LUNEDì 06 Aprile 2020 - Aggiornato alle 00:37

Home » » Vecchia, una voglia matta di tornare a giocare

 

Vecchia, una voglia matta di tornare a giocare

CALCIO ECCELLENZA I nerazzurri non giocano dal primo marzo scorso, quando uscirono vincitori sul campo della Virtus Nettuno Lido per 2 reti a 1 grazie ai goal di Ruggiero e Toscano. Il centrocampista Gravina:<<Stiamo disputando un gran campionato>>

MARCO GRANDE

Campi di calcio e tribune deserti, giocatori rintanati nelle loro abitazioni e costretti a svolgere da casa degli esercizi al fine quantomeno di continuare a tenersi in forma in uno dei periodi più neri e complessi che l’umanità si sia trovata di fronte negli ultimi decenni, vale a dire quello relativo all’emergenza del Coronavirus.

Un mese di marzo, quello che sta trascorrendo, in cui il gruppo Civitavecchia Calcio 1920 ha avuto ricordi legati al rettangolo di gioco solo in occasione della partita vinta per 1-2 sul campo della Virtus Nettuno Lido, avvenuta in data primo marzo; da quel giorno in poi, i tirrenici avrebbero disputato solo qualche allenamento prima di doversi fermare, dopo aver appreso dal governo che la situazione in Italia stava sempre peggiorando sempre più in fretta.

Domenica ventidue marzo sarebbe dovuto andare in scena il ventisettesimo turno del campionato di Eccellenza laziale, con i nerazzurri che avrebbero giocato contro l’Eretum Monterotondo; i giocatori del team di patron Presutti si sarebbero trovati  in un momento  particolare della stagione, con i laziali che avevano da poco conseguito il mantenimento della categoria ma che avevano al contempo obiettivamente già da molto maturato l’idea di poter ambire  ad un traguardo più prestigioso della stessa salvezza come i playoff, sogno che col senno di poi si sarebbe potuto tramutare in realtà.

Il condizionale è d’obbligo in tristi circostanze come queste ma lo è anche la consapevolezza che tutto potrebbe tornare alla normalità col passare delle settimane. I vertici della FIGC nel frattempo pensano ad una possibile soluzione al fine di garantire la normale ripresa delle varie competizioni calcistiche: saltano all’occhio tra le ipotesi più plausibili quelle relative alla ripresa dei giochi verso maggio, con conseguente slittamento del termine del torneo  a giugno inoltrato; dall’altra parte, nelle più drastiche delle probabilità, resta aperta la scia di un possibile mancato proseguimento del campionato .

Il Civitavecchia, comunque, può assolutamente ritenersi soddisfatto di come si sta evolvendo il proprio cammino: i tirrenici, di fatto, occupano in classifica il quarto posto, frutto di dodici vittorie, otto pareggi e cinque sconfitte; gli uomini di mister Paolo Caputo si sono rivelati particolarmente abili, almeno  fino a questo momento della stagione, a concretizzare in rete le numerose palle-goal create. Sono ben quarantotto le marcature realizzate, a fronte però di ventotto goal subiti, numeri quest’ultimi che evidenziano che la retroguardia deve ancora migliorare, ma ci sarà tempo anche per questo.

Nella campagna di mercato invernale i nerazzurri si sono rinforzati molto, come testimoniato dagli acquisti dei vari La Rosa e Gravina, pedine fondamentali per sopperire alle assenze di Di Ventura e Tabarini.

In particolar modo Gravina si è rivelato un’arma in più per i compagni e, da quando è approdato al Tamagnini, ha quasi sempre trovato spazio dal primo minuto, ottenendo di fatto continuità di gioco e di rendimento. Proprio il centrocampista nerazzurro ha parlato di questo delicato momento e, più nello specifico, della situazione che in campionato la Vecchia si troverà di fronte al rientro dopo lo stop legato al Covid-19:<<Sicuramente – afferma il nuovo rinforzo del Civitavecchia- questo è un momento particolare e difficile per tutti; per quanto ci riguarda siamo abituati ad allenarci e a stare insieme praticamente tutti i giorni e quindi non è facile rimanere chiusi in casa, però questo è il momento in cui dobbiamo rispettare tutto ciò che ci viene imposto e pertanto dobbiamo uscire solo in situazioni di estrema necessità. Ora dobbiamo fare qualche sacrificio, con la consapevolezza che poi potremo tornare alla vita di prima.

Quanto a noi inizialmente, quando ancora era possibile praticare attività fisica all’aria aperta, ci erano stati forniti degli allenamenti che consistevano in un giorno di corsa alternato a un altro giorno di circuito di forza  e potenziamento; adesso è un po’ più complicato e quindi cerchiamo di arrangiarsi come possibile, io per esempio mi alleno sul terrazzo.

Riguardo alla nostra stagione, invece, posso dire che fino ad ora abbiamo disputato un grande campionato e sono convinto che in pochi si sarebbero aspettati da noi un percorso del genere; il girone di ritorno era iniziato benissimo, come testimoniato dalla conquista di sei vittorie e dall’ottenimento di due pareggi in otto partite. Eravamo arrivati ad un punto in cui si era creato un clima veramente molto positivo all’interno del gruppo; a questo punto della stagione sarebbero arrivati gli scontri diretti, gli stessi che avrebbero rivelato l’esito del nostro percorso nelle ultime giornate. Delle vittorie ci avrebbero consentito di avvicinarci ulteriormente a quel traguardo chiamato secondo posto>>.

Queste le parole del centrocampista nerazzurro, il quale è cresciuto calcisticamente nelle file della Civitavecchiese, organico con cui si è legato fino alla stagione 2009-2010 prima di versare il proprio contributo per il Ladispoli, la Corneto Tarquinia, la Caninese, la Cpc, il Manciano e, per l’appunto, il Civitavecchia, team con cui aveva giocato anche  tra il dicembre 2016 e il gennaio 2017.

Il palmarès di Gravina, tra l’altro, è di tutto rispetto, come testimoniato dalla vittoria del campionato con il Ladispoli nel 2010-2011 e con la Corneto la passata stagione.

La sua speranza , come quella di tutti i suoi compagni, è che questa emergenza  finisca al più presto, in modo tale che il centrocampista  possa tornare a calcare il prima possibile il verde di quel manto erboso che, a distanza di anni rispetto a quando ha cominciato a giocare, ancora lo fa sognare.

(23 Mar 2020 - Ore 16:26)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy