Home » » Polizia di frontiera: cifre rilevanti per il 2017

 

Polizia di frontiera: cifre rilevanti per il 2017

L’ufficio diretto dalla dottoressa Lorenza Ripamonti chiude un anno impegnativo. Oltre cinquecentomila controlli di sicurezza e di frontiera effettuati

CIVITAVECCHIA - La Polizia di frontiera chiude il 2017 con numeri da capogiro. Garantire la sicurezza del porto, inteso come frontiera e come area cittadina, è sempre stato l’obiettivo dell’ufficio di Civitavecchia diretto dalla dottoressa Lorenza Ripamonti, che chiude l’anno di attività con cifre particolarmente rilevanti. Parliamo, infatti, di oltre cinquecentomila controlli di sicurezza e di frontiera effettuati dalle varie squadre dell’ufficio della Polizia di frontiera sui passeggeri che quotidianamente transitano nel nostro porto provenienti sia dai paesi dell’area Shengen, che dal vicino continente africano. Basta pensare al fatto che tutti i controlli iniziano da un controllo nominativo per nominativo, a partire dalle liste passeggeri, per poi passare alla consultazione di diverse banche dati e concludendo, infine, con un esame attento di ogni passaporto, visto o permesso di soggiorno, quando lo straniero è sbarcato o si appresta ad essere imbarcato.

I veicoli controllati sono stati più di ventimila, dieci quelli sottoposti a sequestro. Quarantotto le persone arrestate, mentre quelle denunciate sono trentatré. I respingimenti effettuati sono cinquantuno, le espulsioni eseguite diciassette, i verbali redatti sessantasette.

Circa ottocento i pannelli fotovoltaici sequestrati: erano provenienti da furti. Con questi dati si chiude il 2017. Una dimostrazione del fatto che la minuziosa attività di controllo messa in atto è la migliore prevenzione per scoraggiare chi intende arrivare nel nostro Paese senza essere in possesso dei requisiti necessari, oppure per chi intende avviare traffici illeciti di merce quasi sempre di provenienza furtiva. Insomma, un anno di lavoro impegnativo per gli uomini della dottoressa Lorenza Ripamonti, impegnati quotidianamente in uno scalo come quello di Civitavecchia dove traffico merci e passeggeri sono pilastri dell’ecomia portuale cittadina. I numeri parlano da soli e l’anno si chiude con cifre da capogiro a dimostrazione dell’impegno nella tutela e nella prevenzione profuso dall’ufficio della Polizia di frontiera di Civitavecchia.

(29 Dic 2017 - Ore 18:50)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy