Home » » ''Questo sport insegna i veri valori''

 

''Questo sport insegna i veri valori''

RUGBY. Torna l’appuntamento con ‘‘A tu x tu con il Crc’’. Intervista all’allenatore dell’Under 18 Simone Montana Lampo. L’ex giocatore della serie B: «Devono essere i ragazzi stessi a fare gruppo e chiedere consigli; solo così possono crescere e diventare grandi»

Nuovo puntata della rubrica “A tu x tu con il Crc”, l’appuntamento fisso che ogni settimana presenta un profilo diverso legato all’universo biancorosso. Quella in corso è una settimana calda, che porta al primo vero scontro diretto della stagione contro Romagna.
Per l’occasione abbiamo intervistato un’altra colonna civitavecchiese, Simone Montana Lampo, allenatore dell’Under 18 del Crc, ex giocatore della serie B e giocatore dell’Old Rugby Crc.
Simone, spesso i ragazzi si domandano perchè scegliere il rugby come sport, dove si fatica molto, si guadagna poco e si ha poca visibilità? Perchè lei lo hai scelto?
«L’ho scelto perché è uno sport che insegna tanti valori, ha più elementi di giocatori in squadra e aiuta i ragazzi a stare in gruppo.
Quindi si crea armonia fra giocatori, i ragazzi fanno amicizia all’interno ma anche al di fuori del campo».
Quest’anno lei è solo allenatore e non più giocatore di serie B. È soltanto l’età a stabilire quando smettere di giocare nella serie maggiore e divertirsi con passione nell’Old Rugby Crc o ci sono altri fattori?
«I fattori sono tanti, possono essere gli infortuni o i limiti di età, nel caso specifico i 42 anni. Io ho avuto pochissimi infortuni quindi ho tenuto fino alla fine.
Mi dedico agli Old ora, ma il divertimento e la passione ci sono lo stesso».
Secondo lei, come allenatore i ragazzi attuali del Crc sono giocatori che potranno salire alla serie maggiore?
«Secondo me tutti i giocatori del mini-rugby possono giocare e puntare a quel traguardo. Dipende dalla volontà e dai sacrifici che vogliono fare».
Cosa vuole che facciano i suoi giocatori durante l’allenamento e in partita e cosa invece non devono fare?
«Quello che devono fare è essere loro stessi, fare gruppo e chiedere consigli.
Non devono far mancare la voglia di sacrificarsi, senza questo aspetto non è possibile fare il nostro sport».
Quest’anno la serie B sta andando veramente forte. Cosa ne pensi e dove può arrivare secondo lei?
«Sono stati presi giocatori molto validi, la speranza è quella di raggiungere le posizioni alte della classifica, magari arrivare in serie A.
Io ho perso due finali per la massima serie, è un peccato non esserci arrivati però è stato bello provarci».
 

(22 Nov 2018 - Ore 19:35)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy