Home » » «Solo professionisti nei cda di enti e aziende»

 

«Solo professionisti nei cda di enti e aziende»

Una proposta di delibera di Forza Italia sancisce l'incompatibità  di amministratori e segretari di partito. Niente incarichi per consiglieri, assessori e presidenti e membri delle Circoscrizioni Per le nomine si attingerebbe da un albo. Sarracco: «Il Sindaco è stato il primo a volere queste regole, non avrà  problemi a votarle»

Nel pieno del dibattito, anche molto acceso, sviluppatosi all'interno della maggioranza sulle nomine all'interno dei cda, la proposta di delibera depositata ieri dal capogruppo di Forza Italia, Gabriella Saracco, rischia se non altro di aprire nuovi scenari di non facile gestione per il sindaco Saladini. L'azzurra, infatti, a nome del gruppo, ha presentato un documento da sottoporre alla votazione del consiglio comunale che sancirebbe, se approvato, l'incompatibilità  non solo di consiglieri comunali, assessori e presidenti e membri delle circoscrizioni, ma anche di segretari e rappresentanti dei partiti con gli incarichi in enti, aziende ed istituzioni.
In pratica la delibera ricalca in parte il contenuto del documento che lo stesso Sindaco aveva già  messo all'ordine del giorno del Consiglio Comunale, per poi ritirarlo. Non credo che ci sarà  nessun problema « commenta Gabriella Saracco « ad approvare questa proposta di delibera visto che, quella della incompatibilità , mi sembra una scelta largamente condivisa, tanto che è stato proprio il primo cittadino a proporla ad inizio legislatura. Approvandola si stabilirebbero criteri di trasparenza e correttezza cui ritengo che nessuno voglia opporsi.
In effetti, oltre all'incompatibilità , nella proposta si prevede anche che il Sindaco pubblicizzi, attraverso un bando, all'inizio di ogni semestre l'elenco di nomine e designazioni da effettuarsi nel corso del semestre successivo. Le candidature dovranno essere poi esaminate e alla fine si sceglieranno i rappresentanti in base a criteri di competenza specifica professionale, esperienze, titolo di studio. Le domande poi dovranno essere inserite in un apposito albo, contenente tante sezioni quanti sono gli enti che necessitano di nomine o designazioni.
Allo stesso albo si dovrà  attingere anche in caso di istituzione di nuovi enti o aziende o in caso di dimissioni, decadenza, revoca dei rappresentanti. Le persone nominate sarebbero comunque soggette alla normativa sulla pubblicità  della situazione patrimoniale.

(13 Dic 2006 - Ore 20:53)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy