Home » » Usi civici, La Rosa: ''Una soluzione è possibile, questione di volontà politica''

 

Usi civici, La Rosa: ''Una soluzione è possibile, questione di volontà politica''

Il consigliere del M5S torna ad intervenire sulla vicenda e ricorda l’incontro di domani al Comune

CIVITAVECCHIA - "Come ho già detto, una soluzione che non tocchi le tasche dei cittadini è possibile, è solo una questione di volontà politica". Il consigliere comunale del Movimento cinque stelle Emanuele La Rosa torna ad intervenire sulla vicenda degli usi civici in vista dell’incontro con i cittadini che si terrà oggi alle 16,30 presso l’aula Pucci del Comune. Botta e risposta che durano da mesi, tra Agraia, La Rosa e che ha visto l’intervento dei consiglieri regionali dem Marietta Tidei ed Emiliano Minnucci e del Gruppo d’intervento giuridico onlus.

Proprio al Gruppo si rivolge il pentastellato ringraziandoli "per il suo suggerimento di spostare gli usi civici presso altri terreni comunali. Come amministrazione - prosegue La Rosa - riteniamo che il suggerimento sia ottimo. Tuttavia, per iniziare questa operazione devono essere prima stabiliti i confini delle zone vincolate e stabilita anche la loro qualitas soli attraverso la sentenza del commissario agli usi civici. Solo dopo si potrà lavorare per trasferire gli usi civici. Noi proponiamo  - continua il consigliere di maggioranza - di spostarli presso La Frasca, a patto che questa rimanga fruibile ai cittadini. Ovviamente anche la Regione deve approvare questo trasferimento".

La Rosa difende la bontà delle sue azioni: "Ho letto un po’ tutti i comunicati che sono usciti - dichiara - alcuni in difesa dell’attuale perizia perché riduce le aree soggette ad uso civico, altri che attaccano il sottoscritto perché secondo loro ho fatto un inutile allarmismo. In realtà c’è da ricordare che sebbene alcune aree siano state svincolate, nuove aree urbanizzate vengono vincolate nella nuova perizia. Quindi ci sono altri cittadini che dovranno affrontare questa problematica se questa perizia verrà approvata dalla Regione. Fosse solo per questa ragione - sottolinea La Rosa - era importante che avvisassi i cittadini della scadenza del 28 marzo per evitare che succedesse come nel settembre 2013, quando Civitavecchia era amministrata dal Partito democratico, e tanta gente interessata non sapeva nulla della perizia dell’architetto Rossi. Come conseguenza - conclude La Rosa - tanti cittadini hanno pagato per liberare le proprie case da un gravame inesistente, ma legalmente ancora valido perché la determinazione del 2013 non è stata ancora annullata dalla Regione".

(13 Mar 2019 - Ore 20:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Cupinoro. Dietrofront dell’università agraria

    23 May 2019 - Impegno con comuni e comitati a ritirare il bando per impianti di riciclaggio di rifiuti differenziati. Assessore Gubetti: «Vinta una battaglia ma non la guerra. Pronti in ogni sede a tutelare il territorio»   

  • Esplode la rete fognaria a Valcanneto

    22 May 2019 - Tecnici Acea al lavoro da sabato mattina con l’autospurgo per limitare gli sversamenti di liquami nel bosco. Il consigliere Mundula: «Si sta procedendo a bypassare la condotta danneggiata per eseguire poi la riparazione»       

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy