Home » » Mad: ''Non voteremo il concordato''

 

Mad: ''Non voteremo il concordato''

Valter Lozza, rappresentante della società che gestisce la discarica, maggiore creditore di Hcs, contrario all’impostazione del piano di Savignani, annuncia che non si esprimerà. Una decisione che equivale ad un ‘‘no’’. Approvazione a rischio anche per Ippocrate VIDEO

CIVITAVECCHIA - Giornata cruciale quella di ieri per il futuro di Hcs e della nuova municipalizzata Csp. Un futuro al quale sono aggrappati anche i quasi quattrocento lavoratori al centro di infinite riunioni sindacali che potrebbero risultare vane. Come spiegato nell’edizione di ieri, la legge Madia parla chiaro ed in caso di fallimento di Hcs il Comune non potrà tenere la partecipazione nella nuova società Civitavecchia Servizi Pubblici che ha da poco assunto tutti i dipendenti di Hcs e delle Sot. Nell’assemblea dei creditori che si è svolta ieri si aveva infatti la possibilità di accettare i concordati voluti dall’amministrazione Cozzolino. In sintesi un piano che prevede la restituzione del 20% di quanto dovuto dilazionato in cinque anni. Il Sindaco si è dichiarato più volte positivo sull’esito dei concordati, ma l’assemblea di ieri non lascia presagire un lieto fine.

Si parte dalla Mad, la società che gestisce la discarica di Fosso Crepacuore che detiene la maggior percentuale tra tutti i creditori (circa il 42,3%). I rappresentanti della Mad non si sono presentati ieri ma hanno comunque venti giorni per dichiarare il loro consenso, la loro contrarietà o non presentarsi proprio. Un comportamento che equivarrebbe al fatidico ‘‘No’’. Ed è proprio questa l’intenzione della società espressa dal proprietario Valter Lozza: «Non ci siamo presentati e non lo faremo - ha dichiarato il rappresentante della Mad -. Quello che ci ha contrariati è l’impostazione data dal Comune sin dal primo giorno. Ci hanno trattati come semplici fornitori di servizi. Gestire una discarica e far conferire i rifiuti non è servizio come un altro». Tra i crediti che vanta la Mad ci sarebbe anche parte del post mortem (somme di accantonamento per la gestione delle discariche dopo la loro chiusura di fatto anticipate dai cittadini nelle bollette ed anche dai comuni limitrofi che utilizzano la discarica e, stando a quanto affermato dalla società, mai arrivate alla Mad). E del resto, Mad ha già presentato anche istanza di fallimento per Hcs.
Con Mad contraria, le speranze di mantenere in vita il piano dell’ex assessore Savignani (ieri presente durante l’assemblea nonostante le dimissioni date) appaiono estremamente ridotte. Il Comune comunque spera di avere lo stesso la maggioranza dei creditori dalla sua parte.

Notizie non buone arrivano però anche dal concordato relativo all’ex sot Ippocrate. L’Inps, uno dei principali creditori privilegiati, avrebbe espresso parere negativo sulla procedura ed anche sul fronte degli altri creditori pare che le cose non vadano meglio. Insomma non piove, ancora, ma si sentono i tuoni.

VIDEO

(14 Set 2017 - Ore 09:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Guardami (foto Elisa La Malfa)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy