MERCOLEDì 20 Novembre 2019 - Aggiornato alle 20:35

Home » » «Nessun depotenziamento del PPI»

 

«Nessun depotenziamento del PPI»

Il direttore generale della Asl Roma 4, Giuseppe Quintavalle tranquillizza sul mantenimento dei servizi nella struttura sulla via Aurelia. Nei giorni scorsi era stato lanciato un allarme per il depotenziamento di 12 Punti di Primo Intervento nella regione tra cui quello di Ladispoli-Cerveteri

LADISPOLI – Il Punto di primo intervento di Ladispoli-Cerveteri sulla via Aurelia non subirà alcun depotenziamento. A rassicurare la popolazione il direttore generale della Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle. Nei giorni scorsi, infatti, era trapelata l'intenzione, da parte della Regione Lazio di “riconfigurare” gli ultimi 12 PPI rimasti trasformandoli in Punti di erogazione di assistenza primaria. Se, insomma, ad oggi, i PPI, tra cui anche quello sulla via Aurelia, servono ad effettuare i primi interventi medici in caso di problemi minori, e a stabilizzare i pazienti in fase critica attivando il trasporto protetto presso l'ospedale più idoneo, con la trasformazione questi servizi potrebbero non essere del tutto garantiti. Per non parlare poi della riduzione dell'orario di operatività (il servizio diventerebbe solo diurno). “Manovra”, questa, che però non andrà ad intaccare il Punto di Primo Intervento di Ladispoli dove addirittura «abbiamo potenziato i servizi, attivato servizi territoriali, dato la possibilità – ha spiegato il direttore generale della Asl Roma 4, Giuseppe Quintavalle – di effettuare trasfusioni direttamente in loco». Una struttura dove peraltro è presente un eliporto dove far atterare gli elisoccorsi per i trasferimenti di urgenza negli ospedali più competenti. Insomma, il PPI ladispolano non sarà toccato dalla riforma che si attuerà invece agli altri PPI come quelli di Ronciglione, Sabaudia e Gaeta, ma resterà operativo così come lo conoscono i cittadini. Il direttore generale della Asl Roma 4 ha poi tenuto a sottolineare come negli anni siano stati diversi gli investimenti effettuati sulla struttura per garantirne il funzionamento e allo stesso tempo migliorarla. E proprio questi miglioramenti potrebbero aver consentito al punto di primo intervento di salvarsi da questa trasformazione in punto di erogazione di assistenza primaria. Intanto, per cercare di apportare ulteriori migliori così da far evolvere ancora di più la struttura, non è escluso che nei prossimi mesi la dirigenza asl incontri le amministrazioni comunali dei due comuni interessati (Ladispoli e Cerveteri) per “studiare” insieme nuove “strategie”.

(27 Ago 2019 - Ore 08:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy