Home » » Pascucci sotto accusa dall’opposizione

 

Pascucci sotto accusa dall’opposizione

Una critica compatta dopo i risultati di questa tornata elettorale che ha visto il centro destra vincente. La minoranza: «La risposta alla sua incapacità di governare». Il Sindaco: «Invito tutti a giudicare sui numeri»      

di TONI MORETTI

CERVETERI - Che il risultato ottenuto dalle varie coalizioni e liste protagoniste della consultazione elettorale del 4 marzo nella nostra città sarebbe stato oggetto di analisi e di critiche, di prese di posizione e di commenti politici di vario genere da parte dei rappresentanti politici locali, era cosa certa. Questa volta però c’era grande attesa perché, come già detto più volte, questa consultazione è stata in qualche modo condizionata da alcuni fattori importantissimi per la nostra città. Il nostro sindaco, infatti, Alessio Pascucci, è stato rieletto circa un anno fa con un plebiscito quantificato in oltre ottomila voti al ballottaggio, con un appoggio palese dato alla sua campagna elettorale dal presidente della Regione Lazio, anch’egli rieletto Nicola Zingaretti, al quale è legato da un rapporto profondo di stima e di fiducia. Stima e fiducia che è scaturito forse dalla convergenza di idee, di visione di una politica aperta ad una maggiore presenza di fasce di società civile tanto che Pascucci, civico, ha fondato in questo anno un movimento nazionale, Italia in Comune, soggetto politico nazionale che conta l’adesione di circa quattrocento amministratori locali di tutta Italia. Una convergenza di idee che ha portato Zingaretti a volerlo presente come civico nella lista di ispirazione PD  al consiglio dell’Area metropolitana, dove è stato eletto diventando anche presidente di una commissione importante quale quella al Bilancio e che lo ha visto in questo turno elettorale tra i coordinatori della civica del presidente, Zingaretti, appunto, protagonista  come sostenitore.  Per i motivi per i quali ognuno si farà una ragione però, il risultato delle elezioni nel comune di Cerveteri, analizzando i numeri crudi e puri, privi di analisi politiche e congetture, che in questo caso è bene lasciare ai protagonisti, il fatto è che  Zingaretti si è classificato al terzo posto dietro alla candidata di Cinquestelle Roberta Lombardi, arrivata seconda e dietro il candidato del centro destra Parisi, sostenuto dalla coalizione di centro desta. 
Diamo allora la parola ai rappresentanti locali dei vari partiti  Saverio Garbarino, consigliere comunale e capogruppo di Cinquestelle  commenta: «Questa a mio avviso è stata la risposta che la gente, non soddisfatta delle tante promesse non mantenute da un sindaco fortemente identificato con Nicola Zingaretti, visto il loro legame, gli ha dato». 
Juri Marini, capogruppo del PD con la premessa che vuole comunque congratularsi con la rielezione del presidente della Regione fa una chiosa sulla tenuta del PD rispetto al trend registrato per Camera e Senato. Non da responsabilità dirette all’operato di Pascucci di questi ultimi mesi, quanto al fatto del mancato apporto di quel PD “traditore” a suo tempo confluito con Pascucci.
Salvatore Orsomando  capogruppo di Forza Italia vuole fare un paragone e dice: «Vedete Ladispoli? Una buona amministrazione di centro destra  al comune di Ladispoli, ha portato un grande consenso a Parisi candidato del centro destra, una cattiva amministrazione del sindaco di Cerveteri  di ispirazione di centro sinistra, ha prodotto lo stesso risultato, cioè ha portato consenso al centro destra».
Vilma Pavin, coordinatrice discussa ma mai messa in discussione dal suo partito della Lega, protagonista di un successo insperato e mai ottenuto a Cerveteri  dice: «La mancanza di un consenso omogeneo avuto da Pascucci  avuto alla sua rielezione, ha prodotto tale risultato. Il nulla che ha prodotto negli ultimi mesi la gente lo ha identificato nel presidente che sponsorizzava».
Ma anche Alessio Pascucci dice la sua: «Io invito a verificare i numeri. Posso affermare senza paura di essere smentito che la differenza in positivo tra chi ha votato alla Camera e al Senato rispetto alla regione per il centro sinistra, compreso Liberi e Uguali dimostra il grande apporto dato da noi a Zingaretti. Se a questo si somma poi quanto ha preso la lista civica per Zingaretti  e i suoi candidati che abbiamo sostenuto, tanto diventa palese».
Pensiamo comunque che ancora per un bel po’ ognuno rimarrà delle sue opinioni  Ora l’attesa per come ricomincerà il percorso tra Cerveteri, città con lo stesso sindaco, Alessio Pascucci e la Regione con lo stesso presidente, Nicola Zingaretti.

(07 Mar 2018 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy