Home » » Sprar, consiglio di Ladispoli diviso sull’accoglienza

 

Sprar, consiglio di Ladispoli diviso sull’accoglienza

MIGRANTI. Convocata per stasera alle 19 la massima assise cittadina. Ieri attacco di Governo Civico alla destra e all’amministrazione uscente

LADISPOLI - Si discuterà questa sera in un consiglio comunale aperto la questione dello Sprar.

Stasera alle 19 si tratterà del problema dell’accoglienza e delle posizioni che l’Amministrazione intende assumere su questo tema.

Giunta e consiglieri di maggioranza che hanno sempre dichiarato la loro propensione al no allo Sprar. Un no ribadito nelle ultime ore a seguito dell’analisi dei capitoli di bilancio e della copertura finanziaria la quale per l’amministrazione sarebbe insufficiente a coprire il 5% delle spese di accoglienza come richiesto dalla Prefettura.

Diametralmente opposto il Pd e l’amministrazione uscente che chiedono confronto e dialogo affinché si faccia dello Sprar un sistema virtuoso di accoglienza.

Si allo Sprar anche Governo civico Ladispoli che ha espresso nella giornata di ieri la sua posizione.

«La sfida - afferma Governo Civico - è tra una destra alla guida della nostra Cittadina, inevitabilmente schierata per il "no" ad una accoglienza tout court (che poi sarebbe interessante approfondire se per una morfologica vocazione al razzismo, oppure una "semplice insana" ignoranza riguardo al tema, glissando sulla possibilità di un Consiglio Comunale aperto dove i Cittadini tutti avrebbero avuto la possibilità di manifestare le proprie ragioni – Si chiama "PARTECIPAZIONE" elemento fondante della democrazia -) ed una sinistra che probabilmente ha davvero la memoria corta quando oggi si batte per il "si" all’accoglienza, dimenticando che ha governato gli ultimi dieci anni con il Sindaco Paliotta, il quale, non molto tempo fa ha totalmente chiuso le porte alla possibilità di un progetto sull’accoglienza (ci sembra opportuno rammentare, vista la memoria corta, che Giuseppe Loddo ha ricoperto ruoli fondamentali quali: vice Sindaco, presidente del Consiglio Comunale, ed è stato un autorevole esponente del Pd, e successivamente candidato Sindaco della lista Si Può Fare)».

Sulla stessa lunghezza d’onda – sebbene con motivazioni diverse – il M5S che, davanti all’assenza di progettazione della amministrazione uscente così come di quella attuale, tende ad esprimersi sul piano nazionale. Un dibattito che però si sta acuendo creando schieramenti ideologici anche tra i cittadini.

(12 Ott 2017 - Ore 06:16)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Pioggia (foto Mauro Mari)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy