MERCOLEDì 01 Aprile 2020 - Aggiornato alle 02:09

Home » » Scontro politico sull'Ato2

 

Scontro politico sull'Ato2

Duro affondo del presidente della commissione Finanze Aldo Gatti, nei confronti del presidente del Consiglio Cerasa: «Dica se ha già  stretto accordi con Acea. Anche con l'attuale tariffa di 0,57 euro al metro cubo possiamo raggiungere il pareggio». E sull'esponente diessino: «Rincorre interessi che non sono quelli della città »

di MARCO SETACCIOLI

I continui ammiccamenti, più o meno espliciti, del presidente del Consiglio Tiziano Cerasa all'Acea e la sua ormai chiara intenzione di premere affinchà© il servizio idrico cittadino passi armi e bagagli'' all'Ato 2 ha complicato non poco i rapporti nella maggioranza, incrinando anche le relazioni con i presidenti delle commissioni che sull'argomento sono all'opera ormai da un po'. Il più critico non poteva che essere Aldo Gatti, che il suo desiderio di vederci chiaro lo ha già  apertamente dichiarato. «Se il presidente del Consiglio ha già  preso accordi con Acea, a discapito degli interessi della città  oltre che di migliaia di utenti - afferma chiaramente Gatti - questo non può in alcun modo costituire un problema per il lavoro che stanno svolgendo con il massimo impegno le commissioni consiliari su esplicito mandato dell'assise. Siamo impegnati a cercare di capire lo stato in cui si trova il nostro sistema idrico e quali eventuali conseguenze comporterebbe la concessione all'Acea. Ma pare che la cosa interessi ben poco a Cerasa, che anzi sembra abbia già  deciso cosa sia meglio. Non bisogna dimenticare però - prosegue Gatti - che il nostro maltrattato sistema idrico è stato spinto a fondo da una gestione a dir poco allegra, che ha fatto lievitare i costi, senza contare i singolari dirottamenti del personale e errori quanto meno sospetti nel riportare le cifre dei risultati economici. Insomma una regia che preme perchà© il passaggio all'Ato 2 venga visto come l'unica soluzione possibile. Eppure oggi, nonostante tutti i guai del servizio, che sono noti a tutti, probabilmente riusciremo a chiudere con il pareggio, cioè la coperura del 100% delle spese e con una tariffa di appena 0,57 euro al metro cubo, rimasta invariata, senza nemmeno l'incremento Istat, dal '˜97. I dirigenti di Acea hanno dichiarato in Consiglio che la loro tariffa di partenza sarà  di 0,85. Anche se si impegnassero a mantenere i prezzi invariati per due anni, cosa accadrà  poi? Come giustificheremo ai cittadini rincari di questa entità ? Per carattere sono abituato a credere solo alle carte e se Acea metterà  nero su bianco che manterrà  la tariffa a questi livelli per 10 anni, ottimizzando i ricavi e restituendone una parte sotto forma di investimenti, allora la convenienza la vedrò anch'io. Senza queste condizioni - conclude Gatti - vedo solo un presidente del Consiglio che rincorre affannosamente interessi che non sono certo quelli della città ».

(06 Nov 2006 - Ore 20:54)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy