Home » » Roma, sale la tensione e si moltiplicano i falsi allarmi

 

Roma, sale la tensione e si moltiplicano i falsi allarmi

Sale la tensione nella Capitale e si moltiplicano i falsi allarmi. Era solo un portavivande la borsa sospetta per cui sono scattati i controlli su un treno della metropolitana A di Roma alla stazione Cornelia. La polizia ha fatto le verifiche e la borsa, probabilmente dimenticata, conteneva solo degli alimenti. Il servizio è ripreso regolare su tutta la linea. È rientrato, intanto, l’allarme scattato oggi pomeriggio nella stazione Torre Gaia sulla linea C della metropolitana. I carabinieri intervenuti hanno accertato che si trattava di due borse frigo lasciate sulla banchina. Il servizio è stato riattivato sull’intera tratta. Stamattina altro falso allarme bomba alla stazione di Lepanto.

Un’operazione di polizia, intanto, è stata messa in atto oggi a Charleville, nelle Ardenne francesi. Lo hanno riferito i media locali, secondo cui è stata avvertita un’esplosione.

Tornando alla strage di parigi, Abdel Hamid Abaaoud, presunto ideatore degli attentati, è morto ieri nel blitz a Saint-Denis. Il suo corpo è stato formalmente identificato, secondo quanto rende noto un comunicato del procuratore della Repubblica francese. L’esame delle impronte papillari - ha ancora reso noto - ha permesso di stabilire che è stato ucciso durante l’assalto. Il suo corpo è stato ritrovato all’interno dell’edificio, crivellato di colpi.

Una nuova operazione di polizia è stata effettuata in Belgio. Sei perquisizioni sono state condotte a Jette e Molenbeek e sono collegate agli attacchi di Parigi. In particolare, secondo quanto riferito da media belgi, obiettivo dell’operazione sono persone legate a Bilal Hadfi, il kamikaze che si à fatto esplodere fuori dallo Stade de France. Una perquisizione è stata condotta anche a Laeken ed una persona è stata fermata. La polizia sta dando la caccia a un uomo sospettato di aver fornito esplosivi e detonatori agli attentatori di Parigi, riferisce il quotidiano belga ‘‘De Standaard’’, che identifica il sospetto come Mohamed K, originario delle Antille che viveva nella città settentrionale francese di Roubaix. (Adnkronos)

(19 Nov 2015 - Ore 19:44)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy