Home » » Santa Marinella, una ricetta per il commissario

 

Santa Marinella, una ricetta per il commissario

Il movimento civico ‘‘Il Paese che vorrei’’ invia alcune osservazioni per cercare di risolvere «gli atavici problemi che investono la città» Occhi puntati su scuole, fossi, impianti sportivi, Sprar e stagione estiva

SANTA MARINELLA – Con l’avvento del commissario prefettizio Enza Caporale, il movimento civico ‘‘Il Paese che Vorrei’’, invia al rappresentante governativo alcune osservazioni per cercare di risolvere gli atavici problemi che investono questa città. «Con fiducia – si legge nella nota - poniamo l’attenzione su scuole, fossi, impianti sportivi, Sprar e pianificazione della stagione estiva. Sappiamo che il compito non sarà semplice, a partire dalle opportune verifiche sui dati di bilancio. I problemi accumulati sono molti perché, l’incapacità della passata amministrazione, si somma alle questioni che la caduta anticipata di un sindaco lascia in sospeso, aggravando l’onere che la commissaria si troverà ad affrontare e la responsabilità di tutti noi nell’agevolarne l’operato. In questo spirito, ci permettiamo di segnalare alcune criticità che possono avere ripercussioni gravi sulla vita dei cittadini, pregando la commissaria, compatibilmente con gli impegni che sta affrontando, di riuscire a individuare lo spazio operativo per porvi rimedio. La prima è una questione di sicurezza e riguarda la verifica dello stato di manutenzione dei fossi. Ci troviamo infatti ad affrontare l’inverno e purtroppo conosciamo gli effetti drammatici e i danni che un violento temporale può provocare in assenza della dovuta manutenzione. La seconda criticità riguarda gli edifici scolastici. Ogni giorno in più che i nostri ragazzi trascorrono nel degrado, documentato perfino dalla televisione nazionale, aumenta il malessere e la sfiducia che i più giovani maturano nei confronti delle istituzioni. Vivere in un ambiente degradato non può che produrre scoraggiamento, distacco e risentimento nei ragazzi e nelle loro famiglie". "Sulla questione degli impianti sportivi – spiega il movimento - il problema è duplice perché, se da un lato ci auguriamo possano emergere le precise responsabilità di chi ha distrutto le strutture e il patrimonio legato alle attività sportive, dall’altro riteniamo fondamentale intraprendere un percorso per restituire alla città almeno parte dei servizi sostenuti con lo sforzo economico di tutti e da anni indisponibili alle attività. La caduta del sindaco ha, inoltre, lasciato in sospeso la questione del progetto Sprar, interamente finanziato attraverso il relativo fondo nazionale, che mira a offrire accoglienza a circa quaranta persone richiedenti asilo o rifugiate. Si tratta di persone che vivono un dramma che non è giusto acuire per inadempienze amministrative. Inoltre, il nostro territorio rischia di perdere un finanziamento di più di seicentomila euro che potrebbe essere utilizzato per coltivare le politiche dell’accoglienza. Ci preme però segnalare alla commissaria prefettizia l’importanza di predisporre adeguatamente il nostro Comune all’arrivo della stagione estiva. Questa rappresenta un fattore economico vitale per Santa Marinella e Santa Severa e riteniamo fondamentale curare una programmazione sulle strutture ricettive e sulle attività da intraprendere affinché l’intera comunità non debba fronteggiare un calo dell’affluenza turistica in una congiuntura già particolarmente sfavorevole". "L’elenco sarebbe lungo – conclude Il Paese che Vorrei - non si può pretendere di rimediare alla mala gestione di anni in pochi mesi, ma confidiamo che la commissaria possa riavviare un meccanismo per troppo tempo inceppato con la conseguente mortificazione del nostro territorio.

Qualora lo ritenesse opportuno, la nostra associazione si dichiara fin da subito disponibile sia a un incontro di approfondimento sia a collaborare, anche in termini di volontariato operativo, alle iniziative che la commissaria dovesse ritenere utili". (Gi.Ba.)

(27 Dic 2017 - Ore 22:19)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Nitticora (foto Giovanni Canu)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy