Home » » Stanze trasformate in palestre

 

Stanze trasformate in palestre

RUGBY Tornati a Civitavecchia anche Flavio e Gabriele Schiavi, in forza al Cus Milano under 18 elité. I due giovani si allenano a casa: «Tornati da una città dove s’è subito percepito che potesse accadere qualcosa di più grande»

Dura la vita degli sportivi al tempo del coronavirus. Sono tornati da Milano a Civitavecchia ormai da più di un mese i due super gemelli del rugby, Flavio e Gabriele Schiavi, atleti in forza al Cus Milano Rugby under 18 èlite. 
Anche loro come tutti i compagni di squadra vivono, nel rispetto delle regole, la quarantena a causa del coronavirus proseguendo la preparazione fisica nelle loro stanze trasformate in palestra. 
Tra bilancieri, manubri e sbarre, c’è anche il tempo dedicato allo studio, rigorosamente online che effettuano però dall’inizio dell’anno scolastico grazie all’opportunità offerta a chi frequenta il Liceo scientifico sportivo (per loro un liceo privato civitavecchiese). 
Il resto della giornata trascorre tra le letture di libri e la preparazione di dolci in cucina ed, ovviamente, l’immancabile scorpacciata di film e serie tv. Non è facile per due ragazzi di 17 anni abituati a vivere la settimana tra palestra e campi da gioco per di più lontani da casa, ma anche loro invitano tutti a rimanere a casa affinché si possa uscire definitivamente da casa e dalla pandemia il più presto possibile. 
«Siamo tornati da una città, Milano, dove viviamo e giochiamo da luglio scorso e che non era zona rossa, ma nell’aria si annusava già il timore di qualcosa di più grande e terribile - spiegano Flavio e Gabriele - il fare sport a livello agonistico ci ha permesso di vivere una vita sicuramente più riservata».
Piscina la mattina, poi studio durante la pausa pranzo e la preparazione della cena e le faccende domestiche. Poi il campo e gli allenamenti a Segrate. Il ritorno a casa tardi, molto tardi, la cena e un po’ di tv. Questa la giornata di uno sportivo. Intensa, stancante, che lascia poco spazio allo svago e alla vita mondana. Certo, qualche festa, qualche cena con i compagni di squadra e gli amici cresciuti con loro. Qualche locale ma di rado. Hanno imparato a vivere lontani dalla famiglia e dagli amici civitavecchiesi creando nuove amicizie. Seguiti costantemente dalla società, sia negli allenamenti che nella preparazione atletica, durante gli infortuni e nella vita sociale inserendoli in un tessuto sportivo molto diverso da quello romano vissuto fino allo scorso anno. Ma proprio questi cambiamenti vissuti a metà dei loro 16 anni, l’educazione ricevuta, e la forma mentis che da il rugby a chi lo pratica, unitamente ai coach (di grande livello al Cus Milano) e ai dirigenti, gli hanno permesso di affrontare questa situazione incredibile che è la pandemia di coronavirus che ha colpito l’Italia in special modo proprio la Lombardia, in tutta serenità. Senza isterismi, con coscienza, consci del fatto che nulla possono loro se non mantenere la calma, continuare a studiare, ad allenarsi e ad attendere la fine della tormenta. Hanno avuto la fortuna, grazie all’intuizione dei genitori avvezzi a queste situazioni per il mestiere che svolgono e per le esperienze di una vita, di partire ancor prima che venissero emanati i decreti di chiusura e di tornare nella loro città. Adesso vivono in serenità lo stare a casa certi di tornare a Milano per correre di nuovo sui quei prati verdi con una palla ovale in mano. La stessa certezza che tutti i ragazzi, anche se non sportivi, devono avere. Del resto dopo il buio della notte sorge sempre il sole.

(24 Mar 2020 - Ore 10:35)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy