiacente la strada Litoranea, a Montalto Marina.

Il maggiorenne è stato arrestato per incendio doloso mentre gli altri tre sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

L'incendio è divampato ieri pomeriggio intorno alle 16  nell’area boschiva attraversata dalla strada che porta alle Murelle, nei pressi dello svincolo per via Tre Cancelli.

Un fumo denso ha attirato l’attenzione di alcuni passanti che hanno chiamato i carabinieri.  Sul posto i militari della stazione di Montalto hanno trovato i giovani mentre stavano incendiando un’altra parte della vegetazione.

Bloccati, sono stati poi condotti in caserma per gli accertamenti del caso.

Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco di Viterbo, del gruppo comunale di Protezione civile e dei volontari della Prociv Arci Vulci I, che hanno collaborato alle operazioni di spegnimento.

La polizia locale di Montalto ha interdetto al traffico il tratto di strada per permettere ai soccorsi di operare in sicurezza.

]]>
23.07.2017
Interporto, c'è un'offerta http://www.civonline.it/articolo/interporto-ce-unoffertaCIVITAVECCHIA - Sembra esserci un’offerta per l’acquisto del ramo d’azienda della società Interporto di Roma Piattaforma Logistica di Civitavecchia, dichiarata fallita a dicembre del 2014. La quarta asta, a differenza delle altre, non è andata deserta. Una sola domanda, che verrà vagliata dal curatore fallimentare, il dottor Angelo Novellino, nei prossimi giorni. Certo, dagli iniziali 10,217 milioni di euro si è passati, ribasso dopo ribasso, a circa la metà, e cioè 5.231.104 euro.

La prima gara è andata deserta, alla seconda (da 8.173.600 euro) avrebbero partecipato dei soggetti, ma le offerte non sarebbero state giudicate né valide né ammissibili. La terza gara (da 6.538.880 euro), scaduta ad inizio dicembre, è andata nuovamente deserta, fino ad arrivare a questa nuova procedura all’esito della quale si potranno aprire diversi scenari. Perché l’amministrazione, come emerso proprio nel corso dell’ultimo consiglio sul tema, ha deciso di mantenere in piedi la concessione - senza procedere alla decandenza - aspettando proprio di conoscere il risultato dell’asta.

"Le possibilità sono due - aveva spiegato Francesco Fortunato - o qualcuno si aggiudica l’asta o si va a contrattazione privata con il curatore fallimentare. Noi abbiamo presentato l’area ad investitori stranieri con i quali siamo in contatto anche attraverso il presidente dell’Authority Di Majo, per promuovere la struttura come appetibile". Bisognerà quindi attendere i prossimi giorni per valutare gli sviluppi della vicenda. 

]]>
23.07.2017
Colpo alla banca Intesa Sanpaolo: bottino da poche migliaia di euro http://www.civonline.it/articolo/colpo-alla-banca-intesa-sanpaolo-bottino-da-poche-migliaia-di-euroSANTA MARINELLA – Non è stato "il colpo del secolo", quello che hanno messo a segno tre rapinatori che la notte scorsa hanno fatto esplodere una bomba rudimentale all’interno della banca Intesa San Paolo situata lungo l’Aurelia al quartiere Pirgus, creando solo tanti danni e pochi soldi prelevati. Ieri, infatti, alle prime ore del mattino, un boato pazzesco ha squarciato la tranquilla atmosfera del rione a nord di Santa Marinella.

Tre individui a volto coperto, infatti, dopo aver forzato la porta laterale della filiale cittadina di Intesa San Paolo, hanno piazzato all’interno della banca una bomba artigianale formata da una bombola di acetilene innescata con un sistema elettrico a distanza. Dopo aver sistemato la bombola, i rapinatori hanno guadagnato l’uscita e da debita distanza hanno fatto esplodere la "bomba".

Obiettivo, i due bancomat presenti nella banca, uno interno e l’altro collocato esternamente in via Garibaldi. I banditi, non hanno però valutato quale poteva essere il potenziale dell’ordigno ed effettivamente lo scoppio ha creato ingenti danni sia agli arredi che ai bancomat mentre le cassette di sicurezza, dove erano presenti circa 130mila euro, hanno tenuto bene. Un centinaio di miglia di euro sono stati recuperati dai Carabinieri prontamente intervenuti, molte banconote sono state disintegrate dallo scoppio, mentre i rapinatori sono riusciti a portare via poche migliaia di euro. Il colpo è stato fulmineo in quanto, diverse persone svegliate dal "botto", si sono affacciate dalle finestre degli appartamenti vicini, notando solo molto fumo e sentendo voci che invitavano a far presto. Un’operazione di circa cinque minuti perché, dopo aver ricevuto l’allarme, i Carabinieri della locale Stazione si sono portati immediatamente sul posto, quando ormai i tre se l’erano già filata con una autovettura. Sul posto è arrivata anche la Polizia Scientifica che ha effettuato i rilievi del caso, così come i Carabinieri che hanno iniziato le indagini per scoprire gli autori del colpo. Hanno sentito alcuni testimoni mentre procederanno anche ad analizzare i filmati delle telecamere presenti all’esterno della banca ed ovviamente quelle presenti in città.

Gi.Ba.

.

]]>
23.07.2017
Civitavecchia e i migranti: lunedì il Consiglio http://www.civonline.it/articolo/civitavecchia-e-i-migranti-lunedi-il-consiglioCIVITAVECCHIA - "Vicenda migranti: quali prospettive per il territorio". Di questo si discuterà lunedì sera, a partire dalle 21.30, all'aula Calamatta del Comune nel corso del consiglio comunale convocato per affrontare la delicata tematica, alla luce dell'allarme per la possibilità di realizzare un hotspot al porto e della delibera di giunta con la quale, solo ieri, l'amministrazione ha confermato il suo impegno per il progetto Sprar, dettando le linee guida. 

Un consiglio comunale richiesto proprio a seguito degli ultimi episodi sia dalla maggioranza che dall'opposizione, al quale tra l'altro sono stati invitati a partecipare e ad intervenire anche il prefetto di Roma Paola Basilone, il presidente dell'Adsp del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria di Majo, le deputate del territorio Marta Grande e Marietta Tidei ed i consiglieri regionali Gino De Paolis e Devid Porrello.

L'orario della seduta ed il luogo scelto, nonostante si tratti di un tema ampiamente discusso e sentito in città, potrebbe però rappresentare un ostacolo alla partecipazione dei civitavecchiesi. Alle 21.30 e all'aula Calamatta, che per motivi di sicurezza ha una capienza limitata di pubblico. 

 

]]>
22.07.2017
Giovane annegato nel lago di Braccianohttp://www.civonline.it/articolo/giovane-annegato-nel-lago-di-braccianoBRACCIANO - È annegato mentre cercava di recuperare un pallone. Tragedia ieri pomeriggio nelle acque del lago di Bracciano.

La vittima è un giovane originario dello Sri Lanka ma residente a Roma. Il giovane potrebbe essere stato colto da un malore dopo aver mangiato a bordo lago con alcuni amici.

A soccorrere il giovane un abitante della zona, ma il ragazzo secondo quanto appreso era già senza vita. Sul posto i Carabinieri. 

]]>
23.07.2017
Esplosione in una villetta ad Anguillara: 4 feritihttp://www.civonline.it/articolo/esplosione-una-villetta-ad-anguillara-4-feritiANGUILLARA SABAZIA - Esplosione in una villetta a due piani ad Anguillara Sabazia. E' accaduto questa mattina verso le 8.30 in via Grotte di Castellana 26. Il bilancio è di 4 feritiDue persone sono state trasportate con l'elicottero in codice rosso all'ospedale sant'Eugenio di Roma, altre due sono state trasferite in ambulanza in codice giallo al Policlinico Gemelli. Al momento della deflagrazione all'interno dell'appartamento c'erano tre donne e un uomo anziano.

Sul posto cinque squadre dei vigili del fuoco del comando di Roma. L'esplosione ha danneggiato solo l'appartamento al piano terra e non ha comportato cedimenti strutturali all'edificio. Tra i primi ad accorrere sul posto i vicini di casa, il personale del 118 e i carabinieri della stazione di Anguillara e di Bracciano. L'ipotesi, a quanto si apprende, sarebbe quella di una fuga di gas.

]]>
23.07.2017
Il Pyrgo Cafè resta chiuso, Mereu: «Errore del Comune»http://www.civonline.it/articolo/il-pyrgo-cafe-resta-chiuso-mereu-errore-del-comuneCIVITAVECCHIA - Lo strano caso del Pyrgo Cafè e del "mero errore interpretativo" del Comune. È il legale della proprietà del locale Lorenzo Mereu a spiegare la vicenda: "In conseguenza ad una sanzione amministrativa del codice della strada - spiega - il comune di Civitavecchia, con provvedimento dell’11 luglio, dispone la chiusura per venti giorni del Pirgo Cafè applicando una norma di una legge del 2009". Un’ordinanza di chiusura a seguito di un’occupazione di suolo pubblico maggiore a quanto consentito che impone uno stop al locale anche se, secondo l’avvocato, superiore a quanto legalmente consentito. "Il Sindaco - continua Mereu - poteva al massimo intimare la chiusura dell’attività commerciale che si rende colpevole di una violazione soltanto per cinque giorni". Il legale segnala "questo errore macroscopico al Comune che, dopo vari solleciti, con una nuova ordinanza ci dice ‘‘effettivamente abbiamo fatto un mero errore interpretativo di una norma’’. Il Comune - tuona Mereu -  impone prima una chiusura di venti giorni e oggi ci dice "ci siamo sbagliati chiudete soltanto per cinque giorni perché in questi giorni siete rimasti aperti"". L’avvocato è pronto a contrattaccare con le testimonianze dei lavoratori e con lo scontrinato pari a zero per dimostrare l’effettiva chiusura del locale di 8 giorni. Una vicenda che va a penalizzare l’attività commerciale in un periodo dove viene fatto circa l’80% dell’incasso annuale. "La proprietà - conclude l’avvocato - mi ha incaricato di portare all’attenzione della Procura della Repubblica questo fatto per vedere se ci sono o meno profili anche penalmente rilevanti, cosa che in adempimento del mandato ricevuto farò all’inizio della settimana prossima". 

VIDEO

Fra.Bal.

]]>
22.07.2017
Santa Marinella, colpo nella notte alla banca Intesa Sanpaolohttp://www.civonline.it/articolo/santa-marinella-colpo-nella-notte-alla-banca-intesa-sanpaoloSANTA MARINELLA - Ore 4.00. Un boato squarcia la tranquillità della notte nel quartiere Pirgus. A far saltare la sede Nord della ex Cassa di Risparmio di Civitavecchia oggi Intesa Sanpaolo è una bomba artigianale formata da una bombola di gas innescata con una miccia, collocata all'interno della filiale cittadina da tre uomini che giunti sul posto con un'autovettura, hanno forzato la porta d'ingresso ed una volta entrati hanno fatto saltare la filiale innescando una bombola di gas. Obiettivo i due bancomat presenti nella banca, uno interno e l'altro collocato esternamente in via Garibaldi.

I banditi sono riusciti a scardinare la cassaforte esterna ed a portarla via, si presume che all'interno del bancomat vi fossero dai 40 ai 200 mila euro. Circa 100mila euro sono state recuperate, altre banconote sono finite disintegrate. Alla fine i ladri sono riusciti ad accapparare un esiguo bottino. Sul posto sono giunti immediatamente i Carabinieri di Santa Marinella che hanno proceduto ai dovuti rilievi. 

]]>
22.07.2017
Grasso: "Civitavecchia rischia di avere Sprar e hotspot. Ma siamo già una città da terzo mondo"http://www.civonline.it/articolo/grasso-civitavecchia-rischia-di-avere-sprar-e-hotspot-ma-siamo-gia-una-citta-da-terzo-mondoCIVITAVECCHIA - "Il rischio di avere un hotspot al porto o, peggio ancora, in città, ad esempio rispolverando la caserma De Carolis, è ancora molto elevato. Più alcuni esponenti del Pd e del M5S si affannano a dire che si è trattato di allarmismo infondato da parte del centrodestra, più noi siamo convinti che si debba tenere alta la guardia". Lo ribadisce il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso, sottolineando le difficoltà attuali di Civitavecchia, senza neppure i servizi essenziali per i propri cittadini. "Le emergenze le abbiamo tutte, da quella idrica a quella abitativa, fino al tasso di disoccupazione crescente in modo drammatico - ha ricordato - ci sono famiglie civitavecchiesi costrette a dormire in macchina e a mangiare con l'aiuto della Caritas. Per questo siamo convinti del fatto che la città non sia comunque in condizione di accogliere centinaia di migranti. La Giunta Cozzolino ha dato il via all'iter per lo Sprar, che è cosa diversa dall'hub per le identificazioni e lo smistamento, ma che prevedere comunque "...Orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo, abitativo, sociale oltre ovviamente a tutela psico-socio-sanitaria". Dove sono le risorse per far fronte a tutto ciò, quando oggi a Civitavecchia il Comune non ha i soldi neppure per tappare una buca o riparare una perdita idrica? - si chiede Grasso - o crediamo che, come avvenne nel 2011, non siano già pronte organizzazioni criminali a sfruttare parte dei migranti per attività illecite? Dove sono i rinforzi per forze dell'ordine, personale sanitario all'ospedale? Come si può parlare di inserimento lavorativo quando i nostri disoccupati aumentano giorno dopo giorno e le imprese locali e i commercianti sono lasciati soli dall'amministrazione, che crea ostacoli e balzelli anziché incentivare imprenditoria e commercio?".

E ricorda quindi come in Consiglio Comunale, solo lui, con il collega della Svolta Daniele Perello e la presidente Riccetti abbiano votato contro lo Sprar. "Perché eravamo e siamo convinti - ha aggiunto - del fatto che per Civitavecchia non ci fosse alcuna garanzia dell'applicazione della clausola di salvaguardia che dovrebbe evitare a chi aderisce al sistema di accoglienza diffusa l'ubicazione di altri centri per i migranti sullo stesso territorio. Ed è stato soprattutto un voto contrario all'ennesimo bando al buio di Cozzolino, con i risultati che in questi 3 anni abbiamo visto, solo per fare qualche esempio, con la Sgr, lo stadio, gli spettacoli estivi e tanto altro ancora. Un bando senza alcuna garanzia che l'accoglienza sia effettivamente diffusa sul territorio cittadino e non concentrata presso le case o le strutture dei soliti noti pronti a fare business sugli immigrati, partendo da un importo di 45 euro al giorno per migrante, di cui il 5% sarà peraltro anche a carico del Comune, quindi fino a 160.000 euro all'anno quando dovessero arrivare tutti i 194 migranti previsti per Civitavecchia, con preferenza per le famiglie, certo, ma anche, come si legge nella delibera della Giunta Cozzolino per maschi adulti singoli. Non basta un "preferibilmente" come condizione preliminare per il bando. Un conto è che anche singole famiglie civitavecchiesi si propongano per accogliere singoli nuclei familiari di migranti, un conto è che questo avvenga solo "preferibilmente" per poi allargare agli aspetti dell'accoglienza-business che purtroppo ben conosciamo in Italia. Anche perché i minorenni, una volta identificati, per legge devono essere presi sotto tutela dai Servizi Sociali del Comune, che ad oggi non hanno neppure le risorse umane ed economiche per assistere adeguatamente i civitavecchiesi. E vista l'incapacità dell'amministrazione cinque stelle di gestire l'ordinario - ha concluso Grasso - non vogliamo neppure pensare a cosa accadrà in una situazione di emergenza come quella che si prospetta per Civitavecchia, che rischia di ritrovarsi con lo Sprar e l'hotspot".

]]>
22.07.2017
Ladispoli, il monumento di Torre Flavia sempre più inclinatohttp://www.civonline.it/articolo/ladispoli-il-monumento-di-torre-flavia-sempre-piu-inclinatodi DANILA TOZZI

 

LADISPOLI-Dopo la palude, anche per Torre Flavia, simbolo della città di Ladispoli, sono previsti interventi perché come segnalato da alcuni cittadini, il monumento potrebbe essersi ulteriormente inclinato con un potenziale rischio di cedimento.

A scopo precauzionale quindi oggi sarà recintata tutta la zona attorno a Torre Flavia e sarà impedito l’accesso.

Per i tanti bagnanti che l’avevano eletto a luogo privilegiato dove prendere il sole e immergersi sarà un duro colpo ma l’amministrazione non vuole che si corra il pericolo di crolli o troppi movimenti nei paraggi che ne potrebbero compromettere la stabilità.

Intanto lunedì mattina i tecnici effettueranno un sopralluogo per verificare se effettivamente si sia aggravata la sua posizione.

Anche se, a detta del sindaco Grando, non sembra esserci stato un ulteriore, grave abbassamento verso il mare.

«A prima vista –ha detto infatti il sindaco Alessandro Grando – non sembrano esserci segni evidenti di questo spostamento della Torre ma ovviamente per motivi cautelativi preferiamo delimitare la zona in attesa del parere di chi andrà ad effettuare le dovute verifiche. Torre Flavia è il simbolo di Ladispoli, un monumento che deve essere tutelato in ogni modo». 

]]>
23.07.2017
Vecchia: ennesimo caso irrisoltohttp://www.civonline.it/articolo/vecchia-ennesimo-caso-irrisoltoAncora caos in casa Civitavecchia Calcio 1920 ed ennesimo caso irrosolto a tinte nerazzurre venutosi a creare nelle ultime ore. Pare, infatti, che patron Costanzo Arduini non si sia presentato in Federazione per l’iscrizione ufficiale della squadra al prossimo campionato di Eccellenza.
Non essendoci il patron di Sezze anche la quota d’iscrizione pare fosse venuta meno, problema al quale avrebbero posto rimedio i dirigenti civitavecchiesi e, a quanto pare, nello specifico sarebbe stato il responsabile della scuola calcio Ivano Iacomelli. A seguito dell’inattesa assenza del presidente Costanzo Arduini si è scatenato un tam tam mediatico che ha coinvolto siti d’informazione e social network con la notizia presto diffusa delle dimissioni del patron di Sezze dal suo incarico di presidente del Civitavecchia Calcio 1920.
Tale notizia, però, è stata subito smentita dallo stesso Costanzo Arduini che al telematico trcgiornale.it ha dichiarato: «non è vero niente. Non capisco chi e per quale motivo ha messo in giro queste notizie false, sono solo chiacchiere. Sono e rimango il presidente del Civitavecchia». La situazione risulta quindi molto confusionaria, come è ormai da alcuni mesi a dir la verità, e questo quadro scontenta senza dubbio i tifosi e lascia molti dubbi tanto tra gli addetti ai lavori quanto agli appassionati.
Sembra che la giornata decisiva sia quella di domani, nella quale si terrà un summit nerazzurro che dovrebbe essere chiarificatore di molti dei dubbi sorti finora.

VIDEO

]]>
22.07.2017
Snipers, la panchina a Gavazzihttp://www.civonline.it/articolo/snipers-la-panchina-gavazziLa Cv Skating si prepara alla stagione 2017-18. Dopo un’annata di sacrifici ma anche soddisfazioni, il sodalizio guidato dal presidente Riccardo Valentini guarda con ottimismo e costruttività alla prossima stagione.
«È stata un’annata intensa - spiega il presidente - in cui abbiamo praticamente raddoppiato gli iscritti, sfondando la quota 100, lanciato con successo un nuovo settore quale quello del pattinaggio artistico e fatto nuove ed importanti esperienze. Il nostro è un club giovane ma in crescita ed ambizioso, facendo un passo alla volta e lavorando con l’impegno e l’amore che già stiamo impiegando, arriveremo ben presto a grandi soddisfazioni. È solo importante non fare il famoso passo più lungo della gamba: la crisi economica italiana rimane impietosa ed è fondamentale stare molto attenti al budget a disposizione».
Confermato lo staff di allenatori: l’unico cambio è quello alla guida della prima squadra di hockey in line, che anche quest’anno parteciperà alla serie B nazionale. Al posto di Marco Bellini arriva Martina Gavazzi, già allenatore lo scorso anno della formazione femminile civitavecchiese e quest’anno coach anche della serie B maschile.
«Gavazzi è un allenatore in gamba, emergente e con tanta voglia di fare - afferma Valentini - e siamo convinti che potrà far bene a Civitavecchia. Ha esperienze internazionali e quest’anno è anche allenatore in seconda della Nazionale femminile. Io l’affiancherò nella guida tecnica della squadra ma la sua esperienza con i giovani e determinazione nel lavorare in questo sport saranno decisive per ottenere buoni risultati».
Il roster che avrà a disposizione coach Gavazzi ancora non è definito: «Abbiamo avuto offerte da squadre di A per alcuni nostri giovani - spiega Valentini - saranno loro a decidere se rimanere o tentare un’esperienza in una categoria maggiore. Il nostro non è uno sport professionistico, è giusto che i ragazzi scelgano secondo propria coscienza. Noi faremo comunque la nostra parte in serie B, con un occhio ai giovani, alla crescita del vivaio e all’insegnamento dei valori che lo sport deve dare quale educazione e disciplina».
La Cv Skating sarà ai nastri di partenza quindi con hockey in line di serie B, femminile, Uisp amatori, under 16, under 14 ed under 12. Saranno inoltre tenuti corsi di avviamento al pattinaggio, avviamento al pattinaggio artistico e di pattinaggio artistico avanzato. I corsi inizieranno a metà settembre negli stessi giorni dell’inizio dell’anno scolastico. Per info: cvskating@hotmail.com.

]]>
22.07.2017
Il S. Marinella strappa il sì di Brutti e Scudihttp://www.civonline.it/articolo/il-s-marinella-strappa-il-si-di-brutti-e-scudidi GIAMPIERO BALDI

Continua il lavoro del direttore sportivo del Santa Marinella-Santa Severa Fabrizio Mencucci per allestire una squadra competitiva per il prossimo campionato di Promozione. In questi giorni il ds ha trovato l’accordo con due giocatori fondamentali per lo scacchiere dell’allenatore Michele Zeoli e cioè l’attaccante Francesco Brutti e il centrocampista classe 1998 Lorenzo Scudi. Brutti ha iniziato la sua carriera calcistica proprio nelle giovanili del Santa Marinella prima di approdare in altre squadre di categoria superiore tra le quali il Civitavecchia e il Gaeta in serie D; Scudi, invece, ha disputato lo scorso campionato in forza al Santa Severa. Gli altri sono i difensori Luca Capriotti classe ‘98 e Matteo Castelletti (‘93), Fabio Adornato che ha alle spalle una carriera di tutto rispetto nell’Astrea e nel Pontedera in serie C2, nel Civitavecchia, Collatino, Monterotondo e Sorianese in serie D, oltre a tanta Eccellenza con diverse squadre. A questi, vanno aggiunti gli altri calciatori che hanno sposato il progetto Santa come i nuovi Fabio Martorelli e Matteo Trincia e i confermati Andrea Perugini, Andrea Sanfilippo, Yuri Del Monte e Simone Ferro. Vestiranno la casacca biancoceleste anche Marco Roccisano in forza nella passata stagione di Eccellenza al Tolfa, cosi come Gabriele Montironi, Simone Coletti e Federico Silla. Quattro giocatori che consentiranno un elevato tasso di qualità e che andranno a migliorare un gruppo già pronto per la Promozione. «Mi cimenterò - dice Marco Roccisano - in una categoria nuova. Lo faccio con la massima serenità e la stessa voglia con cui ho disputato gli altri campionati. Ho accettato perchè sono rimasto colpito positivamente dal progetto societario prospettatomi dai dirigenti».

]]>
22.07.2017
Colpaccio Corneto: preso Carmine Gaetahttp://www.civonline.it/articolo/colpaccio-corneto-preso-carmine-gaetadi ROMINA MOSCONI

Pezzo da 90 acquistato dal Corneto Tarquinia: la squadra etrusca ha infatti chiuso l’accordo con Carmine Gaeta, forte attaccante classe 1983 con molta esperienza. Gaeta ha militato anche nei campionati di serie C e D. 
«Un ringraziamento particolare all’Asd Astrea per la collaborazione - spiega il dirigente Raffaele Leggiero - Gaeta sarà a disposizione del mister sin dal periodo di preparazione». 
Il dirigente tarquiniese poi spiega: «In questo weekend siamo in attesa dell’ultimo tassello mancante, la conferma di un nostro giovane che piace a tante società sportive militanti in categorie superiori. Abbiamo lasciato a lui la scelta, nel pieno rispetto della persona e al solo fine di non essere noi a decidere per il suo futuro, ragazzo cresciuto nelle nostre giovanili e di una serietà esemplare. Il prossimo comunicato, relativo al mercato di questa prima parte di stagione, sarà rivolto al nostro futuro e quindi a tutti i nostri ragazzi che hanno deciso di rimanere con noi nonostante le tante possibilità di poter giocare in altre società in categorie superiori».

]]>
22.07.2017
Martin Castrogiovanni fa visita alla casa del Crchttp://www.civonline.it/articolo/martin-castrogiovanni-fa-visita-alla-casa-del-crcIl Civitavecchia Rugby Centumcellæ ha ricevuto una visita illustre: al Moretti è arrivato l’ex pilone dell’Italrugby, di Tolone e di Leicester Tiger Martin Castrogiovanni. Castro ha fatto un giro nella struttura in via del Casaletto Rosso, rimanendo positivamente colpito dall’attaccamento ai colori biancorossi da parte di atleti, allenatori e dirigenti. La visita di Martin Castrogiovanni era stata programmata dalla presidenza al fine di far conoscere personaggi di livello internazionale e questo ha permesso agli atleti, anche ai più giovani, di poter vedere da vicino uno dei campioni che ha vestito la maglia azzurra. Martin Castrogiovanni si è trattenuto al Moretti fino a tarda notte, per il terzo tempo con tutto lo staff, scambiando opinioni e idee di come deve essere fatto e applicato il rugby per raggiungere alti livelli. I racconti di Martin sono stati ascoltati con particolare attenzione dai giovani atleti, che hanno chiesto autografi e consigli. Alla serata era presente anche Adrian Di Giusto, direttore tecnico della Castro Rugby Academy: fu lui a far esordire Castrogiovanni nel primo campionato argentino. Dialogo fitto fra il presidente Andrea D’Angelo e Castro, per valutare la possibilità di una collaborazione tecnico-agonistica che aiuti il Crc a crescere.

]]>
22.07.2017