DOMENICA 17 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 21:39

Home » » Morbillo, malattia in calo: in Italia solo il 20% dell’Ue

 

Morbillo, malattia in calo: in Italia solo il 20% dell’Ue

Nell’ultimo rilevamento effettuato dell’Ecdc i malati nel nostro paese erano il 35%

L’Italia è terza in Europa per numero di casi di morbillo registrati fra il 1 dicembre 2017 e il 30 novembre 2018. Un anno in cui, nel vecchio continente, si sono verificate 12.790 infezioni, di cui 2.921 in Francia, 2.634 in Grecia e, appunto, 2.548 lungo tutto lo Stivale, pari al 20% del totale. Lo rileva un report dell’European Center for Diseases Prevention and Control (Ecdc) che, rispetto al periodo precedentemente analizzato (dicembre 2016-novembre 2017) vede il nostro Paese perdere, per fortuna, una posizione quanto a Nazione con più casi di morbillo: nell’ultima rilevazione non solo erano 4.985 (circa il doppio), ma in percentuale rappresentavano il 35% di tutte le infezioni in Europa, e l’Italia era seconda solo alla Romania. Dei 12.715 nuovi casi di cui si conosce l’età, 3.810 (il 30%) erano bambini sotto i 5 anni di età e 6.539 (il 51%) sopra i 15 anni. L’età più colpita è quella dei piccoli al di sotto di un anno (280 casi per milione di abitanti) e 1–4 anni (112,5 casi per milione). La percentuale di casi in cui il paziente non era vaccinato è più alta tra i bambini al di sotto di un anno (1.367 di 1.446 casi, il 95%), troppo piccoli per aver ricevuto la prima dose iniezione e ancora protetti solo dall’immunità di gregge. Tra i 2.364 casi fra 1 e 4 anni, 1.853 (il 78%) non erano vaccinati mentre 349 (il 15%) erano stati vaccinati con una dose di vaccino. Il morbillo - evidenzia l’Ecdc - continua a diffondersi in tutta Europa perché la copertura vaccinale in molti Paesi non è ottimale. L’Italia si piazza fra i Paesi come una copertura che varia fra l’85 e il 94%. La soglia raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità è del 95%. L’Ecdc riporta anche nello specifico i casi di morbillo di novembre 2018: sono 385 riportati da 16 Stati, mentre in 13 Paesi la malattia non si è registrata. Polonia, Francia, Italia, Uk e Portogallo hanno il maggior numero di casi, rispettivamente 74, 60, 51, 22 e 21.

(16 Gen 2019 - Ore 17:39)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy