Home » » Tvn, bocciata la riorganizzazione

 

Tvn, bocciata la riorganizzazione

Flaei Cisl giudica inaccettabile la rivoluzione prospettata da Enel con un taglio del 30% del personale diretto. La scorsa settimana assemblea dei lavoratori. Preoccupazione espressa per l’occupazione, la sicurezza degli operai e le ripercussioni sul territorio

CIVITAVECCHIA - Una rivoluzione in negativo, inaccettabile così come è stata prospettata. Continua a preoccupare il futuro occupazionale legato alla centrale Enel di Torrevaldaliga Nord. Lo confermano il segretario regionale del Lazio Flaei Cisl Oreste Erminiati e Fabio Remoli Segretario della Sas Flaei della centrale di Tvn, alla luce della nuova riorganizzazione presentata a novembre dalla Spa elettrica, nell’ambito del percorso di efficientamento iniziato nel 2016 dall’area della Generazione. «Per la centrale di Tvn – hanno spiegato - tutto ciò ha significato la riduzione di 4 linee di turno piuttosto che il reimpiego di personale dalla vicina centrale di Montalto di Castro, che Enel da anni ha deciso di chiudere». Ed oggi si aggiunge questa nuova riorganizzazione, prospettata alle segreterie nazionali del settore elettrico Filctem, Flaei e Uiltec, motivata – come spiegato da Enel – da una maggiore flessibilità gestionale, una riduzione dei livelli organizzativi, una gestione centralizzata di alcune attività di esercizio e manutenzione ed infine una importante digitalizzazione dei processi. «Da subito si è compreso che, per il sito produttivo di Tvn – hanno sottolineato i due - si tratta di una vera e propria rivoluzione, che comporterebbe un taglio netto del 30% del personale diretto pari a circa 100 persone occupati ad oggi in centrale, senza contare gli effetti dell’indotto. Una rivoluzione inaccettabile che Enel vuole fare in tempi strettissimi a parità di capacità produttiva, in una centrale che ad oggi funziona a pieno ritmo. Non ci preoccupiamo solo degli effetti occupazionali, ma soprattutto della sicurezza dei lavoratori e per il territorio che tanto ha dato alla centrale e che oggi Enel decide di abbandonare senza razionali economici né tecnici». Già a dicembre erano intervenute le segreterie nazionali per fermare questa manovra. Uno stop che oggi viene ribadito dagli elettrici e dai lavoratori, all’indomani dell’assemblea che si è svolta la scorsa settimana, «perché – hanno ribadito - una rivoluzione di questa portata non può essere affrontata nelle modalità ed in tempi proposti dall’azienda. Siamo certi che al settore non servono terapie d’urto, non sono queste le soluzioni migliori per un settore industriale strategico come quello elettrico». Lo stesso Sindaco, a dicembre, aveva promesso di seguire da vicino la questione, investendo anche i Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico. I sindacati non rimangono comunque a guardare, pronti unitariamente a portare avanti iniziative congiunte con impegno e determinazione. «Al centro della nostra azione sindacale – hanno concluso - ci sono le persone, i lavoratori elettrici, i cittadini di Civitavecchia,  il territorio insomma: per raggiungere questo obiettivo coinvolgeremo tutti».

(08 Feb 2019 - Ore 07:23)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

  • Bilancio Multiservizi, si chiude con un utile di 80mila euro al comune

    13 Apr 2019 - Soddisfazione alla conferenza stampa per un risultato storico mai conseguito fin’ora. Il sindaco Pascucci elogia l’operato dell’attuale management per le scelte e le strategie adottate. Claudio Ricci, amministratore unico: «Troveremo il modo per aprire la sesta farmacia comunale»  

ENERGIA E AMBIENTE

  • Stop a plastica usa e getta

    19 Apr 2019 - I pentastellati presentano due mozioni per una gestione più efficiente dei rifiuti. Così si può ottenere il massimo vantaggio per la comunità, per l’ambiente e per le casse comunali  

  • Conferenza stampa al Senato dell’alleanza nazionale Stop 5G

    16 Apr 2019 - Il cerveterano Maurizio Martucci, portavoce: «I malati ci sono già, irresponsabile e dannoso continuare a negare l’evidenza»

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy