Home » » Maugliani batte il colpo ma a Marini non piace

 

Maugliani batte il colpo ma a Marini non piace

SCONTRO NEL PD. Il segretario  provinciale con una lettera aperta sul suo profilo Facebook anticipa le linee per dipanare la ‘‘saga di Cerveteri''. Il consigliere lo accusa di cambiare il terreno della discussione e insiste nel pretendere una risposta sulle affermazioni di Pascucci a Modena  

di TONI MORETTI

CERVETERI - Nonostante con una lettera aperta pubblicata sul suo profilo Facebook, il segretario provinciale del Partito Democratico  Rocco Maugliani dia una risposta alla richiesta di aiuto e di solidarietà a Juri Marini e al segretario autonominatosi Maurizio Falconi ma nei fatti commissariato, che rivendicano assistenza e risposte con una espressione di linea chiara sulle esternazioni fatte dal sindaco Pascucci a Modena nel corso della festa dell’Unità dove ha dichiarato che il Pd di Cerveteri è il partito degli indagati e dei protettori degli interessi privati, la polemica non abbassa i toni e anzi si allarga su valutazioni controverse circa i comportamenti e l’esercizio dei ruoli della dirigenza provinciale e regionale. Maugliani indica senza mezzi termini e con decisione quelle che saranno le linee guida del partito quando si accingerà ad affrontare quella che definisce la “Saga di Cerveteri” e lo fa quando dice: «Ti scrivo questa lettera senza nessun astio e nessuna acrimonia. Conosco te e gli altri e vi ritengo sinceramente persone per bene e appassionate. Ma militare in un partito comporta anche delle responsabilità e la prima in assoluto contempla il pensare bene a quello che si fa. Le ragioni principali delle difficoltà di questi anni a Cerveteri nascono dall’assoluta avventatezza e sconsideratezza dei processi che hanno portato a prendere delle decisioni che si sono rivelate dannose per la nostra comunità politica. Ora siamo chiamati con umiltà a invertire la rotta , perché ne avrebbe bisogno il paese a tutti i livelli. Serviremmo tutti, compresi quelli che in questo momento ci sparano addosso, senza riflettere che così facendo fanno del male ad una casa la cui solidità sarebbe anche nel loro interesse e io spero davvero che vogliate essere parte di questo percorso. Per questa ragione nei prossimi giorni cercheremo di riaprire il circolo con il commissario eletto Roberto Baccani e in quella sede, in presenza dell’unico organismo dirigente statutariamente legittimato sarò pronto ad ascoltare tutti quelli che saranno pronti ad ascoltare. Per quanto possa sembrare vana questa speranza io continuo a nutrirla. Prima o poi un po’ di buon senso arriverà se saremo in grado di accettare il fatto come una necessità più grande delle nostre pulsioni». (Agg. 12/09 ore 9.30) segue

BACCANI UNICO LEGITTIMATO A RIAPRIRE IL CIRCOLO. Quindi tutto chiaro. Il circolo sarà riaperto dall’unico dirigente legittimato, il commissario Roberto Baccani, lasciando intendere che nonostante tutte le recriminazioni opposte e le azioni di resistenza operate, Maurizio Falconi non ha nessun potere ed ogni azione da lui operata è da considerarsi quantomeno una perdita di tempo condotta arbitrariamente perché fuori dai dettami del partito e non riconosciuta da esso. E questo concetto Maugliani lo ribadisce con opportune motivazioni in uno dei passaggi precedenti quando scrive: «E qui vengo alle ragioni per le quali non ho ritenuto di dover partecipare alla vostra iniziativa, al netto del rispetto personale che vi porto. Se l’avessi fatto caro Juri, avrei legittimato un gruppo dirigente che non è tale, un segretario di circolo che è stato commissariato un anno fa, un direttivo virtuale che continua a riunirsi come se fosse in carica e non fosse statutariamente decaduto. Se mi fossi seduto accanto a te e un giornalista mi avesse intervistato avrei potuto dover rispondere alla domanda su come mi sentissi a sostenere che non siamo un partito di indagati quando io stesso, il segretario regionale, la allora presidente regionale del partito, con il presidente della commissione di garanzia e i circa cento membri della direzione regionale che nell’ottobre scorso hanno votato all’unanimità il provvedimento che ratificava il commissariamento del circolo di Cerveteri, siamo stati tutti denunciati da voi. Il paradosso è che, dando ragione a Pascucci, ci avete reso tutti degli indagati e gli inquisitori siete voi. Non ci si riempie la bocca col partito se poi non si è disposti a rispettarne le scelte Juri, se si è tanto autoreferenziali da pensare che anche se la Comunità di cui si fa parte, in maniera unanime, prescrive una strada e un percorso questi, invece che essere oggetto di analisi, devono essere oggetto di denuncia presso gli organi giurisdizionali, amministrativi, civili o penali che siano, denunce che poi vanno in archivio ovviamente, insieme però alla credibilità complessiva di un’organizzazione alla quale dovremmo tutti qualcosa in più in termini di responsabilità». (agg. 12/09 ore 10.20)

MARINI CONTRO MAUGLIANI. A questo punto la situazione è chiara nella sua astrusa drammaticità. La matassa si dipanerà con un confronto tra i “traditori” e gli “abusivi” col tentativo iniziale di trovare un equilibrio attraverso lo stabilire regole eque e comuni. Ma Marini insiste accusando Maugliani di aver portato il discorso su un altro binario e di non aver risposto al quesito principale: «Cosa dici a Pascucci per come ci ha diffamato?”». 
Non si accorge forse che la risposta comunque l’ha già avuta e che dovrebbe essere lui a darne una. Si immagina sarà dura soprattutto se si rimarrà ancorati al concetto di possesso di quella che dovrebbe essere considerata una comunità. (agg. 12/09 ore 11)

 

(12 Set 2018 - Ore 09:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy