Home » » Vertenze portuali, il Pincio scende in campo

 

Vertenze portuali, il Pincio scende in campo

Il sindaco Cozzolino: "Siamo al limite del sostenibile" ed annuncia un consiglio comunale su tematiche portuali per gennaio e l'attivazione del tavolo del lavoro dopo l'ultimo fronte aperto con Port Mobility. Sindacati preoccupati. E la politica si scaglia contro l'Authority 

CIVITAVECCHIA - Un consiglio comunale sulle tematiche portuali e l'attivazione del tavolo del lavoro per affrontare le diverse vertenze aperte, l'ultima delle quali quella relativa a Port Mobility. Il sindaco Antonio Cozzolino si dice preoccupato per il fututo dello scalo, alla luce dei numerosi fronti aperti negli ultimi mesi e ne avrebbe parlato di nuovo, nei giorni scorsi, anche con il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. "La situazione sta arrivando ai limiti del sostenibile - ha sottolineato - uno scalo come quello di Civitavecchia non merita di vivere questa situazione". (SEGUE)

I SINDACATI - Lunedì scorso, 24 dicembre, i sindacati sono stati convocati dai vertici di Port Mobility, alla luce proprio della lettera inviata dall'Adsp con la quale si annuncia l'avvio della procedura di revoca del servizio di navettamento crocieristico. "Speriamo che tutto si risolva con i chiarimenti richiesti - ha spiegato il segretario della Filt Cgil Alessandro Borgioni - chiederemo un incontro a tre con l'Authority e i vertici della società, perché temiamo che ci possano essere ricadute occupazionali. Non si sentiva il bisogno di aprire tutte queste partite contemporaneamente". (Agg. 27/12 ore 11.29)

LA POLITICA - “Il comportamento del Presidente del Adsp di Civitavecchia risulta, ahimè, coerente con l’operato del governo: senza senso e dannoso". Lo ha detto il senatore Francesco Battistoni. "In queste ore è stato reso noto che i dipendenti della società Port Mobility rischiano di perdere il loro posto di lavoro a causa della inspiegabile decisione unilaterale del Presidente Di Majo di revocare la concessione di alcuni servizi di navettamento. Presenterò un’interrogazione parlamentare nella speranza che il ministro Toninelli trovi il tempo di concentrarsi su questo problema, ma soprattutto affinchè sia reso noto, a livello nazionale, il grave atteggiamento dell’avvocato Di Majo a cui non spetta a me ricordare i termini della transazione per le quote azionarie con la società della famiglia Azzopardi”. Sul caso Port Mobility arriva anche il commento del deputato di Forza Italia Alessandro Battilocchio: “Il grido di allarme lanciato da una società fiore all’occhiello del territorio come Port Mobility merita una riflessione - ha spiegato - le istituzioni territoriali tutte devono mettere da parte lettere e carte bollate e rimettere al centro la sinergia e il dialogo. Dietro ogni scelta che si prende ci sono padri e madri di famiglia che vedono il loro futuro e quello dei loro figli a rischio. Conclusa la maratona di voti che terrà i parlamentari in aula per tutto il periodo di feste, invito l’apertura di un tavolo istituzionale degli eletti. Civitavecchia non può permettersi neanche la perdita di un solo posto di lavoro. È un territorio che ha già pagato oltre modo le divisioni e gli scontri politici e amministrativi. Come faccio con frequenza, mi recherò anche nei prossimi giorni in porto per incontrare le realtà che operano nel nostro scalo”. 

Ad esprimere solidarietà ai lavoratori di Port Mobility anche il circolo territoriale Giorgio Almirante di Fratelli d'Italia, che critica il presidente Di Majo "Liberiamo il porto di Civitavecchia da questo personaggio prima che sia troppo tardi - hanno tuonato - la furia distruttiva del presidente dell'Adsp si abbatte anche su Port Mobility. La notizia, in questi ultimi giorni, segue quelle, altrettanto preoccupanti, sulla società Port Authority Security (Pas), in gravissima crisi e con ulteriori posti di lavoro a rischio. Fa riflettere, inoltre, che una simile decisione, la revoca della concessione, venga minacciata poche settimane dopo il perfezionamento della vendita di quote azionarie, da parte della Autorità Portuale alla società Rogedil della famiglia Azzopardi, considerando che il valore della transazione sarà stato certamente determinato in misura rilevante proprio in funzione della durata residua della concessione che oggi il Presidente di Adsp minaccia di revocare unilateralmente e con ampio anticipo rispetto alla naturale scadenza. Fratelli d’Italia, con il circolo territoriale “Giorgio Almirante” ma anche con esponenti nazionali del calibro del vicepresidente della Camera dei Deputati onorevole Fabio Rampelli, da mesi interviene in difesa delle imprese portuali e dei lavoratori, vittime di numerose e continue vertenze, tutte innescate dalla pessima gestione e da provvedimenti sconsiderati di Molo Vespucci e chiede a gran voce, da tempo, l’intervento delle istituzioni preposte (Regione e, soprattutto, Ministero dei Trasporti) affinché si ponga con urgenza fine alla gestione Di Majo, mettendo in salvo quel che resta del nostro scalo portuale, già messo a durissima prova in questi mesi. Ad oggi, purtroppo, il ministro dei trasporti Toninelli non è stato capace di assumere iniziative incisive, a parte l’invio di una ispezione che, ci auguriamo - hanno aggiunto - possa mettere in evidenza tutte le criticità, che sono d’altronde sotto gli occhi di tutti, di questa pessima gestione, liberando definitivamente Molo Vespucci dalla presenza di questo presidente palesemente inadeguato e dannoso per il nostro porto e la città di Civitavecchia. Queste ultime gravissime vertenze, che stanno colpendo i lavoratori delle società che gestiscono i servizi di interesse generale nel nostro porto, dovrebbero rappresentare la classica goccia che farà traboccare il vaso dei disastri targati Francesco Maria Di Majo, decretando finalmente, anche se pur sempre con colpevole ritardo, la conclusione anticipata del suo mandato a Molo Vespucci. Fratelli d’Italia continuerà a fare la propria parte, al fianco delle imprese ma soprattutto di tutti i lavoratori, ai quali esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà: siamo convinti che sia indispensabile fare fronte comune con tutte le forze sane della città, politiche, sindacali e professionali, per difendere il porto e le prospettive di sviluppo di Civitavecchia contro la cattiva gestione e le prepotenze del Presidente Di Majo e di chi, come il Partito democratico, dopo averlo fatto nominare alla guida del nostro porto, oggi, anche di fronte a tali disastri, si ostina a difenderlo ancora ed a lodare le sue iniziative, che sistematicamente mettono a repentaglio gli attuali livelli occupazionali, minacciando la serenità di tanti lavoratori della nostra Città e delle loro famiglie".

Il circolo promette quindi, nei prossimi giorni, di coinvolgere anche in questa nuova e preoccupante vertenza, "i nostri rappresentanti in consiglio regionale ed in Parlamento, che, come sempre - hanno concluso - non faranno mancare il loro pieno ed incondizionato sostegno, pronti alla massima mobilitazione in difesa dei lavoratori di Port Mobility e delle altre imprese portuali". (Agg. 27/12 ore 12.08)

(27 Dic 2018 - Ore 11:17)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy