Home » » Tirrenica, sì agli interventi di mitigazione ambientale

 

Tirrenica, sì agli interventi di mitigazione ambientale

I comitati, Italia nostra sezione Etruria e Diritto alla mobilità, hanno ottenuto l’ok alle loro richieste per la ricostruzione delle opere a verde previste nel progetto

TARQUINIA - E’ andata a buon fine l’azione di verifica sulle opere di mitigazione ambientale da parte delle associazioni e comitati, sul Lotto 6A della Tirrenica, ormai attivo da 3 anni. Le associazioni avevano, infatti, inviato a dicembre 2017, le osservazioni sullo stato della mitigazione ambientale corredate da foto che dimostravano un diffuso mancato attecchimento delle piante, in alcuni casi del tutto assente, lungo l’autostrada, sugli svincoli, sui cavalcavia e sulle complanari, sulle quali mancava un’adeguata manutenzione, di sfalci e pulitura anche ai fini della sicurezza stradale. Successivamente è stata richiesta a tutti i Ministeri preposti, una verifica della mitigazione ambientale realizzata dalla SAT, anche considerando le ottemperanze, le raccomandazioni del CIPE (Delibera 116/2008 e 7/2011) sul progetto dell’Autostrada A12 Rosignano- Civitavecchia, per il Lotto 6A tratto Tarquinia Civitavecchia, compresa la perizia di variante del 2013. Le osservazioni inviate all’attenzione dei vari ministeri competenti, erano corredate da foto, che mostravano aree interessate dagli interventi di mitigazione non corrispondenti e chiedevano in sintesi la verifica e l’eventuale ripristino e la ricostruzione delle opere a verde previste dagli interventi di mitigazione ambientale per le tipologie di intervento vegetazionale previste dal progetto. Ai ministeri sono state chieste le verifiche sugli interventi di inserimento, riqualificazione e recupero ambientale previste dalla relazione approvata, SUA001 del settembre 2011, che prevedeva una serie di lavori di manutenzione e conservazione, consistenti nello sfalcio, decespugliamento ed eliminazione delle infestanti, la potatura, spollonatura e risarcimento delle fallanze, la sostituzione delle piante non attecchite o secche, con altre dello stesso genere, specie e varietà; irrigazione delle piante messe a dimora, tenendo conto delle necessità delle varie specie, del terreno, delle condizioni climatiche e dell’andamento stagionale.

«La verifica è stata necessaria anche tenendo conto della perizia di variante, acquisita tramite accesso agli atti, richiesto a Sat, - spiegano gli ambientalisti di Italia nostra sezione Etruria e Comitato per il diritto alla mobilità -  che in sostanza cambiava gli interventi di mitigazione ambientale sullo svincolo di Civitavecchia, su quello di Tarquinia, in corso d’opera. La Perizia di Variante e la relativa planimetria di progetto sono state confrontate con le foto realizzate in data 19 Maggio 2018, dalle quali si rilevano la mancanza delle opere a verde previste dal progetto, con un alto tasso di mortalità di piante, e che dimostrano incuria e un diffuso senso di abbandono. Nella fattispecie si denunciava la mancanza di alcune tipologie di verde descritte nella legenda delle suddette planimetrie, a dimostrare la insufficiente e inadeguata rispondenza delle piantumazioni riscontrate con il nostro sopralluogo rispetto a quelle previste dai documenti dei progetti, dalla relazione SUA001 del settembre 2011, compreso il progetto di variante, derivate soprattutto da un eccessivo mancato attecchimento delle essenze piantumate.  La scarsa e talora assente manutenzione e sfalcio delle aree considerate, con speciale riferimento al cavalcavia di accesso alla zona industriale di Tarquinia. Ad esempio, nella rampa di accesso della corsia nord, la trascuratezza del fondo erboso della piazzola con vegetazione selvatica alta oltre un metro, oltre a impedire una verifica compiuta del numero e del tipo di piante messe a dimora per la compensazione ambientale, rende anche difficoltosa la visuale degli automobilisti che accedono alla rotonda di svincolo. Si chiedeva, oltre all’adeguato ripristino delle specie vegetali non piantumate o già secche e quindi senza più alcuna utile funzione compensatrice, di procedere per motivi oltre che di modificazione paesaggistica anche e soprattutto di sicurezza, a una manutenzione con sfalci periodici e calendarizzati su tutte le aree di competenza di SAT ma anche su tutte le strade complanari del lotto (anche queste ormai preda di vegetazione selvatica infestante) fin quando e se verranno prese in carico dal comune di Tarquinia».

A tutte queste richieste ha risposto la SAT che si è impegnata a dare seguito alle richieste avanzate dalle associazioni. Nei prossimi giorni anche il MIT potrà verificare le avvenute sostituzioni e ripristino del verde mancante, per constatare la corrispondenza degli interventi. «Esprimiamo la nostra viva soddisfazione per l’accoglimento delle richieste, - concludono i comitati - donando alla collettività il verde che mancava e che verrà presto ripristinato, anche se nessuno potrà mai ridarci quel verde che l’autostrada ha comunque sottratto a tutta l’area di Tarquinia, tagliandolo e riempiendo di cemento e asfalto un’area naturalizzata da centinaia di anni». 

(01 Giu 2018 - Ore 18:41)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy