Home » » Nasce il comitato contro i combustibili fossili

 

Nasce il comitato contro i combustibili fossili

Partecipazione ed interesse al convegno di ieri pomeriggio proposto dall'associazione Città Futura. Emersa la necessta di una data certa per la chiusura del ciclo del carbone, il ritiro della proposta di Enel di trasformazione della centrale a gas, un progetto di riconversione incentrato completamente sulle energie rinnovabili

CIVITAVECCHIA - “La nostra città futura senza carbone: si può, si deve”: questo era il titolo dell’iniziativa, molto partecipata, promossa dall’Associazione Città Futura, svoltasi ieri pomeriggio presso lo Spazio Think Tank.
"I relatori, Mario Agostinelli e Giovanni Ghirga - hanno spiegato dall'associazione - hanno delineato un quadro complessivo molto preoccupante, quasi apocalittico, relativamente alle conseguenze attese qualora si continuasse sulla strada dello sfruttamento dei combustibili  fossili. In particolare, il dottor Ghirga si è soffermato, anche con ausilio di foto e filmati storici di molto effetto, sugli effetti catastrofici del carbone sul corpo umano, dimostrando inequivocabilmente la priorità della salute su qualsiasi altra considerazione".

“Undici anni”: è questo il tempo che resta per invertire la rotta: il dottor Agostinelli ha riportato questo dato, sul quale la comunità scientifica è unanime. "L’intero patrimonio fossile deve restare dov’è  e questo deve avvenire da subito, pena una strada senza ritorno - hanno aggiunto da CIttà Futura - il nuovo modello di sviluppo, dati alla mano, passa esclusivamente per le energie rinnovabili e porta con sé energia sostenibile e nuova importante occupazione diretta e dall’indotto. Nel condannare il Governo attuale e quelli precedenti, ondivaghi e contradditori nelle affermazioni, assenti e inconsapevoli di fronte alla catastrofe imminente e l’Enel, sempre attenta ai propri interessi economici quanto arrogante e irrispettosa delle comunità locali, sono emerse le necessità impellenti alle quali occorrono risposte immediate: una data certa per la chiusura del ciclo del carbone, il ritiro della proposta di Enel di trasformazione della centrale a gas, la bonifica dei siti inquinati e  un progetto vero di riconversione, incentrato completamente sulle energie rinnovabili. Infine, no fermo e deciso al ricatto occupazionale. Uno degli aspetti che sono stati approfonditi durante la relazione è stato quello economico: un elemento interessante emerso è il costo del kilowatt/ora, che risulterebbe decisamente più conveniente con le energie rinnovabili che non adesso. Più in generale, un altro dato che ha colpito è quello finanziario: la Banca Mondiale non concederà più finanziamenti diretti e indiretti alle centrali elettriche a carbone e, dal 2019, neanche alle attività che riguardano estrazione di petrolio e gas; nel contempo le Banche, i gestori di fondi, le multinazionali e i governi locali mettono in atto iniziative di “disinvestimento fossile”, per abbandonare progressivamente quei settori industriali, maggiormente esposti alla futura perdita di remunerazione". 
Durante il convegno è stato dato ampio spazio anche al dibattito, al termine del quale la parola d’ordine, condivisa, è diventata “Civitavecchia contro i combustibili fossili”. “A tavola e non nel menu’”: è la frase con la quale il dottor Agostinelli ha invitato la comunità locale a costituire un comitato cittadino, proposta accolta al volo da tutti i presenti, a cominciare dal dottor Ghirga: nei prossimi giorni si costituirà formalmente il “comitato contro i combustibili fossili e per le energie rinnovabili”. "È la comunità locale che si rappropria del proprio territorio - hanno concluso - ma soprattutto del proprio futuro. Nasce una nuova era per la città".

(17 May 2019 - Ore 14:57)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Esplode la rete fognaria a Valcanneto

    22 May 2019 - Tecnici Acea al lavoro da sabato mattina con l’autospurgo per limitare gli sversamenti di liquami nel bosco. Il consigliere Mundula: «Si sta procedendo a bypassare la condotta danneggiata per eseguire poi la riparazione»       

  • Il ministro Costa nel primo stabilimento plastic free

    20 May 2019 - Visita inaspettata sabato sera a Ladispoli da parte del Ministro dell'Ambiente e del suo staff per una cena informale.Quello in città è una delle prime strutture balneari del Lazio ad aver detto addio alla plastica monouso

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy