Home » » ''Nessun dato vaccinale può essere manipolato''

 

''Nessun dato vaccinale può essere manipolato''

Asl Roma 4 fa chiarezza dopo la segnalazione anonima di alcuni genitori della Salvo D’acquisto nella quale si ipotizza una manipolazione delle certificazioni. Il dirigente scolastico, Velia Ceccarelli «Questa è un’illazione.  L’unico caso anomalo riguarda un alunno non vaccinato perchè controindicato dalla sua  patologia; lo stesso Ministero, dopo una mia un’interrogazione, ha ribadito che non poteva essere escluso dalla frequenza scolastica»  

di GIULIANA OLZAI 

CERVETERI – «Nessun dato vaccinale può essere manipolato». Questa la risposta della  Asl Roma 4 che fa chiarezza dopo una segnalazione anonima di alcuni genitori dell’Istituto comprensivo Salvo D’Acquisto di Cerveteri nella quale si ipotizza una sorta di combutta tra una persona della segreteria della scuola e la Asl per manipolare le certificazioni vaccinali per l’ammissione alla frequenza scolastica di bambini non in regola.  «È giunta in data odierna (martedì scorso per chi legge) presso la Asl Roma 4 una nota del Comandante della Polizia Locale di Cerveteri con cui si inoltrava una segnalazione anonima di alcuni genitori dell’Istituto comprensivo Salvo D’Acquisto di Cerveteri che lamentavano il fatto che nella segreteria della scuola vi fosse una persona che in accordo con la Asl avrebbe manipolato le certificazioni vaccinali per l’ammissione a scuola di bambini non in regola». 
«La direzione aziendale si discosta fermamente da queste pesanti accuse nascoste dietro una lettera anonima – si precisa con risolutezza nella nota - Si parla del benessere dei bambini e quindi di una comunità importante come la scuola, e non ci si può permettere di insinuare tali affermazioni. Il sistema di rilascio dei certificati è inviolabile, e non gestito dagli operatori Asl, come già indicato più volte a mezzo stampa, il portale vaccinale a disposizione delle famiglie e delle scuole è totalmente informatizzato e gestito da una società esterna. Dopo l’arrivo della nota sono venuti presso la direzione del Servizio Vaccinale di Civitavecchia i NAS, per chiarimenti in merito, avendo anche loro ricevuto tale segnalazione. Nel corso dell’incontro, avvenuto in un clima cordiale, la responsabile del Servizio vaccinale ha fornito tutte le informazioni richieste».
La Asl nella nota entra nei particolari della procedura che viene seguita: «In particolare,  si fa presente che la ASL ogni settimana fa un upload, non manipolabile, dei dati del software delle vaccinazioni Arva Target nell’Anagrafe Vaccinale Regionale (AVR), come da richiesta della Regione.  Le scuole che hanno caricato gli elenchi dei propri iscritti possono direttamente vedere la regolarità o meno degli alunni. La ASL interviene nell’AVR revisionando quelle situazioni di utenti non riconosciuti dall’AVR per codici fiscali errati, le scuole possono modificare il codice fiscale errato. Gli istituti che non hanno caricato i dati in AVR devono acquisire direttamente dai genitori le certificazioni. Si ribadisce quindi che il Servizio Vaccinazioni non ha alcun rapporto diretto con le scuole. Ai genitori che ne fanno richiesta viene rilasciato il certificato vaccinale estratto dal software riportante la dicitura «completo, oppure non completo oppure completo fino a...., in base all’età e alla situazione vaccinale».
Si entra anche nel merito di quei casi previsti dalla normativa di controindicazione temporanea o definitiva ai vaccini:  «Nel caso in cui, come previsto dalla normativa, il genitore presenti un referto ematochimico in cui sia dimostrata la positività anticorpale per le infezioni per cui esiste l’obbligo vaccinale, il Servizio riporta tale informazione in AVR, così come nel caso in cui il pediatra di libera scelta o il medico di medicina generale certifichino una controindicazione temporanea o definitiva alle vaccinazioni che risponda ai requisiti previsti dalla Legge. Una accusa che non trova alcun fondamento nei fatti». Si conclude col ringraziare «i carabinieri di Civitavecchia per il lavoro svolto, che ha evidenziato la chiarezza e la limpidezza dell’operato del Servizio Vaccinazione».
Sconcertata la dirigente dell’Istituto, Velia Ceccarelli, che interpellata telefonicamente dichiara: «Questa è una illazione. A parte il fatto che noi non facciamo niente perché i certificati si presentano alla Asl. A noi, a chi la Asl dice che non è regolarizzato devono solo dimostrare di aver preso appuntamento per mettersi in regola, altrimenti siamo costretti ad interrompere la frequenza. E questo io ho fatto. La situazione ha riguardato solamente tre alunni, e per tutti e tre è stata presentata la certificazione con la richiesta di appuntamento». 
«La segreteria non centra niente - dice lapidaria Ceccarelli che spiega – L’unico caso anomalo riguarda un alunno che ha una malattia tale per cui non può fare le vaccinazioni, in quanto sono controindicate per la sua patologia. Abbiamo preso atto della certificazione della struttura ospedaliera pubblica dove è in cura, perché ha una patologia accertata da diversi anni in cui si attesta l’impossibilità di effettuare le vaccinazioni. Ho fatto anche un’interrogazione al Ministero per questo caso e mi è stato risposto che il bambino non può essere escluso dalla frequenza scolastica. E questo anche perché è talmente protetto da medicine e cose varie da non essere considerato eventualmente un bambino contagioso, avendo purtroppo altre somministrazioni di farmaci pesanti. Questi sono i casi».   

(04 Apr 2019 - Ore 09:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy