Home » » ''Vergognati'': tutte contro Vladimir Luxuria

 

''Vergognati'': tutte contro Vladimir Luxuria

Tutte contro Vladimir Luxuria. All'indomani dello scontro fra Asia Argento e l'attivista per i diritti Lgbt nel corso della trasmissione di Rai 3 Cartabianca, le opinioni della scrittrice trans in merito al caso Weinstein non smettono di far discutere e, soprattutto, di indignare quante e quanti hanno seguito la diretta e l'aspro confronto con l'attrice in tema di violenza sessuale e di molestie.

"Quando una prima acconsente e poi se ne pente - aveva affermato Luxuria in studio, accusando Asia Argento - allora sì che togli credibilità alle storie delle donne che veramente vengono violentate. Tu avresti potuto dire di no, non eri in una villa isolata, lui stava in un albergo. Te ne potevi andare". Parole forti, evidentemente non gradite ai telespettatori che hanno tacciato di volta in volta l'attivista di "misoginia", "maschilismo" e "meschinità" nei commenti al post della trasmissione, chiedendone le scuse al grido di "vergogna".

"Mi sono vergognata per te - scrive ad esempio Miss Surolan -. Bastava chiedere scusa, non arrampicarsi sugli specchi per difendere una posizione assurda in generale e molto più assurda se arriva da te". "Forse Vladimir - rincara la dose Naty - non comprende perché non è donna ma uomo .... eppure ci sono uomini che capiscono .... non si può condannare una donna che non ha denunciato anche se sono passati dopo 20 anni. Vergogna". Un concetto ribadito anche da Giulia, Deborah e Samuela - "Sei un uomo. e dei peggiori. misogino e schifoso", "Ragioni da uomo, maschilista e misogino. Le parrucche camuffano il mostro che sei, mi hai delusa" e "Chi ha un pisello non può capire" - e da Lisa, che come tante altre si dice "delusa profondamente dalle tue orride parole! Vergognati Vlady!".

"Mai mi sarei aspettato da parte di vladi luxuria un attacco alla donna che denuncia, anche dopo 20, che ci mette la faccia, #laviolenzanonsicerca impara e chiedi scusa a tutte", accusa ancora Delizia. E con lei tantissime donne che faticano ad accettare le posizioni dell'attrice ed ex parlamentare proprio in virtù del suo difficile percorso di transizione: "Sono perplessa - scrive Paola - dal piglio giudicante.. da una che come te ha attraversato la tagliola del giudizio e pregiudizio mi sarei aspettata una reazione più composta se non compassionevole! La tua transizione verso il genere sciura borghese è completa!". (Adnkronos)

(14 Dic 2017 - Ore 09:40)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Mare (Foto di Pina Irato)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy