Home » » ''Urge un intervento significativo prima che ci scappi il morto''

 

''Urge un intervento significativo prima che ci scappi il morto''

Un residente della strada provinciale Tarquiniese ha scritto al prefetto, al presidente della Provincia e alla Polstrada per chiedere un provvedimento immediato
Allegate alla missiva cento firme dei residenti della zona

TARQUINIA – Ha scritto al prefetto, al presidente della Provincia di Viterbo e al comando di polizia stradale, perché, dice, bisogna intervenire prima che ci scappi il morto. Alla missiva ha allegato un centinaio di firme dei residenti e proprietari degli immobili della zona. L’obiettivo è segnalare l’estremo pericolo in cui versa la strada provinciale Tarquiniese-Tuscanese nel tratto tra il chilometro 17 e il chilometro 24 in direzione Tarquinia. Il promotore dell’iniziativa è proprio un residente preoccupato per lo stato di dissesto dell’arteria. «Dopo l’ennesimo nubifragio del 17 gennaio scorso non è mutata la situazione di pericolo in cui versa il tratto stradale,- afferma Sante Velluti -  un tratto di strada importante con traffico pesante, che ogni qualvolta ci sono fenomeni di pioggia, si blocca creando non pochi problemi. Il fatto grave è l’indifferenza degli operai o comunque dei responsabili della Provincia di Viterbo che sono ‘venuti a vedere’ e poi se ne sono andati. Non c’è neanche una segnalazione adeguata che possa avvertire gli automobilisti del pericolo, perché non è normale trovare un fosso che scorre sopra la sede stradale, un tratto di strada completamente invaso da rami e fango. L’unico segnale presente è stato ‘provvisoriamente’ posizionato piogge fa, ma di interventi neanche l’ombra”. “Dopo l’ennesimo temporale ci siamo ritrovati con la strada allagata bloccata dal fango e detriti. Tutto ciò dovuto alla mancanza di manutenzione. Le forme di scolo sono piene di erbacce, detriti o addirittura in alcuni tratti, assenti. Sono anni che non si vedono operai al lavoro. Ormai la situazione è diventata pericolosa e non si può continuare a pensare che una strada di tale importanza possa essere ridotta in questo stato». «Noi chiediamo un controllo su chi deve fare manutenzione e non la fa, su chi deve pulire le forme di scolo e non lo fa, su chi deve vigilare affinché il territorio sia mantenuto da tutti e non lo fa. Se dobbiamo aspettare un incidente grave per poter vedere qualcuno che ci tutela, allora lo faremo. Ma poi ognuno si deve prendere le proprie responsabilità. Inoltre chiediamo che non ci venga risposto, come è già successo anni fa, che la colpa è del frontista della strada che non tiene pulito il terreno, perché qui si tratta di ben altro. Non stiamo segnalando una busta di immondizia lasciata al bordo strada, stiamo chiedendo che le nostre vite, quelle dei nostri figli e di tutti quelli che transitano nella zona siano tutelati e chiediamo un intervento significativo prima di piangere un morto. Chiediamo un provvedimento immediato senza però mettere i soliti segnali di pericolo allagamento o fango sulla carreggiata e poi dileguarsi per mesi lasciando la situazione tale e quale». «Vi garantisco – conclude Velluti -  che domenica 3 febbraio la situazione era la stessa dal 17 gennaio».
 

(10 Feb 2019 - Ore 06:21)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy