Home » » Vecchia, straordinaria Under 16 regionale

 

Vecchia, straordinaria Under 16 regionale

VERDECALCIO. La formazione di mister Zampollini batte all’inglese il Fiumicino 1926 grazie ai gol di Mancini e Bonamano e sale al terzo posto in classifica. Le categorie Elite fanno il pieno di sconfitte, tranne l’Under 14 di Michesi che impatta 1-1 la sfida interna contro l’Accademia Calcio Roma. Nei regionali i 2004 di Romano tornano alla vittoria dopo un mese vincendo di misura con la Petriana, i 2005 di Savino cedono 1-0 al Tanas

di MATTEO CECCACCI

Cinque sconfitte, un pareggio e due vittorie: questo il bilancio dell’ultimo fine settimana disputato dal settore giovanile del Civitavecchia Calcio 1920-Leocon. Al di là dei passi falsi, oggi è giusto soffermarsi sul grande tragitto dell’Under 16 regionale allenata dal preparatissimo allenatore Mauro Zampollini che sta portando pian piano l’ex gruppo Giovanissimi Elite di Supino prima e Oliviero dopo nei piani alti della classifica, con buone possibilità di giocare i playoff a fine stagione.
Quarta vittoria di fila per l’Under 16 regionale di Mauro Zampollini che espugna 2-0 il Desideri di Fiumicino e sale al terzo posto in classifica con 34 punti all’attivo a -1 dal secondo posto, occupato momentaneamente dalla Dabliu New Team e Pol. De Rossi, che significherebbe disputare i playoff a fine stagione, ossia dopo il 4 maggio. Un percorso straordinario quello dei classe 2003 che stanno disputando una serie di partite fantastiche, vincendo anche lo scontro diretto con il quarto della classe Fiumicino 1926. Sabato grazie ai sigilli di Dario Mancini e Luca Bonamano i nerazzurri hanno potuto realizzare la decima vittoria stagionale, in attesa della sfida casalinga al Di Ianne contro il fanalino di coda Pescatori Ostia, ancora a zero punti in classifica.

L’Under 19 Elite allenata dal tecnico Patrizio Tossio tra le mura amiche del Di Ianne cade di misura contro la quarta della classe Boreale Don Orione. A fare da cornice al Di Ianne, oltre al numeroso pubblico, un vento da far paura a tutti che ha creato non poche difficoltà a tutti i calciatori durante i 90’. Come se non fosse una novità, i classe 2001 hanno perso, ma questa volta c’è da fare i complimenti ai nerazzurri che nonostante la diciannovesima sconfitta stagionale, hanno sfornato una buona prestazione, frutto dei grandi allenamenti che settimanalmente i ragazzi svolgono con impegno e dedizione, grazie anche all’immensa passione e devozione dell’allenatore e dei suoi dirigenti. Purtroppo, però, tutta la fatica non porta quasi mai buone notizie, se non una ogni tre mesi, basti pensare che la squadra dal 15 settembre 2018, data dell’inizio del campionato, ad oggi, ha realizzato soltanto due vittorie, risalenti rispettivamente al 6 ottobre contro il Time Sport Roma Garbatella per 2-0 e al 26 gennaio sempre in casa con lo stesso risultato ai danni del Villalba. Insomma, questi numeri la dicono lunga sul percorso dei civitavecchiesi che oltre a questi due successi e ai diciannove ko si aggiunge l’unico segno ics per 1-1 sempre contro il Villalba ottenuto a Roma il 28 settembre scorso nel match valido per la 3^ giornata di andata. Troppe, ma veramente troppe le cose che da quest’anno in questa compagine non sono filate e non stanno filando per il verso giusto, una delle ultime è la partita giocata nella capitale una settimana fa contro il Pro Roma persa poi 5-0, con il portierino classe 2003 Conti che si infortunia a fine primo tempo e chiede il cambio, ma in panchina il secondo portiere non c’è e a prendere il suo posto ci va addirittura l’attaccante Nicola San Martin che ci rimane fino al triplice fischio. Episodi che nel palcoscenico Elite si vedono raramente ma che invece accadono, ma questo è soltanto uno dei tanti aspetti negativi che col passare del tempo stanno venendo sempre più fuori. È abissale la differenza di questo gruppo con quello dello scorso anno, quando gli ex 2001 addirittura guadagnarono con due mesi di anticipo la salvezza diretta con in panchina quel bravo allenatore di nome Pino Brandolini, che tra l’altro era uno dei papabili per prendere a giugno la guida della prima squadra, ma tutto questo ormai è passato, è stata una grande gioia vissuta lo scorso anno, quest’oggi invece è tutto molto diverso, la situazione è diametralmente opposta con quasi otto undicesimi della rosa cambiata, con la maggior parte dei ragazzi che hanno inspiegabilmente preferito andare a giocare un campionato Under 19 regionale con la Cpc2005 allenata da Fabio Secondino o addirittura emigrare fuori Civitavecchia per disputare un campionato Under 19 provinciale di alta classifica, basta citare, per esempio, uno dei talenti di nome Stefano Gravina che lo scorso anno insieme a Patrizio Loi salvò la compagine Allievi Elite nel playout giocato al Tamagnini contro la Totti Soccer School. Andando alla cronaca della partita contro i capitolini della Boreale, il Civitavecchia nonostante tutto dimostra di esserci caratterialmente, lotta su ogni pallone, corre, suda, prova anche ad impensierire il portiere ospite, senza successo, e riesce a creare qualche grattacapo alla retroguardia biancoviola che è sempre attenta e decisa. L’equilibrio rimane fino al duplice fischio del direttore di gara che manda le due formazione negli spogliatoi sullo 0-0. Nel secondo tempo la Vecchia ci crede e l’attaccante Daniele Belloni lo dimostra appena dopo 8’ quando lascia partire una bordata dai venti metri che fa tremare il palo, gli ospiti rispondono poco dopo con il numero nove Gianfelici, ma il fenomeno Fioretti, titolare per sostituire l’infortunato Conti, compie il miracolo di giornata e lascia il tabellino sullo 0-0. Peccato, però, che la rete del vantaggio arriva al 76’ con Murzi che dall’interno dell’area in girata di destro spiazza il portiere. I tirrenici non si arrendono, ci provano ad una manciata di minuti dalla fine, ma Otgon si supera del tutto realizzando una paratona che nega il gol del pareggio. Niente da fare, per il Civitavecchia è la quarta sconfitta di fila e la diciannovesima stagionale che lascia il club all’ultimo posto in classifica con soli 7 punti all’attivo a -12 dalla zona playout e a -22 dalla salvezza diretta: numeri che mettono paura, ma questa è pura realtà, ossia che la categoria gestita dal presidente Ivano Iacomelli si accinge a perdere l’Elite dopo tanti anni di grandi successi e grandissime soddisfazioni ottenute. Ad otto giornate dalla fine questa è la situazione: una situazione davvero molto critica.
Passando alle sette categorie gestite dal responsabile del settore giovanile Stefano Ambrosi due vittorie, quattro sconfitte e un pareggio. In bianco l’Elite con due passi falsi e un segno ics, mentre sempre più bella l’Under 16 di Zampollini e i 2004 di Romano che torna alla vittoria dopo un mese, ma andiamo con ordine.

Ormai si sa, inutile girarci intorno: se perde l’Under 19, l’Under 17 Elite fa lo stesso e nel fine settimana ha perso 4-3 contro l’Ottavia di Palmucci. I ragazzi di mister Adus Amici domenica sono stati protagonisti di un vero e proprio show che ha fatto divertire tutti i presenti per tutti gli 80’. Un botta e risposta incredibile che è stato così bello tanto da applaudire ogni gol che entrava in porta. Nei primi 40’ i nerazzurri la sbloccano dopo 180’’ con Luciani che manda tutti negli spogliatoi col risultato di 1-0. Nella ripresa il Civitavecchia viene subito raggiunto dal compagno Capogrossi che invece di segnare il 2-0 regala il pareggio all’ Ottavia con una sfortunata autorete nata da un cross di Micolano. I locali però reagiscono al 12’ con bomber Zizi, ma Valente decide che il vantaggio deve durare soltanto 4’, perché al 16’ fa 2-2. Al 20’ Luciani mette a segno la sua doppietta di giornata per il momentaneo 3-2, ma il neo entrato Sabato al posto del compagno Bellisario, dopo pochi secondi ristabilisce gli equilibri per il 3-3. Sembra terminare così la partita e invece mister Amici con i suoi ragazzi si trovano a dover subire una beffa assurda che ancora oggi è difficile pensarla e tantomeno digerirla: è il 3’ di recupero quando su calcio di punizione Ianniccari pennella un tiro di destro che il talentuoso Fioretti non può far nulla. Il pallone entra in rete e l’arbitro fischia la fine della partita, che regala così tre punti importantissimi al club di via delle Canossiane che si allontana di un solo punto dalla zona playout, mentre i nerazzurri, ancora a secco di vittorie dopo ventuno gare, non possono che uscire a testa altissima dal proprio campo, consapevoli che se continuano a giocare come domenica, possono ambire tranquillamente alla gloria, passando sicuramente dai playout, visto che la salvezza diretta dista addirittura 21 punti. C’è da dire, però, che attualmente i classe 2002 stanno all’ultimo posto in piena zona retrocessione a quota 5 lunghezze a -7 dai playout. Nel weekend altra sfida complicatissima per i nerazzurri che andranno in via del Baiardo per sfidare il terzo della classe Tor di Quinto di patron Testa per un match quasi impossibile da vincere.

L’Under 15 Elite di Dario Rasi dopo il poker rifilato all’Ostiamare, perde in casa 4-3 contro il Trastevere del tecnico Lucarelli. È calcio spettacolo al Di Ianne, una bellissima sfida, un tripudio di emozioni, tanti gol, bel gioco da entrambe le parti per una giornata che in molti ricordaranno per le numerose giocate da veri fuoriclasse sfornate dai piccoli calciatori. A passare per primo in vantaggio è il Civitavecchia con Robert Taflaj che coglie l’assist di Imperiale e infila la sfera alle spalle del portiere. Lo stesso monologo si ripete al 20’, con Imperiale che da calcio di punizione impegna Galletti che respinge sui piedi di Taflaj che fa 2-0. Il Trastevere dopo un blackout durato 25’ si sveglia, reagisce e accorcia le distanze con Moxedano, fortunato ad assistere ad un improvviso infortunio di Sabatini che gli permette di battere da due passi De Clementi. A 7’ dal termine gli amaranto riescono a trovare anche il gol del pareggio con Vetere che manda tutti negli spogliatoi in parità. Nei secondi 35’ continua il pirotecnico match con la Vecchia che sigla il gol del vantaggio con Tranquilli grazie ad un bel colpo di testa su calcio d’angolo battuto da Imperiale, senza ombra di dubbio lui il match winner della partita. Il Civitavecchia, però, non riesce a mantenere il vantaggio, le troppe ingenuità permettono così al Trastevere di rimontare il tabellino in meno di 15’ con i sigilli di Moxedano prima e Cucci dopo per il definitivo 4-3. Un risultato alla fine meritato per i romani, che hanno dimostrato di essere più cattivi sotto porta e bravi a crederci fino all’ultimo secondo. Con questi tre punti i ragazzi di Lucarelli restano al terzo posto in classifica con 39 punti all’attivo raggiunti dall’Accademia Calcio Roma, mentre i nerazzurri rimangono nella sesta piazza in solitaria con 31 lunghezze a -3 dal quinto posto occupato dai lidensi dell’Ostiamare. Un’occasione, dunque, sprecata per i civitavecchiesi che ora dovranno compiere un miracolo se vorranno fare risultato a via della Pisana contro la capolista Urbetevere che, oltre ad aver rifilato il 4 novembre scorso il poker, ha vinto domenica il big match di giornata contro la vice capolista Vigor Perconti per 2-1. Tra l’altro la gara di andata fu la giornata in cui mister Tossio dopo il triplice fischio si dimise, per poi subentrare l’allenatore attuale Dario Rasi che ad oggi ha portato il gruppo nelle parti alte della classifica.

L’Under 14 Elite di Diego Michesi realizza il terzo segno ics stagionale e aggancia la diretta rivale Totti Soccer School al terzultimo posto in classifica con 15 punti all’attivo. Sabato al Di Ianne la sfida contro l’Accademia Calcio Roma è terminata 1-1, dopo 70’ intensi e ben giocati da entrambe le compagini. Un ottimo pregresso quello dei piccoli 2005, visto che nella gara di andata i capitolini rifilarano una bella manita ai pupilli di Ambrosi. Nel primo tempo inizialmente sono i locali a dare filo da torcere ai ragazzi di mister Corini, prima con Fabbri su calcio di punizione e dopo con Giuli con un gran bel tiro che sfiora il palo alla destra del portiere. Ad andare in vantaggio, però, è l’Accademia che alla prima occasione, poco prima del duplice fischio, mette il pallone in fondo al sacco con l’attaccante Prizzi che beffa Janku da calcio di punizione con un bel rasoterra. Nel secondo tempo grazie alla grinta bianconera, la Leocon riesce a ristabilire gli equilibri con Velardo che salta più in alto di tutti e mette in rete un bellissimo e forte colpo di testa che spiazza il portiere Battista. L’Accademia non ci sta, mister Corini neanche e immette nuove forze che poco dopo si rivelano anche vincenti, visto che le conclusioni di Sciurpa e Lombardi per poco non entrano in porta. Ad avere l’occasione d’oro, però, sono i padroni di casa con il neo entrato al quarto d’ora di gioco Troiani al posto di Cristiano, che in pieno recupero subisce fallo dall’estremo difensore ospite, tutti si fermano e attendono il fischio dell’arbitro per assegnare il penalty, ma nulla di tutto questo accade, anzi, inizia il cinema delle proteste con i cartellini gialli a fare da protagonisti e il fischio finale da regista che manda i piccoli attori tutti negli spogliatoi con il risultato fissato sull’1-1. Un pareggio alla fine buono, che pian piano sta facendo uscire dalla zona rossa i bianconeri che attualmente ci rimangono con tutte le scarpe stando a -5 dalla quartultima piazza che significherebbe salvezza diretta, attualmente occupata dalla Romulea. Sabato sfida difficilissima per i ragazzi di Michesi che dovranno andare a giocare sul sintetico di via della Pisana per affrontare la vice capolista del girone Urbetevere: non la squadra perfetta per cercare punti fondamentali per uscire dalla zona playout.

L’Under 15 regionale di mister Michele Romano vince 1-0 lo scontro diretto contro la Petriana ed esce dalla zona playout, anche se di un solo punto. Un’enorme soddisfazione quella per i classe 2004 che a Roma a San Pietro hanno messo tutto quello che c’era da mettere durante i 70’. Ai bianconeri è bastato un gol del talentuoso Biferini che, subentrato al 17’ del secondo tempo al posto di Taflaj, 3’ più tardi riceve in area di rigore il cross pennellato da Gambelli ed insacca da due passi il gol definitivo dell’1-0 che fa scoppiare l’intero settore ospiti. La Petriana, da dire per dover di cronaca, meritava come minimo sicuramente un punto, per quanto fatto vedere sia nel primo tempo che nel secondo, ma nel calcio si sa come funziona: chi troppo spreca nulla ottiene e infatti così è stato. Tre punti, dunque, importantissimi per l’armata di mister Romano che esce così dalla zona rossa della classifica, posizionandosi al quartultimo posto con 12 punti all’attivo a +1 dai playout. Nel fine settimana i bianconeri attenderanno al Di Ianne il quarto della classe Sporting Tanas Calcio, che nella gara di andata a Roma rifilò un roboante 7-0.

L’Under 14 regionale di Nello Savino, dopo aver asfaltato i cugini biancoverdi del Dlf in un derby dominato in lungo e in largo, cede di misura allo Sporting Tanas Calcio. Nel weekend nella capitale i piccoli quattordicenni non sono riusciti a tenere testa alla settima del girone che alla fine si è aggiudicata il match. Con questo undicesimo ko i nerazzurri restano al quartultimo posto insieme alla Pol. De Rossi con 20 punti all’attivo in piena zona playout. Sabato i bianconeri attenderanno al Di Ianne la seconda della classe Honey Soccer City.

L’Under 19 provinciale diretta dal tecnico Luca Mariantoni perde 3-1 a Roma contro lo Spes 1908. A Montesacro i 2001 bianconeri dopo essere andati sotto per 2-0 dopo 10’ subendo le reti di Scopetti al 5’ e Caputo al 10’, hanno accorciato le distante al 20’ con Carabetta, per poi farsi superare di nuovo nel secondo tempo da Petrucci per il definitivo 3-1. Ancora nessuna vittoria per il team di via Giulio Bianconi, che rimane all’ultimo con soli tre punti, frutto di tre pareggi ottenuti nel girone di andata. Sabato pomeriggio i civitavecchiesi attenderanno al Di Ianne un’altra difficile squadra che porta il nome Petriana, seconda forza del girone che all’andata vinse per 5-1.
Weekend, dunque, negativo per i vertici del Civitavecchia Calcio 1920-Leocon, visto i risultati ottenuti dalle otto categorie. Per Ivano Iacomelli la sua Under 19 Elite ha perso confermandosi il fanalino di coda del girone A, mentre per patron Ambrosi, le sue tre compagini Elite hanno perso con l’Under 17, sempre più in crisi, e l’Under 15 per una battuta d’arresto immeritata. Pareggio che sta molto stretto, invece, ai 2005 di Michesi, visto che gli è stato negato un rigore sacrosanto. Bene i club regionali, con la super vittoria dei 2004 di mister Romano e dei 2003 del grandissimo e ambito allenatore Zampollini che sta portando il suo gruppo sempre più in alto. Bene i 2005 di Savino nonostante la sconfitta. Sempre peggio il tragitto de 2001 provinciali. Insomma, quattro passi falsi, un pari e due vittorie. Tutto sommato ci può stare, anche se sono sempre le sconfitte a prevalere, ma ormai ci siamo abituati.

(27 Feb 2019)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • ''Cerveteri non è stata invitata alla commissione regionale Vas''

    25 May 2019 - MAPPA AREE BIANCHE. La presa d’atto del sindaco Pascucci e dell’assessore Gubetti. «La promessa era che saremmo stati consultati proprio in quella sede per porre le nostre obiezioni»  

  • ''Cupinoro, bando revocato''

    25 May 2019 - Il sindaco Alessandro Grando: "Ringrazio l'Università Agraria per aver mantenuto fede all'impegno preso, il sindaco di Bracciano per non aver mai abbassato la guardia e tutti i cittadini che da anni si battono per la chiusura e la bonifica della discarica"

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy