Home » » Stalking verso la ex compagna: divieto di avvicinamento per un imprenditore 66enne

 

Stalking verso la ex compagna: divieto di avvicinamento per un imprenditore 66enne

VITERBO - Nel tardo pomeriggio di ieri personale della Polizia di Stato della II Sezione Reati Contro la persona della Squadra Mobile della Questura di Viterbo,  impegnato nelle attività investigative di contrasto ai reati di genere,  dava esecuzione all’Ordinanza applicativa di Misura Cautelare – divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa – emessa nei confronti di un piccolo imprenditore sessantaseienne,  residente in un comune della provincia di Viterbo,  gravato da pregiudizi penali specifici,  emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale.

La misura veniva adottata in relazione al reato di atti persecutori di cui l’indagato dovrà rispondere per aver ripetutamente molestato e pesantemente minacciato la donna con la quale in passato aveva avuto una relazione sentimentale.

L’attività d’indagine aveva origine giorni orsono,  allorquando la Squadra Mobile  aveva raccolto la denuncia della giovane donna che, apparsa ansiosa e intimorita per la propria incolumità, aveva deciso di rivolgersi alla Polizia per le continue pressioni intimidatorie e moleste dell’ex compagno. Lo stesso si era recato più volte presso il posto di lavoro della stessa insistendo per parlarle e al suo rifiuto aveva cominciato ad inveire contro di lei in maniera eclatante, urlando e dandole della pazza. Numerosi i messaggi di testo e vocali inoltrati tramite whatsapp.

L’uomo aveva anche contattato dei parenti della parte offesa chiedendo loro di intervenire affinché tornasse da lui. Vano risultava il rituale Ammonimento del Questore di Viterbo,  rivolto all’uomo per interrompere le pressanti condotte di minaccia e di molestia.

All’esito di rapidi accertamenti di riscontro,  veniva subito inoltrata un’articolata informativa alla Procura della Repubblica. L’A.G. condividendo le argomentazioni della Squadra Mobile, a tutela dell’incolumità fisica della donna e dei familiari,  emetteva l’Ordinanza di Misura Cautelare che veniva subito eseguita.

(27 Gen 2018 - Ore 12:58)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy